Archivio Categoria: Food

WINE ART FEST Cultura, Musica e Creatività Galoppatoio del Real Sito Borbonico di Portici dal 12 al 14 dicembre 2019

La cultura sarà protagonista a Portici in occasione del Wine Art Fest promosso ed organizzato dal MAVV Wine Art Museum, il Museo sito nella Reggia di Portici, fondato da Eugenio Gervasio. Prosegue dunque l’impegno del MAVV di proporre eventi di grande spessore aperti alla cittadinanza. Tre giorni di grande spettacolo in una location suggestiva, il Galoppatoio della Real Sito Borbonico che, per la prima volta, sarà palcoscenico di un festival unico nel suo genere con grandi nomi del panorama artistico nazionale. La kermesse si inserisce tra gli eventi di “Natale in Reggia”.

WINE ART FEST rassegna di CULTURA, MUSICA e CREATIVITA’, dal 12 al 14 dicembre, nell’area del Galoppatoio della Reggia di Portici. Il cartellone di eventi è promosso dal MAVV Wine Art Museum in collaborazione con il Comune di Portici, il Dipartimento di Agraria e l’Osservatorio Giovani dell’Università Federico II di Napoli, la Fondazione Ente Ville Vesuviane, Elea Academy e il Forum Giovani della Regione Campania. La rassegna, con la Direzione Artistica di Lello Savonardo e Francesca Fariello, prevede appuntamenti culturali sui linguaggi della creatività e della musica, sull’ambiente e la sostenibilità, sulla sana alimentazione e il bere consapevole. Un’iniziativa di convivialità per studenti, giovani e adulti, con un cartellone di spettacoli, incontri e contaminazioni che tracceranno un percorso di avvicinamento alla cultura del vino e del bere sano, al fine di valorizzare il patrimonio dell’area Vesuviana e del Miglio d’Oro.

Al fianco dei nomi degli artisti coinvolti, di fama nazionale, sarà assicurato ampio spazio ai giovani artisti e musicisti del territorio.

LOCATION e ORGANIZZAZIONE

Il Wine Art Fest si svolge in 3 giornate, da giovedì 12 a sabato 14 dicembre 2019 nell’area del Galoppatoio della Reggia di Portici dalle ore 20 alle ore 22.30. Sarà possibile partecipare alle degustazioni delle eccellenze del vino e dei prodotti tipici del territorio.

CALENDARIO EVENTI

Direzione Artistica a cura di LELLO SAVONARDO E FRANCESCA FARIELLO

– PEPPE SERVILLO, “Amore non Amore” – giovedì 12 dicembre dalle ore 20;

“Amore non Amore” con Peppe Servillo, Franco Marcoaldi e alla chitarra Cristiano Califano. Poesie e canzoni del repertorio classico napoletano, inframmezzate da brani strumentali per sola chitarra, si intrecciano e rincorrono tra loro nel viaggio accidentato e sempre sorprendente del sentimento amoroso. La tenerezza si alterna all’impeto romantico, l’accensione febbrile a un’ironia che talvolta sconfina nel sarcasmo. Perché Amore, motore primo del mondo, convive sempre con il suo contrario

Ingresso 15 euro

riduzione per studenti universitari 8 euro

– GIANCARLO GIANNINI, “Dialoghi tra poesia e musica” con MARCO ZURZOLO – Conversazione sui linguaggi della creatività con il Professor LELLO SAVONARDO venerdì 13 dicembre dalle ore 20;

L’evento prevede un confronto con il docente di comunicazione Lello Savonardo, l’attore Giancarlo Giannini e il sassofonista Marco Zurzolo su creatività, musica, poesia e cultura, in un’alternanza tra parole, suoni ed emozioni, con le interpretazioni di Giannini e le note del sax di Zurzolo, accompagnato dal bassista Davide Costagliola.

Serata ad inviti

Open Act: FRANCESCA FARIELLO accompagnata da Antonio Gillo al pianoforte e tastiere. Suoneranno in anteprima il nuovo singolo “Nexus”, un omaggio a Blade Runner che è stato presentato con il teaser del videoclip al Mei di Faenza e sigla di Classic Rock per il mese di novembre.

