Archivio Categoria: News

Tennis under 12 femminile: Alessia Alvino promessa nazionale

Il tennis campano spesso ha dato vita a realtà importanti e anche questa volta spera di aver generato un altro baby prodigio. Alessia Alvino si racconta ai microfoni del Corriere di Napoli dopo i primi successi raggiunti già all’età di 12 anni: tanto sacrificio e voglia di divertirsi per la tennista partenopea nata nel marzo del 2008.
ALESSIA ALVINO SI RACCONTA
-Quando hai cominciato a giocare a tennis ?
-“Ho iniziato a giocare circa 4 anni fa quando avevo 9 anni”

-Dove hai giocato e attualmente giochi ?
-“Ho iniziato a giocare al Tennis Villanova ed attualmente gioco al Tennis Equipe Lucioli”

-Quali sono i tuoi primi trionfi ?
-“Il mio primo torneo vinto è stato al circolo Petrarca nel 2017, in seguito ho vinto tutti i tornei di circolo ed il master finale del Fit Junior Program. Sono arrivata in finale due volte ai tornei Kinder. Spero di vincere presto questo torneo perché ci tengo particolarmente”

-Per te il tennis è un gioco o pensi possa diventare qualcosa di davvero importante ?
-“Non è per me soltanto un gioco, ma vorrei in futuro fosse anche un lavoro”
-Chi è il tuo idolo ?
-“Il mio idolo è Rafael Nadal per il suo modo di giocare e per la sua grinta che mette in campo”

-Cosa ti aspetti dai prossimi mesi ?
-“Sempre giocare a tennis e vincere più tornei possibili”

-Come hai risposto al periodo pandemia?
-“In quel periodo ho sentito la mancanza del tennis, ma fortunatamente mi sono allenata in casa e sono ritornata in campo con più grinta”

Fonte: Mattia Esposito per Corriere di Napoli

“Carcere. Idee, proposte e riflessioni”: ecco il libro di Samuele Ciambriello

È appena arrivato in libreria il lavoro di Samuele Ciambriello, Garante dei Detenuti della Regione Campania, “Carcere. Idee, proposte e riflessioni” (Rogiosi Editore), che sarà presentato lunedì 13 luglio, alle 17, al Complesso Monumentale Donnaregina – Museo Diocesano Napoli. Insieme all’autore, interverranno il magistrato Nicola Graziano; Adriana Pangia, Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Napoli; Annamaria Ziccardi, Presidente Associazione “Carcere Possibile”; Don Franco Esposito, Cappellano Carcere di Poggioreale. Le conclusioni sono affidate a Sua Eminenza il Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe. All’incontro, moderato dal giornalista RAI Guido Pocobelli Ragosta, prenderanno parte anche l’editore Rosario Bianco e le coautrici del libro Anna Buonaiuto, Celestina Frosolone, Anna Malinconico, Dea Demian Pisano.

Il libro
“Carcere è l’anagramma di cercare. Cercare per ricostruire, per ritrovarsi, per seguire una strada che è tracciata anche dalla Costituzione: assumersi le responsabilità, per trovare se stessi, rispettando i diritti delle persone”. È questo lo slogan di Samuele Ciambriello, giornalista, scrittore, professore, attivamente impegnato da 40 anni nella lotta per i diritti delle persone sottoposte a restrizioni della libertà personale e Garante dei Detenuti della Regione Campania da ottobre 2017. Presidente dell’Associazione La Mansarda, il Professor Ciambriello, dopo diversi anni, ha sentito l’esigenza di ‘scrivere di carcere’, di trattare del complesso sistema penitenziario, ma soprattutto delle esperienze di vita vissuta in esso annidate, di diritti negati, di affettività, partendo da un’attenta analisi, attraverso attività di monitoraggio, osservazioni, colloqui, sopralluoghi, progetti, il tutto rifacendosi all’art. 27 della Costituzione, che recita “Le pene [17 ss. c.p.] non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”. Un testo alla portata di tutti, professionisti del settore e non, che cerca con un linguaggio semplice di fornire dei riferimenti teorici, empirici e scientifici, con l’intento di abbattere i muri e di instaurare ponti tra il ‘dentro’ e il ‘fuori’, mettendo in risalto l’importanza di costruire e di ‘cercare’ insieme, popolazione detenuta e non, una ‘zattera’ che possa remare controcorrente nel mare dell’indifferenza e della repressione, sull’onda della consapevolezza e del rinvenimento.

L’Autore
Samuele Ciambriello, giornalista e docente universitario, è stato Presidente del CORECOM e componente del Comitato nazionale TV e minori. Per quattro anni è stato docente di religione. Attualmente è Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Campania. È autore del saggio “Dentro la comunicazione – Concetti, modelli, persone” (2012 – Ed. Guida), della novella “Dalla Valle Caudina al Vaticano” per il volume Dal Co’ del ponte presso Benevento (2014 – Ed. Edimedia) e del libro denuncia “Caste e castighi. Il dito nell’occhio” (2015 – Ed. Guida). L’ultimo lavoro è “Caro Prof ti scrivo… gli adolescenti scrivono al docente di religione” (2018 – Ed. Rogiosi).

Esce “Torneremo al mare”, il singolo dei giovani alunni della scuola MILLEUNAVOCE

È disponibile su tutte le piattaforme digitali “Torneremo al mare” (A&A Recordings, Dueffel Music), il singolo dei giovani alunni della scuola di musical romana MILLEUNAVOCE.

È possibile scaricare o ascoltare il brano in streaming al seguente link: https://lnk.to/kY0SMEaqOT.

“Torneremo al mare” è un brano pop divertente, che racconta dal punto di vista dei più piccoli questa estate italiana, nel segno dell’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese, scritto e composto da Ernesto Migliacci e Andrea Casamento.

Diretto da Vicky Martinez, il coro della scuola di musical di MILLEUNAVOCE ha realizzato anche un videoclip della canzone: un ritratto ironico, che immagina una realtà in cui non si può andare al mare fino all’anno prossimo, suscitando l’insurrezione dei più piccoli. Il videoclip, che ha già raggiunto oltre 60mila visualizzazioni in pochissimi giorni, è disponibile a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=kdil0Mkctnk

I protagonisti del videoclip sono: Gabriel Garofalo, Melody Pirazzoli, Daria Piccinni, Linda Zampaglione, Filippo Stefani, Costanza Mercadante, Arianna Guasco, Max Cruciani, Carola Cassiano, Chiara Cassiano, Mattia Cassiano, Chiara Senzasono, Domizia Tassoni, Lenor Migliacci, Isabel Migliacci, Enrique Fiore, Mia Sorrentino, Andrea Verlinghieri, Maria Sol Paixao, Annachiara Ientile. Lavinia Provenziani, Emmachiara D’Alessio, Nicole Catricalà, Valerio Bonetti, Toraldo Chiara, Carolima Musso Armani, Massimo Melchiorri, Eloise Ciongoli, Verablanca Giacomobono, Lucrezia Fabbrini – Parlanti Livia – Mattias Novelli – Luna Fazioli – Paco Fazioli – Ludovica Lustri. Partecipano anche con un cameo audio, parodia del Premier Giuseppe Conte, Le Coliche, il celebre duo comico romano, molto noto sul web.

«Nei 3 mesi di lockdown abbiamo proseguito le lezioni online e ispirati dalle nostre storie personali abbiamo inciso questo nuovo brano. Nel corso della chiusura, ci siamo anche appassionati alla politica e alle conferenze stampa del Premier Conte, quindi nel nostro video abbiamo voluto scherzare su quelle sono state delle decisioni molto discusse, ma giuste e inevitabili, che ci proibiscono l’accesso ai luoghi di gioco – raccontano i giovani alunni di Milleunavoce – Ci siamo immaginati quindi, un Presidente del Consiglio che, in compagnia della fidanzata dopo aver annunciato un rinvio della riapertura delle spiagge al prossimo anno, si reca in spiaggia per godersi il mare in assoluto relax. Ma l’inganno viene scoperto e scatta la ribellione di tutti noi bambini».

