“THE EXECUTIVE AWARD” PREMIA ANTONELLO AMOROSO, FOUNDER DI AMARANTO GROUP SPA, COME SUSTAINABLE LEADER

di Giuseppina Esposito

Si è tenuta ieri sera la cerimonia “The Executive Award Honoring Sustainable Leaders” presso il Four Seasons Hotel di Milano dedicata ai top manager di oggi e agli imprenditori del futuro.
La prestigiosa iniziativa, che si svolge a livello globale, mira a consolidare e promuovere un elevato standard di qualità nell’ambito della sostenibilità attraverso la condivisione di storie ed esempi di Leader capaci di lasciare il segno nel mondo, ispirando persone e aziende a compiere azioni green.

Tra le 500 nomination per l’Italia, Antonello Amoroso, cover man del precedente numero di Pink Life Magazine,  si aggiudica il premio di Sustainable Leader grazie all’attenta selezione della Giuria che, dopo un complesso e lungo processo decisionale, in base a diversi criteri qualitativi e quantitativi, ha determinato i profili più meritevoli.

Il nostro Leader Sostenibile, oltre ad essere stato pioniere nella produzione di energia da fonti rinnovabili attraverso il Gruppo Amaranto, ha contribuito alla costituzione di Comunità Energetiche a beneficio di case popolari, dotandole di impianti condivisi per la produzione e l’autoconsumo di energia, contribuendo allo sviluppo dell’economia circolare dove la cooperazione prevale sulla concorrenza.

Personalmente conscio della centralità del trasferimento tecnologico, ha investito sistematicamente in innovazione e start up (spin-off universitarie) e in capitale umano oltre ad essere co-fondatore di “Fashion for Future” movimento ideato con la squadra di Pink Life Magazine, che ha dato vita ad un movimento che invita gli universi “moda” e “azienda” a prendersi cura del mondo in cui viviamo attraverso scelte eco-compatibili e sostenendo l’economia circolare nel settore moda.

Degno di lode, inoltre, l’impegno diretto nel rafforzare la rete e sensibilizzare i consumatori a una maggiore responsabilità verso l’ambiente e ad aprire il dialogo con le istituzioni che hanno il dovere di velocizzare i tempi di realizzazione dei processi “green” per le aziende che scelgono di convertire il loro sistema produttivo.

Verso la sostenibilità si va con la sensibilizzazione delle persone e delle istituzioni. E’ importante, sin da piccoli, educare ognuno al rispetto dell’ambiente.” Si espresso così Antonello Amoroso dopo la cerimonia, ringraziando la giuria per il riconoscimento.

Iscriviti alla newsletter

per restare aggiornato su tutte le ultime novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *