Archivio Categoria: News

Guardalinee donna insultata da giornalista: sospeso Sergio Vessicchio

Non ha insultato solo la guardialinee dell’incontro ma indirettamente anche i 40 mila appassionati (e curiosi) che ieri, insieme ai tanti in tv, hanno assistito, in un Allianz Stadium da tutto esaurito, al big match scudetto tra Juventus e Fiorentina donne. Nel giorno in cui il calcio femminile italiano ha vissuto il suo momento di gloria e grande popolarità, ecco l’ennesimo episodio sessista, andato in scena in provincia di Salerno, a macchiare la par condicio sociale e a riportare indietro le lancette dello sport italiano. Protagonista in negativo Sergio Vessicchio, telecronista dell’emittente locale Canale Cinque Tv che ha aperto il servizio di Agropoli-Sant’Agnello, partita del campionato di Eccellenza campana, definendo «inguardabile» la presenza in campo di una assistente donna, la 27enne Annalisa Moccia: «È uno schifo vedere le donne che vengono a fare gli arbitri in un campionato dove le squadre spendono migliaia di euro, una barzelletta della Federazione».

Immediata la sospensione da parte dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, con tanto di deferimento al Consiglio di disciplina e dure prese di posizioni nei confronti dell’incauto telecronista da parte di Cosimo Sibilia della Lnd («Parole vergognose») e Marcello Nicchi dell’Aia («Agiremo a tutela della categoria»).

​«Annalisa è amareggiata, ma molto serena», ha fatto sapere il presidente della sezione arbitrale di Nola, Severino Vitale. «È stata la Annalisa a chiamarmi ieri per farmi vedere il video con quelle frasi che non meritano alcun commento. Era incredula e amareggiata. Tra l’altro – rincara il dirigente – quelle frasi ignobili sono state pronunciate prima della gara, e dunque sono due volte inaccettabili, perché non hanno alcuna attinenza con specifici episodi avvenuti durante la partita. Questo è il medioevo, un ritorno al passato che fa rabbrividire».

«Intollerabile» è invece l’aggettivo scelto dal ministro ministro per la pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, da sempre attenta alla parità di genere: «Sono certa che molto presto avremo anche delle ottime direttrici di gara, che si imporranno per preparazione, equilibrio e senso della misura», aggiunge la Bongiorno ricordando che le offese «arrivano proprio nel giorno di Juve-Fiorentina: una svolta per le donne».

Insomma, un bel passo indietro dopo il d-day dell’Allianz Stadium che ha fatto il pienone di pubblico e di ascolti tv, con il 2,65% di share e il record per la partita di calcio femminile più seguita di sempre. «Ho visto la partita, complimenti – l’apprezzamento del n.1 del Coni, Giovanni Malagò – Il movimento femminile sta crescendo: la Federcalcio ha il diritto e il dovere di valorizzare al massimo questo prodotto che ha dimostrato di essere una disciplina leader in quasi tutte le nazioni sportivamente più evolute».

Restano queste sacche di Medioevo che per il sottosegretario alla presidenza con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, vanno estirpate senza riserve: «Gli insulti sono sempre intollerabili. Sono parole che non possono essere pronunciate nemmeno per scherzo», aggiunge Giorgetti che chiede «provvedimenti contro questa cultura violenta e sessista incompatibile con tutta la società». «Ma non possiamo lavarci la coscienza ogni volta che succedono episodi di questo tipo esprimendo esclusivamente solidarietà e condannando – gli ha fatto eco il collega di governo, Simone Valente – È giunto il momento di intervenire drasticamente in un sistema spesso ipocrita, dove ci si ricorda delle donne solo in queste occasioni. Va cambiata la cultura attraverso atti concreti», ha concluso il sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

 

 

Fonte: IlMattino

Il Manchester United vuole Koulibaly ma ADL lo vende solo per…

La Serie A è in pausa ed allora si ritorna a parlare di calciomercato.

Il Napoli ha un gioiello in casa che può vendere ad una cifra pazzesca e ADL lo sa: Kalidou Koulibaly è richiesto in Inghilterra.

Il presidente De Laurentiis non fa sconti a nessuno ed il Manchester United, che si è fatto sotto per il difensore senegalese, lo ha chiesto in maniera chiara.

Il Daily Express, edizione odierna, scrive di una richiesta del presidente del Napoli di 175 milioni di euro.

Una cifra pazzesca che, se confermata, non si può rifiutare.

A giugno se ne riparlerà

Litorale domizio: ora si che il mare è pulito

Delle 41 aree analizzate del Litorale Domizio tutte risultano eccellenti, a parte le due classificate come scarse e altre due come buone. I dati emergono dalla delibera pubblicata sul Burc che ha come titolo «Individuazione delle acque di balneazione e dei relativi punti di monitoraggio per la stagione balneare 2019».

Una delibera pubblicata dopo l’istruttoria della direzione generale per la Tutela della Salute e il coordinamento del sistema sanitario regionale. I punti rilevati sono venti per il comune di Castel Volturno e di questi tutti sono stati classificati come eccellenti, a parte la zona di Pineta Grande Sud. Altre otto zone di acqua monitorata è del comune di Mondragone e in questo caso sono stati tutti classificati come eccellenti.

Mentre, nove aree competono al comune di Sessa Aurunca e sono tutte eccellenti, tranne una, ovvero la foce sud del fiume Garigliano, individuata come scarsa ed un’altra, l’area di pineta Sud del comune di sessa Aurunca, ritenuta come buona. Un’altra buona del comune di Sessa è la fascia di San Limato. Ci sono quattro zone di acqua di pertinenza del comune di Cellole, tutte ritenute eccellenti. «La classificazione è di conforto – è il commento del presidente di Federbalneari Campania Antonio Cecoro -. Bisogna però ringraziare il lavoro costante delle Capitanerie di porto di controllo circa gli scarichi illeciti. Noi come Assobalneari collaboriamo in questo intento, ma è giusto che tutti denuncino sversamenti illeciti, soprattutto di prodotti chimici che, il più delle volte, entrando a contatto con l’acqua, spariscono alla vista. infatti, ciò che deve preoccupare l’utente è quello che non si vede in acqua, perchè esistono degli agenti chimici tossici impercettibili ma molto dannosi. I comuni, inoltre, dovrebbero verificare se sono collettati’ agli impianti di depurazione che, ai più sfugge, non smettono mai di funzionare».

 

 

 

 

Fonte: IlMattino

“START”: ecco un nuovo disco per Ligabue

“START”, dodicesimo disco d’inediti di LIGABUE (disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme streaming), si conferma per la seconda settimana consecutiva al vertice della classifica dei dischi più venduti della settimana TOP OF THE MUSIC FIMI/GfK ITALIA (dati diffusi da FIMI/GfK Italia).

Grande successo anche per il secondo singolo “CERTE DONNE BRILLANO” (dopo il successo del primo singolo “LUCI D’AMERICA”) che, a due settimane dall’uscita, è ancora al primo posto della classifica dei brani più trasmessi dalle radio e della classifica airplay tv settimanale (dati diffusi da EarOne)Il video del brano (visibile al link https://youtu.be/J8hwaYvneIo), diretto da Marco Salom e Giorgio Testi, è stato girato all’Italghisa di Reggio Emilia.

“START” (Zoo Aperto/F&P Music Hub/Warner Music), prodotto da Federico Nardelli, contiene 10 brani: “Polvere di stelle”, “Ancora noi”, “Luci d’America”, “Quello che mi fa la guerra”, “Mai dire mai”, “Certe donne brillano”, “Vita morte e miracoli”, “La cattiva compagnia”, “Io in questo mondo”, “Il tempo davanti”.

 

 

Il 14 giugno dallo Stadio San Nicola di Bari partirà lo “START TOUR 2019” di LIGABUE, in concerto nei principali stadi d’Italia con un grande show!

 

LIGABUE sarà accompagnato dalla sua band: Luciano Luisi (tastiere, cori), Max Cottafavi (chitarre), Federico Poggipollini(chitarre elettriche, cori), Davide Pezzin (basso) e Michael Urbano (batteria, percussioni).

 

I biglietti per le date dello “START TOUR 2019” (prodotto da Riservarossa e Friends & Partners) sono disponibili su TicketOne.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali (info su www.friendsandpartners.it).

A New York parte Vision Expo 2019

Poter visitare il dietro le quinte di alcune delle principali insegne della città e confrontarsi direttamente con i referenti dei brand, tra cui Dita, Robert Marc e Selima Salaun: è l’obiettivo dei nuovi tour offerti da Vision Expo East 2019. Tre le opzioni, in due zone di New York, Madison Avenue e Soho, e presso Oculus.

«I visitatori avranno la possibilità di varcare le soglie di alcuni store di Madison Avenue, una delle vie più lunghe del lusso in America, come ospiti: la prima tappa del tour è il flagship di Marc Jacobs», si legge in un comunicato del salone statunitense.
Altra destinazione sarà Soho, quartiere «in cui vengono lanciati nuovi marchi – spiega ancora la nota – La prima tappa di questa esperienza sarà il concept store Ray-Ban, di recente apertura. Si proseguirà in Silver Lining Opticians, centro ottico indipendente dove celebrità, produzioni cinematografiche e televisive americane prendono in prestito montature per le proprie realizzazioni. Il tour si chiuderà con Selima Optique, punto vendita specializzato in occhiali ultra contemporanei».

I partecipanti saranno, infine, testimoni della straordinaria architettura del Westfield World Trade Center (nella foto), opera conosciuta come Oculus, realizzata dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava e inaugurata nel 2016, dove si trova anche un centro commerciale. «La guida e i rappresentanti dei negozi dimostreranno come i rivenditori e i marchi abbiano ideato sistemi, merchandising e design mirati per attirare i clienti – prosegue il comunicato – La visita include i monomarca di Oliver Peoples e Designer Eyes, nonché negozi leader che vendono di tutto, dal cibo a prodotti di bellezza per offrire ai partecipanti una visione completa di ciò che rende ottima una formula di vendita al dettaglio per qualsiasi attività commerciale».

Vision Expo East 2019 ospiterà 700 espositori, di cui un centinaio al debutto, provenienti da 68 paesi, su una superficie di circa 25 mila metri quadrati netti dedicati a tutti i segmenti dell’occhialeria. Come di consueto, gli eventi formativi partiranno un giorno prima rispetto alla manifestazione fieristica, che attende, come segnalato dagli organizzatori, oltre 15 mila visitatori: ai corsi di aggiornamento, in programma dal 21 marzo al 24 marzo, si sono a oggi registrati oltre 3.500 professionisti.

 

 

 

Fonte: www.b2eyes.com

‘Papà controllati’: la SIU in pista per la prevenzione urologica

 I maschi italiani latitano quando si tratta di fare prevenzione invece di schierarsi in pole position. Così, per la seconda edizione della campagna ‘Papà controllati’, la Società Italiana di Urologia (SIU) invita i maschi di ogni età a ad una serie di pit-stop – da cui lo slogan #fermartieriparti – per correre con la marcia giusta, il “Gran Premio della Vita”, iniziativa educazionale e di sensibilizzazione presentata in un ‘box’ di eccezione: il Museo Ferrari a Maranello. Con dieci pit-stop, dieci regole per proteggere la salute maschile, l’iniziativa intende sfatare il mito che le problematiche urologiche colpiscano solo in età adulta o avanzata, ed educare invece alla prevenzione fin dall’adolescenza.

Una importante opportunità per prevenire alcune problematiche come l’iperplasia prostatica benigna (IPB), di cui soffre l’8% della popolazione maschile entro e dopo i 40 anni con tassi del 50% oltre i 60; la disfunzione erettile (DE) che compromette la vita di coppia di 3 milioni e mezzo di italiani (13% della popolazione, 1 maschio su 8) dai 45 ai 50 anni; il tumore della prostata, con quasi 35 mila nuove diagnosi (1 caso su 8) nel 2018.

Ma non solo: i ‘pit-stop’ della salute tutelano anche dal rischio di problematiche che spaventano meno il maschio, come le prostatiti che infiammano il 30-50% della popolazione sessualmente attiva generalmente prima dei 50 anni e la calcolosi urinaria che ‘bombarda’ il 10% degli uomini (vs 5% delle donne) soprattutto tra i 30 e i 50 anni con circa 100.000 nuovi casi l’anno.

Infine, fare prevenzione significa anche diagnosticare in tempo malattie sessualmente trasmesse o problemi di infertilità di coppia, nel 50% dei casi di responsabilità maschile, spesso associata oltre che all’età a disturbi genito-urinari e prostatici pregressi. L’iniziativa ‘Gran Premio della Vita’, che raggiunge oltre 10 milioni di italiani ‘a rischio’, lancia un forte messaggio: la prevenzione e i comportamenti del viver sano non vanno celebrati solo in occasione della ‘festa del papà’. Farsi carico della propria salute in ogni fase dell’esistenza è infatti il ‘circuito’ ideale per ottenere una vita migliore. A coronamento di questo impegno, proprio oggi, a firma del senatore Pierpaolo Sileri, è stato depositato il Disegno Di Legge per l’Istituzione il 19 marzo della Giornata Nazionale della Salute dell’Uomo.  

Questo il decalogo della prevenzione delle patologie urologiche maschili :

 

1-Evita di fumare: il fumo è strettamente correlato al tumore della vescica, al tumore del polmone e alle disfunzioni sessuali

2-Fai attenzione alla presenza di sangue nelle urine: a volte può essere una spia di tumore delle vie urinarie, per cui rivolgiti all’UROLOGO

3-Impara l’autopalpazione dei testicoli, da eseguire almeno una volta al mese: consente di individuare precocemente noduli del testicolo ma anche patologie benigne.

4-Fai attenzione alle malattie sessualmente trasmissibili: usa il preservativo e rivolgiti all’Urologo se noti alterazioni dei genitali. Alcune infezioni possono compromettere la fertilità.

5-Bevi tanto, almeno 1,5/2 litri d’acqua al giorno: in questa maniera diluisci le urine e riduci il rischio di formazione di calcoli urinari.

6-Mangia sano: una corretta dieta riduce il rischio di calcoli delle vie urinarie, prostatiti, cistiti e disfunzioni sessuali.

7-Fai attività fisica: le persone obese hanno un maggior rischio di formare calcoli urinari e sviluppare forme più aggressive di tumore prostatico.

8-Controlla pressione e glicemia: diabete e ipertensione sono fra le maggiori cause di insufficienza renale e di disfunzioni sessuali.

9-Presta attenzione alle disfunzioni sessuali: spesso sono campanello d’allarme che anticipa patologie cardiovascolari.

10-Evita l’uso di droghe, anche leggere tipo cannabis, perché peggiorano la fertilità e la funzione sessuale.

Partono i corsi Zeiss Academy, perchè la vista è un bene prezioso

La formazione e l’aggiornamento si confermano leve fondamentali per la crescita dell’ottico e optometrista: per questo motivo Zeiss ha sviluppato per il 2019 un programma formativo approfondito e articolato. «L’offerta Zeiss Academy è in continua evoluzione grazie alle novità di mercato e ai nuovi input che riceviamo ogni giorno dagli ottici: solo ascoltando i loro bisogni è possibile offrire una proposta di valore per il centro ottico», afferma a b2eyes TODAY Carlo Abbate, customer development manager di Carl Zeiss Vision Italia.

Tra le novità proposte per il 2019 spicca Light Solutions Pro, guidato da Giancarlo Montani, che partirà tra pochi giorni, il 1° aprile da Padova, e proseguirà poi con altre tappe in tutta Italia. «Con questo corso vogliamo innanzitutto fare chiarezza sulla luce, partendo dalle basi: com’è composto lo spettro luminoso, cosa sono i raggi UV, quali sono da respingere in toto perché dannosi, quali invece essenziali per l’organismo, cos’è la luce blu, l’abbagliamento – prosegue il manager – Inoltre vogliamo indicare quali sono le soluzioni Zeiss ideali per soddisfare le diverse esigenze in termini di gestione della luce, anche grazie alle lenti fotocromatiche Photofusion e AdaptiveSun».

Nelle scorse settimane ha preso il via a sua volta un altro nuovo corso, tenuto da Anna Gatti, dedicato al controllo di gestione e alla massimizzazione della redditività del centro ottico (nella foto, un momento in aula della sessione milanese, svoltasi il 18 marzo). «I risultati sono molto positivi in termini di soddisfazione dei clienti, perché l’iniziativa presenta in maniera concreta le azioni da mettere in atto per far crescere il business», commenta ancora Abbate.

Anche nell’ambito della formazione online, i webinar settimanali verteranno su contenuti sempre nuovi, per aiutare l’ottico a migliorare il proprio lavoro quotidiano:  si parlerà, ad esempio, dell’ampia offerta di servizi online e portali Zeiss, nonché delle strategie per aumentare la visibilità del centro ottico su Internet. Infine, un corso sarà dedicato totalmente alle soluzioni vista sole Zeiss, come le polarizzate Skylet e le AdaptiveSun, che si adattano rapidamente a qualsiasi variazione di intensità luminosa. «Anche in questo caso vogliamo andare ad approfondire tutti gli aspetti legati alle novità di prodotto, non solo in termini di protezione e comfort visivo, ma anche di specchiature e sfumature per un look unico e moderno», concludono da Zeiss.

 

 

Fonte: www.b2eyes.com

Da venerdì in radio ecco “L’odore del caffè”, nuovo singolo di Francesco Renga

È “L’ODORE DEL CAFFÈ” il titolo del nuovo singolo di FRANCESCO RENGA che sarà in radio e disponibile su tutte le piattaforme digitali da venerdì 22 marzo e che anticipa il suo nuovo disco di inediti, “L’ALTRA METÀ”, in uscita il 19 APRILE. L’Altra Metà” è attualmente disponibile in pre-order in esclusiva per Amazon nel formato cd e in vinile in edizione autografata (https://SMI.lnk.to/laltrameta).

 

Scritto da Ultimo, “L’odore del caffè” è un brano che racconta di sentimenti e stati d’animo con un linguaggio semplice e diretto e grande intensità emotiva e vocale, quell’intensità che ha da sempre caratterizzato Francesco come uno tra gli artisti più apprezzati dal pubblico italiano.

 

Dopo il ritorno discografico, in primavera, Francesco tornerà anche dal vivo con “VERONA e TAORMINA LIVE 2019”, due concerti unici all’interno delle magiche cornici italiane dell’ARENA DI VERONA (27 maggio) e del TEATRO ANTICO di TAORMINA – ME (13 giugno).

Due speciali anteprime live del tour che il prossimo autunno lo porterà dal vivo in tutta Italia per presentare il suo ottavo disco di inediti.

 

I biglietti per il live al Teatro Antico di Taormina saranno disponibili dalle ore 16.00 di oggi, lunedì 18 marzo, su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di lunedì 25 marzo nei punti vendita abituali. Per il live all’Arena di Verona i biglietti sono già disponibili in prevendita sul sito di Ticketone e nei punti vendita abituali. Per informazioni: www.friendsandpartners.it. Radio partner di “VERONA e TAORMINA LIVE 2019” è RTL 102.5

Tumore della prostata: le nuove terapie allungano fino a 5 anni la sopravvivenza

Importanti novità arrivano nel campo del tumore della prostata dal 34esimo convegno della European Association of Urology a Barcellona.
Questa patologia ogni anno conta in Italia 35000 nuovi casi e 7000 decessi, ma attraverso le innovative terapie ormonali ‘chemio-free’, le prospettive dei pazienti con tumore metastatico o ad alto rischio di metastasi sono radicalmente cambiate: anche questi ultimi infatti hanno un’alternativa alla chemioterapia guadagnando, in base ai dati emersi, anni di vita di qualità.
Si passa infatti da 36 mesi di sopravvivenza a una speranza di vita di poco meno di 5 anni.
Lo hanno sottolineato gli esperti i quali affermano che grazie alla terapia ormonale con abiraterone i pazienti metastatici già alla diagnosi hanno guadagnato circa due anni di vita in più, mentre un altro farmaco come apalutamide ha dimostrato che nei malati senza metastasi -ma ad alto rischio- può ritardarne di circa due anni la comparsa.
Grazie alla maggior efficacia del nuovo armamentario terapeutico, inoltre, oggi le cure sono sempre più personalizzate in ogni stadio della malattia: “Per i pazienti con carcinoma prostatico lo scenario è oggi del tutto diverso rispetto a pochissimo tempo fa ed è tuttora in rapidissima evoluzione come in pochi altri settori dell’oncologia – afferma Walter Artibani, Segretario Generale della Società Italiana di Urologia.
Ora è possibile pensare di personalizzare le scelte terapeutiche in modo estremamente preciso, consentendo una prognosi migliore anche ai pazienti più complessi, per i quali tutto questo si traduce in un aumento della durata e della qualità di vita. La possibilità di avere terapie differenti a seconda della fase della malattia -continua –  permette al curante di modulare il trattamento e al paziente di godere dei benefici di più opzioni terapeutiche. L’introduzione di apalutamide va sicuramente in questa direzione, lasciando aperta la via all’utilizzo di più opzioni terapeutiche nelle fasi successive della malattia. Così, grazie alla ricerca, la cronicizzazione della neoplasia prostatica in progressione sta diventando un obiettivo sempre più vicino”.
Simonetta De Chiara Ruffo

Esclusiva-Nicola Perna: “Lavoriamo per il Real Albergo dei Poveri”

La nostra redazione, ha contattato in esclusiva il dott. Nicola Perna. 

Presidente dell’associazione Carlo La Catena, il dott. Perna si batte affinchè il Real Albergo dei Poveri, possa diventare di comune interesse dei cittadini di Napoli. Abbiamo raccolto sue dichiarazioni circa il suo progetto su questo edificio storico sito nel cuore della città partenopea:

Da sempre sono promotore di iniziative importanti per la mia città, Napoli. Vorrei far diventare il Real Albergo dei Poveri una struttura di altissimo livello internazionale, nella quale condividere interessi della città partenopea. Da musei a mostre, da esposizioni a incontri letterari. Tante volte mi sono battuto affinchè questa struttura possa essere di libera entrata per i napoletani e non solo. Mi aspetto un gesto importante da parte dei politici napoletani, perchè un edificio del genere non può essere abbandonato. Spero mi ascoltino e che il tutto si possa realizzare”

 

 

 

 

Massimiliano Alvino

@Riproduzione riservata

Si prega di citare la fonte www.pinklifemagazine.com in caso di riproduzione