Il coro Milleunavoce è composto da bambini di età compresa tra i 5 e i 18 anni. I progetti di Milleunavoce sono multidisciplinari: includono canto, danza e recitazione, inoltre durante l’anno gli alunni hanno modo di mettersi alla prova con diverse attività tra partecipazioni tv, registrazioni in studio di Medley, canzoni e videoclip. Grazie alla loro energia, vivacità e talento prendono forma spettacoli di musical ed esibizioni canore i cui proventi vengono interamente devoluti ad Associazioni a scopo benefico. Dopo più di 20 anni di esperienze e spettacoli con l’Associazione culturale Art Ballet, la coreografa e ballerina Vicky Martinez fonda a Roma la scuola di musical e coro Milleunavoce. Collaborano con l’accademia il Maestro Andrea Casamento (direttore artistico direttore di coro, musicista, autore, compositore di ventennale esperienza), Rita Pilato Dyandra Daniele e Belia Martìn. Tra le associazioni che hanno beneficiato degli incassi raccolti negli spettacoli ci sono: Lega del filo d’oro, A.I.R.C. (Associazione italiana ricerca sul cancro), Onlus A.I.S.Mo. (Associazione italiana sindrome di Moebius), Discovery smile Onlus. In pochi anni il coro Milleunavoce ha preso parte a diverse e importanti trasmissioni televisive come Telethon, Buon compleanno Pippo, La prova del cuoco, Italia sì.

Sito Ufficiale: https://milleunavoce.it
Instagram: www.instagram.com/milleunavoceofficial
TikTok: www.tiktok.com/@milleunavoceofficial
YouTube: https://bit.ly/2BPnLb2
Facebook: www.facebook.com/milleunavoce
Spotify: https://spoti.fi/2ZOQh4r

LOVE ME LAND”: esce oggi il nuovo singolo di Zara Larsson

Oggi, venerdì 10 luglio, è uscito in digitale “LOVE ME LAND” (TEN / Epic Records/Sony Music), il nuovo singolo dell’artista multiplatino ZARA LARSSON, che anticipa il suo secondo album di prossima uscita.

Il videoclip ufficiale del singolo sarà disponibile dalle ore 16:00.

Scritto insieme a Justin Tranter e Julia Michaels (Justin Bieber, Selena Gomez, Dua Lipa), “LOVE ME LAND” inizia con la voce cristallina di Zara Larsson, per poi dare spazio a una sensuale linea di bassi che risuona e crea la base perfetta per gli archi e l’ammaliante falsetto dell’artista.

Il brano integra elementi tipici della pop-dance svedese con le sonorità del moderno R&B. La canzone anticipa il nuovo e attesissimo album, che promette già di essere uno dei più grandi successi pop dell’anno.

Riguardo al nuovo singolo, Zara Larsson afferma: «Ho scritto “Love Me Land” con i miei amici Justin e Julia dopo un lungo periodo di scrittura per il mio secondo album internazionale. Mi è sembrato una specie di momento “eureka” mentre comprendevo il percorso che ho fatto per scoprire cosa significa essere una donna e un’artista. La canzone parla di quando ci si innamora accidentalmente e del saper gestire questo amore; penso che combini due cose che amo e che facciano bene: l’empowerment femminile e i brani pop! Al momento, stiamo tutti vivendo questo spaventoso mondo sconosciuto e dobbiamo affrontare alcune realtà difficili, spero che questa canzone possa regalare un po’ di evasione a tutti, perché a volte ballare può distrarre da tutto, anche solo per un momento».

Tutte le donne hanno dei superpoteri, con i suoi Zara Larsson valorizza e porta avanti la cultura e la musica pop con inni emancipatori, illuminati e motivazionali. Il suo album del 2017 “So Good”, certificato oro (RIIA), spicca notevolmente per essere il “secondo album di debutto di un’artista femminile con più stream su Spotify”, totalizzando più di 5 miliardi di stream. Il suo repertorio, sempre in crescita, vanta una serie di successi, tra cui “Never Forget You” con MNEK (triplo platino), “I Would Like” (oro in Italia), “Lush Life” (triplo platino in Italia), “Ain’t My Fault” (platino in Italia) e, più recentemente, “Ruin My Life” (oro). Tra numerose nomination, Zara Larsson ha ricevuto vari riconoscimenti e onorificenze ai Swedish Grammy Awards, ai Nickelodeon Kids’ Choice Awards, agli MTV EMA e tanti altri. Nel 2017 si è esibita per il Concerto per la Pace del Premio Nobel con il brano certificato platino “Symphony” insieme ai Clean Bandit. Rialzandosi dal lockdown con fierezza, determinazione e spirito femminista, Zara arriva con un corpus audace e vastissimo per il suo secondo album.

Renzo Arbore ed i 50 anni di “Alto gradimento”

Cinquant’anni fa, era esattamente il 7 luglio del 1970, debuttava in radio Alto Gradimento, la trasmissione cult che ha cambiato la storia dello spettacolo italiano.

Era un format brillante, nuovo e fresco che mescolava chiacchiere in libertà, canzoni e incursioni di personaggi paradossali ed esilaranti, in un’atmosfera di grande allegria.

«Io e Gianni Boncompagni, insieme a Mario Marenco e Giorgio Bracardi, abbiamo rinnovato una radiofonia che in quel periodo sembrava destinata a essere prevaricata dalla tv – ricorda Renzo ArboreA maggio di 50 anni fa salutammo per sempre Bandiera gialla, programma con cui dimostrammo che la radio poteva continuare a essere la beniamina dei giovani. Ma con Alto gradimento l’operazione di rinnovamento fu ancora più importante perché fece capire che la radiofonia era e restava il media più veloce, versatile e virale».

Buon compleanno “Alto Gradimento”!

A partire da giovedì 9 luglio BOOSTA torna live sui palchi di prestigiose location italiane con il tour “BOOSTOLOGY”

A partire da giovedì 9 luglio BOOSTA torna live sui palchi di prestigiose location italiane con il tour “BOOSTOLOGY”, un concerto passeggiato che percorre i sentieri meno battuti della musica contemporanea del ‘900 e le pietre miliari del proprio repertorio pianistico fino a svelare alcune sue composizioni inedite, di prossima uscita.

Inoltre, venerdì 17 luglio, Boosta sarà protagonista di un evento al Castello Sforzesco di Milano (Piazza Castello – apertura porte 21.30), suggestiva cornice in cui lo scorso novembre ha presentato il progetto da solista “R-Nascimento”.

Se esiste una colonna sonora dei pensieri di ognuno nell’estate più strana del secolo, un artista come Boosta sa sicuramente come darle vita.

Durante i concerti di “Boostology”, fondendo pianoforte ed elettronica, Boosta accompagnerà il pubblico in un vero e proprio viaggio alla scoperta delle diverse sfumature della musica e della sua unica valenza: essere un collante sociale ed emotivo.

«È la prima volta che mi permetterò̀ di girare così “svestito” – dichiara Boosta – Spero possa essere una bella scoperta. Per voi. Per me».

Queste le prime date attualmente confermate del tour organizzato e prodotto da Ponderosa Music&Art (calendario in aggiornamento):

9 luglio – Correggio (RE) – Festival Mundus (info biglietti https://bit.ly/2VIJkkq)

24 luglio – Verucchio (RM) – Verucchio Festival (info biglietti https://bit.ly/2VC4dxl)

9 agosto – Codroipo (UD) – Villa Manin Estate (info biglietti https://bit.ly/3inZhGm)

15 settembre – Fiesole (FI) – Teatro Romano (info biglietti https://bit.ly/2VH1fb3)

I biglietti per i concerti sono disponibili sui principali circuiti di prevendita.

Venerdì 17 luglio, invece, Boosta si esibirà al Castello Sforzesco di Milano per un evento unico organizzato da Le Cannibile, in occasione della rassegna Estate Sforzesca 2020, promossa e coordinata dal Comune di Milano|Cultura e cuore anche di “Aria di Cultura”, il palinsesto di iniziative che accompagna la ripresa dello spettacolo dal vivo e delle attività culturali in città.

Un’occasione speciale in cui Boosta passeggerà tra strumenti grandi e piccoli, tra suoni, canzoni e ispirazioni della sua memoria e della musica che ama.

Le prevendite per il concerto sono disponibili al seguente link: https://bit.ly/boostalc-tickets

Per info sull’evento: https://bit.ly/lc-estatesforzesca20

Davide “Boosta” Dileo, torinese, classe 1974 è un artista poliedrico con una carriera più che ventennale. Musicista, dj, compositore, autore e produttore, ma anche conduttore radio-televisivo e scrittore. Tastierista e co-fondatore dei Subsonica, band con all’attivo 8 album in studio – 8 dischi di platino, con più di 500.000 copie vendute – 4 cd live ed un’interminabile carriera dal vivo. Come autore e compositore ha realizzato, tra gli altri, brani per Mina quali: “Non ti voglio più”, contenuto nell’album “Facile” e “La Clessidra” contenuto in “Caramella”. Boosta è considerato uno dei migliori Dj italiani, inserito nelle più importanti situazioni elettroniche e con esperienza alla consolle dei migliori club, da Ibiza a Zurigo. Compositore di colonne per il cinema e serie tv, tra cui “1992” e “1993” prodotte da Sky. Dal 2018 è direttore artistico dell’etichetta Cramps Records di Sony Music. Oltre alla carriera artistica coltiva la passione per il volo, è pilota privato e sta studiando per il conseguimento del brevetto come pilota di linea.

Venerdì 10 luglio esce sulle piattaforme streaming e in digital download “VENGO DALLA STRADA”, singolo autobiografico di JAMIL

Venerdì 10 luglio esce sulle piattaforme streaming e in digital download “VENGO DALLA STRADA”, singolo autobiografico di JAMIL, rapper classe ’91 provocatorio, introspettivo, controcorrente.

Disponibile da oggi il pre-save: backl.ink/vengodallastrada

“VENGO DALLA STRADA”, prodotto da Jaws producer della Baida Army, è il singolo più personale che sia mai stato scritto da Jamil. Racconta la storia della sua famiglia, del suo modo di essere, della sua scelta di restare indipendente insieme alla sua squadra, la Baida Army. È un biglietto da visita di quello che sarà il nuovo album di prossima uscita.

Jamil in questi anni ha ottenuto milioni di ascolti su tutte le piattaforme streaming ma soprattutto si è fatto conoscere per il mordente e l’autenticità che rendono il suo stile estremamente personale. Le sue liriche sfrontate, dallo stile aggressivo e incalzante, lo hanno reso noto per la sua grande abilità nei dissing che ha coinvolto innumerevoli rapper italiani.

Nato in Italia con origini persiane, vive a Verona, dove risiede anche il suo gruppo multiculturale “Baida Army”, col tempo diventato anche la sua etichetta discografica, che si occupa di tutti i suoi progetti. Dopo un disco ufficiale (Il Nirvana), 2 mixtape (Black Book e Black Book 2), nel 2018 pubblica l’album “Most Hated” e in seguito la deluxe edition (nel 2019), con cinque brani inediti, che debutta nella top10 della chart ufficiale FIMI/GfK Italia. È un grande appassionato di cinema, infatti cura regia e montaggio di tutti i suoi videoclip musicali. A febbraio è uscito il suo ultimo singolo “Come me (ft. Nayt)” che ha totalizzato più di 5 milioni di stream sulle varie piattaforme e a marzo ha pubblicato la “Poesia per l’Italia” in cui racconta il suo punto di vista personale sull’emergenza sanitaria.

Domenica 5 luglio si terrà l’evento “DANIELE DURANTE: TARANTA!” al Castello Sforzesco di Milano

Domenica 5 luglio si terrà l’evento “DANIELE DURANTE: TARANTA!” al Castello Sforzesco di Milano (Cortile delle Armi – inizio spettacolo ore 20.45 – ingresso 15 euro). I biglietti si possono acquistare presso il sito www.contaminafro.com e presso la biglietteria del Castello Sforzesco il giorno del concerto (a partire dalle ore 17.30).

L’evento, uno spettacolo speciale che porta la Taranta salentina nel capoluogo lombardo per la prima volta dopo l’emergenza sanitaria, si inserisce all’interno di Estate Sforzesca 2020, la rassegna promossa e coordinata dal Comune di Milano|Cultura, al cuore anche di “Aria di Cultura”, il palinsesto di iniziative che accompagna la ripresa dello spettacolo dal vivo e delle attività culturali in città.

“DANIELE DURANTE: TARANTA!” è parte di ASPETTANDO CONTAMINAFRO 2020, anteprima della 7°edizione del festival delle culture contemporanee CONTAMINAFRO 2020 che si terrà a Milano in autunno.

Per l’occasione DANIELE DURANTE (direttore artistico de La Notte della Taranta e fondatore del Canzoniere Grecanico Salentino), ha selezionato alcuni tra i migliori artisti salentini di pizzica e taranta, creando una progetto unico nel suo genere che nella sua coralità e diversità rappresenta appieno lo spirito di Contaminafro e l’unione di culture diverse.

A coordinare l’incontro tra la cultura africana e quella salentina è GIOVANNI AMIGHETTI, musicista e produttore artistico per diversi progetti world music internazionali con Ayub Ogada, Terem Quartet, Mari Boine, Fred Frith, Jeff Coffin, Wu Fei, David Rhodes, Guo Yue, Joji Hirota, Adel Salameh, Faris Amine, Shan Qi, Giulio Capiozzo tra gli altri, che suonerà sul palco domenica sera.

«Lo spettacolo del 5 Luglio, oltre a riproporre la Taranta a Milano in un periodo in cui non si pensava possibile grazie all’interessamento diretto del Maestro Daniele Durante e dei suoi fantastici musicisti, permette anche di riportare dal vivo quella sperimentazione tipica del Festival Contaminafro – afferma Giovanni Amighetti – con la giovane Prudence, cantante molto molto interessante dalla Costa d’Avorio che interagirà in diversi brani, Daniel Kollé, che tornerà per collaborare nel brano “Solo Andata” sugli scritti di Erri De Luca, e infine Naby Eco Camara che integrerà le sonorità del Balaphon della Guinea ai fiati di Giulio Bianco e al violino di Mauro Durante, assieme alla ritmica coinvolgente di Valerio Combass degli Aprés La Classe e Antonio Dema».

Sul palco di “DANIELE DURANTE: TARANTA!” si assisterà ad incontri musicali speciali ed unici. Daniele Durante suonerà di nuovo dopo 9 anni insieme al figlio Mauro, attuale leader del Canzoniere Grecanico Salentino e solista per Ludovico Einaudi. Insieme si esibiranno anche sulle note del brano composto a quattro mani “Solo andata”, sul testo scritto da Erri De Luca (e diventato un videoclip diretto da Alessandro Gassmann).

Non solo la grande tradizione di pizzica e taranta sarà protagonista della serata, ma anche l’incontro tra i musicisti salentini e artisti africani come quello con la giovane ivoriana PRUDENCE, che presenterà in anteprima assoluta il suo brano “Black or white all the same!”, con il cantante camerunense DANIEL KOLLÈ, già ospite dell’Orchestra Popolare de La Notte della Taranta, e con il virtuoso del balafon NABY ECO CAMARA, già musicista per Ludovico Einaudi e Youssou N’ Dour.

La band di “DANIELE DURANTE: TARANTA!” che si esibirà sul palco del Castello Sforzesco di Milano è composta da Marco Perrone “Puccia” (voci e accordeon, Aprés La Classe), Mauro Durante (violino e tamburello Canzoniere Grecanico Salentino), Francesca Della Monaca (Antonio Amato Ensemble), Giulio Bianco (fiati Canzoniere Grecanico Salentino), Valerio “Combass” Bruno (basso Aprés La Classe), Giovanni Amighetti (synths analogici Realworld – Shan Qi) Antonio Dema batteria (vincitore del contest scandinavo ShureDrumMastery) e Daniele Durante stesso (chitarre, voce).

Ad aprire la serata sarà la cantautrice lucana ROSMY che per l’occasione canterà per la prima volta dal vivo il suo nuovo singolo “HO TUTTO TRANNE TE”, attualmente in radio e disponibile in digitale. Proporrà anche altri due brani dal suo repertorio, in una speciale versione unplugged con percussioni e chitarra: “FAMMI CREDERE ALL’ETERNO” e “NINNA NANNA”, una tradizionale nenia lucana che per l’occasione reinterpreterà insieme all’ artista ivoriana Prudence. Sul palco ROSMY sarà accompagnata da Michele Boni alla chitarra, Francesco Marcello Sette alle percussioni e Mattia Boschi al violoncello.

Prima del concerto, nello spirito del Festival Contaminafro-Identità in Evoluzione 2020, si terrà un breve incontro sul palco che coinvolgerà Daniele Durante, Lazare Ohandja direttore artistico del Festival e Zhang ChangXiao, meglio conosciuto come Sean White scrittore cinese e autore dei libri “Creuza de Mao” e “La Costellazione del Dragone”, un libro arrivato in libreria durante l’emergenza coronavirus che vuole provare a combattere la psicosi e i pregiudizi contro i cinesi in Italia.

L’evento, che si svolgerà nel pieno rispetto delle vigenti norme di sicurezza, é realizzato grazie al prezioso contributo di “Vini Guglielmini: vini di Milano dal 1949” (www.viniguglielmini.com), “Altavia Vini di Liguria: interpretazioni di Rossese e Vermentino” (www.altavia.im.it) e “RedInside guida nel mondo dei vini” (emanuelaredinside.wordpress.com), in collaborazione con Colori d’Africa – APS.

“Un palcoscenico per Milano”: questo il titolo dell’edizione 2020 che si propone, dopo il lungo periodo di lockdown, come una vera e propria piattaforma di sperimentazione per nuovi processi di produzione e nuove forme di accesso all’aperto allo spettacolo dal vivo, nel rispetto delle misure previste dalla legge. Infine, Il programma è disponibile sul sito www.yesmilano.it/estatesforzesca .

Stop alla XX edizione della rassegna “Brividi d’estate” al Real Orto Botanico di Napoli

Abbiamo sperato fino all’ultimo di non doverlo annunciare, ma purtroppo è arrivata la conferma definitiva; la XX edizione della rassegna Brividi d’Estate al Real Orto Botanico di Napoli quest’anno non avrà luogo.

Il Rettorato e la Direzione dell’Università Federico II di Napoli si sono dovuti attenere ai protocolli previsti dalla sicurezza dell’Ateneo, e, a malincuore, imporre una pausa forzata ad una manifestazione che, quest’anno, avrebbe festeggiato il suo ventesimo compleanno.

L’auspicio di tutti è che, laddove le condizioni lo permettano, a settembre, in forma ridotta si possa festeggiare questo anniversario mancato.

Per noi, per tutti gli artisti che da vent’anni partecipano alla nostra rassegna, e per la direzione dell’Orto, è un colpo al cuore dover fermare un appuntamento tanto atteso. Garantiremo, anche grazie al sostegno dell’amministrazione comunale, il proseguimento delle nostre iniziative estive, ma non ce la sentiamo di annunciare la “dislocazione” della rassegna.

