Archivio Categoria: News

Rogiosi Editore presenta C’ERA UNA (PRIMA) VOLTA di CLAUDIO GUERRINI

Dal PRIMO FEBBRAIO nelle migliori librerie, su Amazon e sugli store on line

Presentazione in anteprima nazionale a Casa Sanremo

Martedì 4 febbraio | ore 19

Claudio Guerrini, conduttore radiotelevisivo, firma del settimanale Vero, doppiatore e deejay pubblica, con Rogiosi Editore, il suo libro di esordio dal titolo “C’era una (prima) volta”. Il lavoro editoriale di Guerrini trascina il lettore in una girandola di emozioni che solo le favole più belle possono trasmettere: incontri (e lunghe chiacchierate) con Enrico Mentana, Giuliano Sangiorgi, Noemi, Paolo Genovese, Virginia Raggi, Paolo Rossi, Dario Ballantini, Ludovica Pagani, Michele Guardì, Giovanni Malagò, Sandra Milo, Eduardo Montefusco, Francesca Stella. “C’era una (prima) volta” sarà presentato in anteprima nazionale a Casa Sanremo nel Teatro Ivan Graziani, martedì 4 febbraio, alle 19, nell’ambito della rassegna “Writers”.

Inserire nel catalogo Rogiosi il libro di esordio di Claudio Guerrini è una grande soddisfazione professionale – racconta Rosario Bianco –. Come centinaia di migliaia di italiani ascolto RDS e Guerrini è uno tra gli speaker che seguo con più interesse. È stato un vero piacere incontrarlo e lavorare con lui. Inizia un grande anno editoriale per Rogiosi, il progetto a cui da anni lavoro con passione e che, tra le tante cose a cui mi dedico, occupa un posto speciale nelle mie giornate”.

Scrivere il mio primo libro è stata un’esperienza bellissima e devastante. Sono molto sincero, come lo sono sempre in radio, in televisione, ovunque io parli: cosa che mi è costata tanto. Spero non mi costerà anche con i protagonisti di questa mia prima opera, perché l’ho scritta con altrettanta sincerità, mettendoci sempre del mio. Ringrazio Rosario Bianco che ha subito appoggiato questa mia idea e spero non si sia pentito!”, racconta Claudio Guerrini, che aggiunge: “È stato un libro molto impegnativo, l’ho scritto in tre mesi. Non so come abbia fatto: ho scritto quasi sempre di notte, perché di giorno facevo altre mille cose. Vedevo l’alba mentre finivo di scrivere le ultime righe. Sono storie diverse di personaggi più o meno famosi, che mi hanno regalato le loro prime volte in amore, sul lavoro. Le prime volte in cui hanno provato la passione per qualcosa che poi hanno continuato per tutta la vita, quando ancora non erano quelli che poi sono diventati. E poi ci sono altre storie che io ritengo molto divertenti e, in qualche caso, toccanti. La mia prefazione doveva essere solo una piccola anteprima di quello che avrei raccontato di tutti i protagonisti del mio libro. In realtà, poi, mi sono lasciato andare e mi sono divertito a raccontare un po’ di mie prime volte. Tant’è che se qualcuno crederà ancora in me, magari il mio editore mi resta accanto, sto pensando di fare una seconda opera. Scrivere è un’emozione bellissima. Spero che il libro piacerà a chi lo leggerà, perché ci ho messo davvero il cuore, senza neanche una bugia. Le favole iniziano sempre con ‘C’era una volta’; questa inizia con ‘C’era una (prima) volta’ e nelle primissime pagine spiego perché”.

Dopo aver trascorso una vita in radio, aver vissuto molteplici esperienze televisive e aver frequentato stadi, piazze e palchi per tanti eventi ‘live’, Claudio Guerrini ha deciso, quindi,  di raccontare e di raccontarsi con un linguaggio diverso.

Per costruire questa sua prima opera ha incontrato alcuni tra i più interessanti personaggi 

dello spettacolo, dello sport e della cultura, privilegiando quelli con cui ha costruito, 

nel tempo, un autentico rapporto personale e che si sono aperti con lui senza barriere. 