Brividi d’Estate è una creatura nata e cresciuta all’ombra di un parco botanico meraviglioso, e se non ora, sicuramente appena possibile, tornerà tra quei viali e all’ombra di quegli alberi che per anni l’hanno accolta, amata e fatta amare.

Tutto pronto per l’edizione 2020 del Vebo, il salone internazionale della bomboniera, regalo, casa in programma a Napoli dal 2 al 5 ottobre.  La diciannovesima edizione dell’esposizione, nonostante il difficile momento storico sanitario, si svolgerà regolarmente nel quartiere fieristico della Mostra d’Oltremare nel capoluogo campano e presenterà un format particolare.

Vebo, salone della bomboniera, regalo e casa, è la prima esposizione ad inaugurare il ciclo delle fiere autunnali alla Mostra d’Oltremare di Napoli. “Non sarà una manifestazione facile da organizzare – dichiara l’AD Luciano Paulillo – dobbiamo affrontare un protocollo nel pieno rispetto dell’emergenza Covid 19 che ci costringerà ad assumere una valutazione di gestione particolare. Basti pensare che lo stesso ente fieristico non ha ancora indicato un protocollo interno. Inoltre la nostra B2B solitamente richiede otto mesi di tempo per l’organizzazione, mentre ora la dovremmo fare in soli due mesi”.

La società organizzatrice del presidente Paulillo ha studiato un programma fieristico che terrà presente le disposizioni di gestione, e quindi secondo il protocollo delle fiere, nel pieno rispetto delle attuali regole del distanziamento. Allo stesso tempo, ha immaginato una nuova formula del salone. Le soluzioni progettate, con un’eventuale riduzione dello spazio complessivo rispetto agli anni scorsi, prevedono padiglioni tematici e percorso libero, consentendo così ai visitatori una ricerca specializzata del prodotto.

Ma non solo, le adesioni giunte ad oggi all’organizzazione indicano un cambio di tendenze: in aumento le aziende espositrici del regalo ed oggettistica, rispetto a quelle della bomboniera, con particolare attenzione alla mise en place, mentre costante, ma forse in crescita rispetto agli anni passati, la partecipazione di ditte produttrici del confetto, sempre più protagonista di momenti di degustazione, non solo in occasione delle cerimonie.

Indubbiamente l’atteggiamento imprenditoriale degli organizzatori rappresenta il progetto pilota per la stessa Mostra d’Oltremare che a tutt’oggi non sa dare indicazioni né in merito alle procedure né, soprattutto, in riferimento alle condizioni economiche da applicare agli organizzatori fieristici che comunque rischiano completamente in proprio.

Rischiare soldi, tempo, lavoro ed impegno fa parte del rischio che un imprenditore deve assumersi per sviluppare la propria impresa, ma questo non vuol dire che bisogna brancolare nel buio – continua Paulillo – avremmo bisogno di regole certe da trasferire ai nostri espositori che investono tra i 15mila e i 50mila euro per partecipare alla quattro giorni espositiva in programma dal 2 al 5 ottobre prossimo”.

La palla passa ora alla Camera di Commercio, alla Regione Campania, al Comune di Napoli, soci della MdO Spa, cercando di dimostrare, una volta tanto, capacità di gestione che non può e non deve dipendere esclusivamente dei guai dei quadri dirigenziali dell’ente fieristico partenopeo.

 Piazze d’incontro allestite nei padiglioni, come veri e propri punti per favorire gli scambi di opinione e di dialogo tra le diverse categorie presenti in fiera (negozianti, rappresentanti, aziende, distributori, etc), ma anche workshop tematici, laboratori creativi, insieme alla cerimonia di assegnazione dei Vebo Award – i riconoscimenti alla produzione del settore – completeranno il calendario della quattro giorni in programma dal 2 al 5 ottobre a Napoli.