Protagonisti di questo libro sono i momenti che hanno rappresentato il vero punto di svolta nelle carriere di grande successo. Come ci sono riusciti? Perché è toccato proprio a loro? Talento, sudore, fortuna, perseveranza, faccia tosta: di cosa hanno avuto bisogno per raggiungere così grandi traguardi? Ricordi che fanno sorridere, pensare, talvolta commuovere. Ai quali Claudio ha voluto aggiungere la storia di un’amica speciale che sta combattendo, da vera leonessa, una terribile e coraggiosa battaglia.

Perché di prime volte, nella vita, ne dobbiamo affrontare tante, ma non sappiamo mai quale sarà la prossima.

Perché ogni vita è una favola, ma non ne conosciamo il finale.

Qui, Claudio Guerrini e i suoi amici, raccontano al lettore come può cominciare… 

Gianluca Mech sbarca a “Casa Sanremo” per svelare “I segreti delle piante per una voce sempre giovane”

Martedì  4 febbraio, alle ore 15 presso il PalaFiori di Sanremo, nell’ambito della tredicesima edizione di Casa Sanremo, si terrà un attesissimo incontro che vedrà protagonista il guru delle diete Gianluca Mech, intitolato “I segreti delle piante  per una voce sempre giovane”.  Accanto all’imprenditore di Tisanoreica, ci saranno Roberta Capua, sua partner nel programma del day time domenicale di La7, “L’ingrediente perfetto” e Claudio Guerrini, speaker di RDS nonché conduttore televisivo.

 “Tornare a Sanremo, durante i giorni del Festival della canzone italiana, per me è sempre una grande emozione- dichiara Gianluca Mech, aggiungendo – Quest’anno, però, lo è ancora di più visto che sono onorato di questa nuova collaborazione con ‘Casa Sanremo’ e di questo evento che mi permetterà di offrire, specialmente a chi salirà sul palco dell’Ariston, preziosi consigli su come preservare e curare la propria voce, avvalendosi di specifici rimedi naturali”.

Contemporaneamente al suo impegno nella Città dei fiori, Gianluca Mech continua a ottenere ascolti positivi nel cast dei programmi di Rete4 “Ricette all’italiana” e di La7 “L’ingrediente perfetto”. Il suo ultimo libro, “La pubblicità è un gioco”, edito da Cairo Editore. è un grande successo editoriale.

TECNOLOGIA, L’AVATAR FACTORY MADE IN ITALY DI IGOODI SBARCA IN GIAPPONE

CONCORRE AL TITOLO DI STARTUP PIÙ INNOVATIVA AL MONDO

Dopo la vittoria nella tappa italiana dell’Open Innovation Contest di NTT DATA, concorso internazionale nato per accelerare la crescita delle startup più innovative, il team IGOODI è in partenza per Tokyo per partecipare alla finale insieme ad altre 27 startup selezionate in tutto il mondo. Tra i contendenti giovani imprenditori da Stati Uniti, Cina, Messico, Canada, Israele e India.

Un importante premio da 100mila dollari da investire in ricerca e sviluppo dei propri progetti e un ambizioso percorso d’inserimento sul mercato globale attraverso il network dei giapponesi di NTT DATA, uno dei principali player a livello mondiale nell’ambito dell’information technology. È questo il traguardo a cui aspira IGOODI, la prima “Avatar Factory100% made in Italy, pronta a prendere il volo per Tokyo dove parteciperà alla finale mondiale dell’Open Innovation Contest in programma il 23 e il 24 gennaio nella capitale nipponica. Guidata dal CEO Billy Berlusconi, IGOODI (igoodi.eu) presenterà la sua avanzata piattaforma tecnologica The Digital You” nell’headquarter di NTT DATA nel corso della prima giornata dell’evento, e sul palco dell’InterContinental ANA Tokyo davanti a un pubblico qualificato nella giornata finale. Con il motto di “Let’s change the world together”, l’autorevole competizione internazionale è nata per selezionare le startup più innovative a livello internazionale, in grado di proporre soluzioni rivoluzionarie in ambito di information technology.

“Essere considerati fra le più innovative startup a livello globale da un colosso della tecnologia come NTT DATA è per noi motivo di grande orgoglio, ancora di più considerando che siamo presenti sul mercato da soli 6 mesi – spiega Billy Berlusconi, CEO di IGOODI – Al tempo stesso siamo davvero interessati a confrontare la nostra vision di umanesimo digitale con le culture, la società e i mercati dell’Estremo Oriente, molto vicini per loro stessa natura al concetto, alla figura e alla valorizzazione dell’avatar; IGOODI vuole infatti essere un ponte tra l’io fisico e l’io digitale, per questo portiamo sul mercato una piattaforma tecnologica in grado di supportare prodotti e servizi in settori in cui l’avatar di ognuno di noi si dimostrerà un utile assistente in grado di semplificarci la vita: dal fashion agli e-commerce, dal wellness al medicale, dai social fino agli e-sport”. A contendere il titolo a IGOODI oltre agli italiani di MDOTM, vincitori assieme alla “avatar factory” della tappa italiana dell’Open Innovation Contest di NTT DATA tenutasi lo scorso dicembre a Milano, saranno presenti ben 26 startup selezionate durante le finali locali svoltesi in 16 città in giro per il mondo: imprenditori e innovatori da Stati Uniti, Cina, Messico, Canada, Israele, India, Giappone, Cile, Brasile, Portogallo, Gran Bretagna, Estonia e Germania stanno per partire per un lungo viaggio alla volta del Sol Levante con l’ambizione di portarsi a casa l’ambito premio e diffondere a livello internazionale le proprie intuizioni grazie al supporto di un importante partner.

AVATAR CON ABITO

CASA SANREMO XIII EDIZIONE

SIGLA PARTNERSHIP CON RAI

E DIVENTA UFFICIALMENTE “LA CASA DEL FESTIVAL”

Casa Sanremo, creata ideata e realizzata 13 anni fa dal Consorzio Gruppo Eventi, arriva a una data importante della sua storia, firmando una partnership con RAI e diventando ufficialmente “La Casa del Festival”. Il taglio del nastro avverrà domenica 2 febbraio, alle 19, con il Presidente del Consorzio Gruppi Eventi Vincenzo Russolillo al fianco di Antonio Marano, Presidente di Rai Pubblicità.

“Questa è un’edizione molto importante per Casa Sanremo – afferma Vincenzo Russolillo, Presidente di Consorzio Gruppo Eventi – La crescita del progetto, nato 13 anni fa da un’idea condivisa con Mauro Marino, oggi diventa più forte e concreta nella partnership con RAI, che si traduce in un lavoro incrociato, fianco a fianco con la Tv di Stato, e diventa esponenziale e esplosiva con “Tra palco e città” e la triangolazione con il Teatro Ariston e il grande palco di Piazza Colombo. Restano alcuni punti fermi, che il pubblico ha imparato ad amare, come l’opportunità di vedere il Festival in diretta sui megaschermi allestiti nei teatri di Casa Sanremo e l’ampio planning di eventi, che mette in vetrina tanti ambiti, dal social alla cultura, al food, per permettere a cittadini, turisti e addetti ai lavori, che in quei giorni affollano Sanremo, di vivere con uno spirito di euforia la settimana del Festival della musica italiana. Oggi, finalmente vediamo realizzato il nostro sogno: quello di essere parte integrante dell’evento più seguito dagli italiani”.

“Quest’anno – afferma Antonio Marano, Presidente di Rai Pubblicità –, grazie alla partnership siglata da Rai e Rai Pubblicità con il Consorzio Gruppo Eventi, Casa Sanremo diventa un luogo ancor più vivo e pulsante, dove arriveranno tutti gli ospiti della kermesse canora più amata di Italia e dove saranno ospitati una serie di eventi istituzionali, culturali e musicali aperti al numeroso pubblico sanremese, che, come sempre, potrà accedere ai teatri anche per seguire il Festival sui megaschermi. Dalla mattina alla notte, con una programmazione che culmina nell’atteso Altro Festival, Casa Sanremo ospiterà nella VIP Lounge Mango collegamenti in diretta con le trasmissioni RAI del daytime e accenderà le notti sanremesi con showcase degli artisti in gara e dj set a cura di Radio2”. Ma le novità non si fermano qua. In occasione della 70ª edizione, il Festival esce dall’Ariston per coinvolgere come mai prima d’ora la città di Sanremo, con il progetto crossmediale “Tra palco e città”, la cui produzione esecutiva è stata affidata proprio al Consorzio Gruppo Eventi, che porterà l’intrattenimento della settimana del Festival tra la gente nelle piazze e nei palazzi storici della città. Un lungo red carpet collegherà il Teatro Ariston a Casa Sanremo, passando per Piazza Colombo, dove sarà collocato un grande palco, sede dei programmi TV e Radio della Rai e main stage degli eventi collaterali, con concerti ed esibizioni dalla mattina fino a notte fonda

Ski College Bachmann: il liceo dei “campioni” compie 20 anni

L’unico progetto educativo italiano statale al servizio dello sport

Sport e scuola allenano la vita

Lo Ski College Bachmann nasce nell’anno scolastico 2000/2001 grazie all’intuizione di due professoresse: Tiziana Candonioggi coordinatore didattico e sportivo, e Lucia Negrisin, attualmente dirigente scolastico presso un’altra scuola. Tale Istituto d’Istruzione Superiore, l’unico in Italia al servizio dello sport e il primo liceo in Italia a proporre un progetto sugli sport invernali, si è fin da subito rivolto agli atleti delle discipline sportive invernali (discesa, snowboard, fondo e salto) che, in uscita dalla scuola secondaria di primo grado, intendevano proseguire gli studi nella scuola statale e conseguire il diploma di maturità scientifica. E così è ancora oggi, naturalmente con alcune implementazioni ed evoluzioni.  Il progetto si accaparrò fin da subito il sostegno della Regione Friuli-Venezia Giulia, della Provincia di Udine, del Comune di Tarvisio, del CONI e della FISI Nazionale.
Quest’anno la scuola festeggia il ventennale riconfermando l’intenzione di consolidare la sua attività formativa e il prestigioso percorso agonistico, rendendola sempre più moderna e quindi al passo con i tempi.  L’Istituto, frequentato da studenti-atleti con diverse provenienze nazionali e internazionali, contribuisce alla formazione interculturale per la futura carriera agonistica e professionale dei ragazzi.

Liceo Scientifico per gli Sport Invernali dedicato agli agonisti
Il liceo Bachmann ha come obiettivo primario quello di supportare la crescita degli studenti-atleti sotto il profilo didattico e sotto il profilo sportivo. Dà dunque l’opportunità di crescere in maniera sana attraverso lo sport e i valori educativi da esso trasmessi.  Conciliare l’attività sportiva di alto livello e un percorso formativo di qualità riesce complicato se si adottano i tradizionali schemi di giudizio, perciò il metodo utilizzato in questo liceo sfrutta la flessibilità didattica costruendo un percorso scolastico di livello personalizzato, adattato attorno agli impegni agonistici dei ragazzi. Ne consegue un percorso di studi scandito da tempi e caratterizzato da metodologie che devono soddisfare sia gli impegni agonistici che quelli formativi.
Sono richieste abilità agonistiche acquisite per le diverse discipline degli sport invernali. Essendo un liceo scientifico, chi ivi si diploma può iscriversi a tutti i corsi di laurea.  L’impostazione didattica confluisce in un’impostazione formativa professionalizzante che consente agli studenti di acquisire competenze lavorative e organizzative spendibili nel mondo dello sport. Infatti, i diplomati potranno accedere a successivi corsi professionali specifici sui mestieri della montagna e alle selezioni per diventare maestri di sci.
Rilevante è l’attenzione data alla motricità sportiva: accanto alle discipline dello sci alpino, di fondo, del salto, c’è tutto un sistema di preparazione motoria, con quattro preparatori atletici tra cui Bruno Anzine (vent’anni in Coppa del Mondo), che ha seguito atleti vincenti e popolari come Deborah Compagnoni e Kristian Ghedina.

Liceo Scientifico Sportivo (dedicato al multisport)
Non sono richieste particolari abilità o preparazioni specifiche per accedere al Liceo Scientifico Sportivo di nuova generazione (multisport).
Il liceo Bachmann offre l’opportunità di praticare numerose attività sportive all’interno del piano di studi e del normale orario scolastico. Il progetto prevede che alle consuete attività di scienze motorie si accompagni lo studio teorico/pratico di sport individuali (atletica leggera, tennis, karate, sci, etc.) e di squadra (pallavolo, calcetto, basket, etc.). Gli studenti sono seguiti da insegnanti di scienze motorie e allenatori specializzati provenienti dalle varie Federazioni (per un totale di 6 ore curriculari a settimana).
A integrazione dell’attività curricolare al pomeriggio i ragazzi possono beneficiare delle risorse messe a disposizione dal territorio. Con un contributo extra hanno l’occasione di frequentare dei corsi di sci alpino, di sci nordico, di snowboard, di trekking, di nordic walking, di arrampicata sportiva, di golf, di tennis, di karate, di difesa personale e, a Warmbad, di nuoto.

Convitto statale “Luciano Lazzaro”
Il convitto dell’istituto Bachmann garantisce il soggiorno degli studenti-atleti in un CasaClima strutturato secondo i più moderni standard organizzativi, dove gli educatori ministeriali seguono 24 ore su 24 l’attività e la formazione del singolo ragazzo, in sinergia con docenti e allenatori. Esso consente ai diplomandi di vivere a pienoil contesto geografico e paesaggistico del Tarvisiano, a diretto contatto con la natura, in un ambiente sicuro e tranquillo. Tra gli obiettivi del prossimo anno scolastico anche quello di porre ancora di più l’accento sull’educazione alimentare degli studenti, che essendo sportivi e futuri agonisti devono conoscere e già da ora aderire a dei regimi alimentari corretti, adattati all’attività sportiva che svolgono.

Alcuni campioni che si sono formati al Bachmann
Molti sono gli atleti di livello cresciuti tra i banchi del liceo sportivo Bachmann:

–          MATTIA CASSE (coppa del mondo alpino), che ha recentemente vinto la discesa di Wengen, la prima della stagione, con il tempo di 1’29″78;

–          MARA MARTINI (coppa del mondo sci alpinismo);

–          LUCIA MAZZOTTI (tra i migliori risultati in coppa del mondo, primo e terzo posto in coppa europea, stella dello sci italiano che vanta ben 5 medaglie);

–          ANDREA GARTNER (squadra nazionale sci di fondo) – fondista, studente e atleta –  attualmente è a Losanna  per  gli “Youth Olympic Games”, nei quali tanti giovani atleti di tutto il mondo si stanno sfidando per aggiudicarsi le medaglie di Lausanne 2020.

Ma non solo: si sono ivi diplomati 160 maestri di sci e 17 studenti atleti inseriti nelle squadre nazionali/corpi militari/squadre universitarie.

I campioni del futuro
I ragazzi che hanno frequentato e frequentano il Liceo potrebbero essere futuri campioni olimpionici. Sicuramente decine di nomi degli annuari della scuola saranno tra i protagonisti, come allenatori, atleti e volontari, alle Olimpiadi invernali che si svolgeranno nel 2026 tra Milano e Cortina. E sicuramente il Bachmann sarà tra gli ski college maggiormente coinvolti! Con la speranza che anche questa volta saranno incassati lodevoli risultati dell’Italia nell’ambito dei giochi olimpici, magari proprio grazie alle nuove leve che si sono diplomate e si diplomeranno nei prossimi anni presso il liceo.
Intanto le pre-iscrizioni rivolte alle future leve dello sci italiano sono aperte fino al 31 gennaio 2020.
Frequentare lo Ski College Bachmann e il Liceo Scientifico Sportivo è sicuramente la scelta giusta per chi intende essere tra i protagonisti della storia dello sport italiano.

A luglio in Italia ecco Sting

La seconda edizione del festival PARMA CITTÀDELLA MUSICA tornerà nel 2020 ad animare la storica cornice del Parco della Cittadella di Parma con eventi musicali esclusivi. La rassegna quest’anno si terrà nel mese di luglio (invece che a settembre) e avrà come protagonisti alcuni tra gli artisti più importanti del panorama musicale italiano e internazionale.

Parma sarà l’esclusivo palcoscenico della prima data italiana del tour estivo di una delle più grandi star della musica internazionale: STING. Il prossimo 23 luglio, infatti, l’artista britannico si esibirà per la prima volta nella città emiliana, dove porterà sul palco del Parco della Cittadella il suo “My songs tour 2020”.

Dal 24 gennaio saranno disponibili i biglietti del concerto di Sting sui circuiti TicketOne.it e TicketMaster.it e nei punti vendita VivaTicket.

Ad aprire il festival PARMA CITTÀDELLA MUSICA saranno, invece, i KRAFTWERK, che il 23 maggio saranno i protagonisti della speciale anteprima di PARMA CITTÀDELLA MUSICA al Teatro Regio. I pionieri della musica elettronica, si esibiranno con il loro incredibile show multimediale, che fonde insieme musica e arte performativa, per una tappa speciale del tour “Kraftwerk 3-D” 2020.

I biglietti per il concerto dei Kraftwerk sono già disponibili sui circuiti TicketOne e Viva Ticket. Per maggiori informazioni: 0521.993628 – info@puzzlepuzzle.it.

Il Festival PARMA CITTÀDELLA MUSICA è organizzato da Puzzle Concerti ed Intersuoni, in collaborazione con la Fondazione Teatro Regio di Parma, coorganizzato con il Comune di Parma.

Panariello a teatro nel 2020 con “La favola mia”

Questo sarà un anno speciale per Giorgio Panariello che compie 60 anni e festeggia i 20 anni di carriera dal grandissimo successo di “Torno sabato”! …E non poteva che scegliere il palco per celebrare questi importanti traguardi con un nuovo imperdibile tour che da marzo lo vedrà protagonista nei teatri italiani con “LA FAVOLA MIA”, un one man show unico in pieno stile “Panariello”. A grande richiesta si aggiungono 8 nuove date.

Queste le date al momento confermate: 13 marzo alla Città del Teatro di Cascina (DATA ZERO), 16 marzo al Teatro Massimo di Pescara18 marzo al Teatro Rossini di Civitanova Marche (Macerata), 19 marzo al Teatro Dei Marsi di Avezzano (L’Aquila), 20 marzo al Teatro Pala Montepaschi di Chianciano Terme (Siena), 21 marzo al Teatro Pala Bassano Due di Bassano del Grappa (Vicenza), 23 marzo all’Auditorium Santa Chiara di Trento24 marzo al Teatro Corso di Mestre (Venezia), 25 marzo Pala Congressi di Lugano26 marzo al Grana Padano Theatre di Mantova31 marzo al Teatro Goldoni di Livorno (NUOVA DATA)2 aprile al Teatro Lyrick di Assisi5 aprile al Teatro Moderno di Grosseto7 aprile al Teatro Galli di Rimini8 aprile al Teatro Politeama Pratese di Prato (NUOVA DATA), 14 aprile al Teatro Nuovo Giovanni da Udine di Udine15 aprile al Teatro Openjob Metis di Varese18 aprile al Teatro Verdi di Pisa (NUOVA DATA)21 aprile al Teatro Dis_Play di Brescia23 aprile al Teatro Verdi di Montecatini (NUOVA DATA), 28 aprile al Teatro Creberg di Bergamo2 maggio al Teatro La Fenice di Senigallia (Ancona), 5 maggio al Teatro del Popolo di Colle Val D’Elsa – Siena (NUOVA DATA), 6 maggio al Teatro del Giglio di Lucca (NUOVA DATA), 9 maggio al Politeama Greco di Lecce10 maggio al Teatro Team di Bari13 maggio al Teatro Gentile di Cittanova – Reggio Calabria (NUOVA DATA), 15 maggio al Teatro Golden di Palermo16 maggio al Teatro Metropolitan di Catania18 maggio al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina). 

Tante risate, un pizzico di irriverenza, attualità e grandi classici del suo repertorio: saranno questi gli ingredienti di questo nuovo spettacolo in cui Panariello racconta e si racconta ripercorrendo in una veste inedita e attuale i 20 anni che lo hanno visto protagonista tra teatro, cinema e televisione.

I biglietti per le nuove date dello spettacolo (prodotto e organizzato da Friends & Partners) di Livorno, Pisa, Montecatini e Colle Val D’Elsa sono già disponibili in prevendita, mentre i biglietti per le date di Cascina, Prato e Lucca saranno disponili dalle ore 16.00 di domani, giovedì 16 gennaio su www.ticketone.it e punti vendita abituali. I biglietti per la data di Cittanova sono già disponibili solo nel circuito del teatro.

Ospedali: in sala operatoria sempre più donne-chirurgo

Le sale operatorie si tingono di rosa. Dall’analisi comparativa di genere delle scelte delle scuole di specializzazione mediche riferite ai primi 14 scaglioni dell’anno 2017-2018 emerge la forte presenza delle donne in chirurgia. I dati emergono da uno studio a cura di Maria Gabriella Coppola, medico responsabile del sindacato Anaao Giovani Campania.
    Ecco alcuni esempi: chirurgia toracica viene scelta dal 61,7% delle studentesse contro il 38,2 dei ragazzi; chirurgia generale dal 57,2% delle giovani contro il 42,7% dei colleghi maschi, in chirurgia vascolare 54,8% delle donne e 43,5% degli uomini; in ginecologia il 76,4% contro il 20,7%.
    Non viene scalfito tuttavia il primato femminile al vertice della classifica dell’area medica: per neuropsichiatria infantile il 91,9% è scelto dalle ragazze contro 8,0% dei ragazzi, pediatria dal 73,3% contro il 25,6%, allergologia dal 73,1% contro il 12,1%, medicina d’emergenza ed urgenza dal 65,6% contro il 28,9%. Anche nell’area dei servizi la presenza femminile è in crescita e predominante. Meno attrattive per le donne invece le scuole di cardiologia, a cui si è iscritto il 58,2% dei maschi, ortopedia scelta dal 77% dei ragazzi, urologia, cardiochirurgia.
    Lo studio sottolinea inoltre che il numero delle donne vincitrici di contratti di formazione è di gran lunga superiore a quello degli uomini, perché cresce il numero delle donne medico anno dopo anno e il sorpasso nella professione è solo una questione di tempo. Lo studio mette in luce un ulteriore fenomeno: quello dei decaduti, cioè di coloro che pur avendo vinto il concorso non hanno scelto la Scuola di specializzazione, con la forte prevalenza degli uomini (33,42%) rispetto alle donne (16,14%). Le cause delle rinunce sono da attribuire all’insoddisfazione di non poter scegliere la tipologia di scuola preferita, al rifiuto di sedi ritenute disagiate e costose, all’indisponibilità ad effettuare scelte residuali.

Fonte: Ansa

Enrico Nigiotti torna al Festival di Sanremo

Dopo il successo del “Cenerentola tour”, ENRICO NIGIOTTI, il cantautore che ha fatto di una scrittura istintiva e profonda il suo marchio di fabbrica, torna al Festival di Sanremo in gara nella sezione Campioni con il brano “BACIAMI ADESSO” (Sony Music Italy).

Il singolo che il cantautore presenta sul palco dell’Ariston, “Baciamo Adesso” (scritto e composto dallo stesso Enrico Nigiotti, prodotto e arrangiato da Paolo Valli e Celso Valli), sarà contenuto nel suo quinto album di inediti dal titolo “NIGIO”, in uscita il 14 febbraio.

Nel corso della sua carriera, Enrico Nigiotti si è contraddistinto per il suo linguaggio immediato e diretto scrivendo anche brani per artisti come Eros Ramazzotti, Gianna Nannini e Laura Pausini.

Enrico ha partecipato due volte al Festival di Sanremo, l’ultima lo scorso anno con il brano “Nonno Hollywood” (certificato oro), con il quale si aggiudica il Premio Lunezia per Sanremo come miglior testo in gara e contenuto nell’edizione speciale del suo ultimo album di inediti “Cenerentola e altre storie…”.

Nel 2019 ha girato tutta l’Italia con il suo “Cenerentola tour” presentando dal vivo ai suoi fan i suoi più grandi successi, come “L’amore è” (certificato doppio platino e presentato alla 11ª edizione di X Factor) e “Complici” feat. Gianna Nannini (certificato oro e fra i dieci brani più trasmessi in radio), ma anche la sua ultima hit estiva “Notturna”.

A partire dal 2 maggio il cantautore sarà in tour nei principali teatri italiani con uno spettacolo emozionante in cui presenterà per la prima volta live i brani inediti del suo nuovo album.

Queste le prime date del tour 2020 di Enrico Nigiotti:

2 maggio, Il Celebrazioni – BOLOGNA

4 maggio, Teatro Verdi – FIRENZE

5 maggio, Teatro Dal Verme – MILANO

8 maggio, Teatro Acacia – NAPOLI

11 maggio, Teatro Colosseo – TORINO

19 maggio, Auditorium Parco della Musica (Sala Petrassi) – ROMA

21 maggio, Teatro Goldoni – LIVORNO

Le prevendite dei concerti sono disponibili su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali.

Il tour è prodotto e organizzato da Friends & Partners.