– MAURIZIO CAPONE – #JunkMusic. Creatività, Giovani, Musica e Ambiente Open Day dei Giovani Musicisti della Città di Portici – sabato 14 dicembre dalle ore 20.

#JUNKMUSIC DAY è un’esperienza musicale per raccontare attraverso suoni ed emozioni il tema del riciclo creativo con Maurizio Capone, artista testimonial dell’ECOSOSTENIBILITÀ CREATIVA. Gli studenti delle scuole di Portici coinvolti in un progetto musicale di “riciclo creativo” con la Dottoressa Francesca Fariello saranno protagonisti attivi della performance di Maurizio Capone e di un progetto di sensibilizzazione, volto alla tutela dell’ambiente.

Ingresso 10 euro

Ingresso con riduzione per studenti universitari 8 euro

Dalle 18.30 PALCO APERTO  PER L’OPEN DAY delle realtà musicali del territorio:

– Associazione Musicale ARPA

– Black&White’s Trio Feat. GUS TOP & LUCE & BIA

-Alessia Bari

– Enzo Skap

– Maurizio Capone #JUNKMUSIC con la partecipazione dei ragazzi del progetto “Portici: Scuola, Creatività e Riciclo”

– Musicisti del Dipartimento di Jazz del Laboratorio Musicale Permanente di Portici

– “Core Mio” Ensemble Vocale del Maestro Antonio Faenza

– Fabric (Greg Palumbo & Antonietta Sorrentino)

MUSIC CALL dell’OSSERVATORIO GIOVANI:

Sono aperte le iscrizioni per partecipare all’OPEN DAY dei Musicisti di Portci il 14 dicembre dalle 18,30 sul Palco allestito presso il Galoppatoio Reale della Reggia di Portici.

Basta inviare una mail a infogiovani@unina.it : le prime quattro candidature pervenute in mail box di artisti e band emergenti avranno la possibilità di esibirsi al Wine Art Fest!

Gli spettacoli saranno presentati da Noemi Gherrero

La kermesse è sostenuta da Gaia Energy

Dalle 18.30 PALCO APERTO PER L’OPEN DAY delle realtà musicali del territorio.

Per ogni informazione: Eugenio Gervasio 3466705567 e Claudio Niola 3397048276 – info@museoartevino.it

WOLFREST: IL GIN MADE IN ITALY IN ARRIVO DALLE LANGHE

Brachetto, Barolo chinato e Barbaresco, una fragolina – da servire in una coppa cocktail. E ancora: Moscato, miele d’acacia, succo di limone, albume, e una grattuggiata fine di tartufo bianco d’Alba da servire in un bicchiere old fashoned. Il tutto con un fondo di gin. E non un gin qualsiasi. Un gin cento per cento Made in Italy.

WOLFREST è il gin 100% italiano al tartufo bianco di Alba – che entra (per questo Natale) nella categoria dei Gin Super Premium. Chi sta contribuendo a cambiare questa industria in fermento, introducendovi le preziose peculiarità del made in Italy, è un’azienda piemontese. Lanciato nel 2017, il progetto è una creatura di Valentina Barone (social Media Marketing nel settore food&wine) e Giovanni Alessandria (enologo e commerciale estero in un’azienda di vino). Una grande passione per il gin, sviluppata nelle loro esperienze a Londra, a cui hanno unito le competenze lavorative e hanno deciso di creare questo distillato in una terra vocata ai grandi vini, le Langhe.

“Nel 2017 al ritorno dall’Australia ci sentivamo molto ispirati vendendo il fermento di quel paese, così a marzo abbiamo cominciato a sviluppare le prime idee (che già da anni coltivavamo nelle nostre menti) – finalmente quell’autunno abbiamo cominciato la produzione del nostro Wolfrest Gin” racconta Valentina Barone. A dicembre del 2017 hanno lanciato sul mercato Wolfrest, un gin 100%  italiano. Ginepro intenso e aromatico, dal carattere forte e raro, nocciole tostate che donano morbidezza e rotondità al distillato. Ma l’ingrediente principe di questo gin è il tartufo bianco di Alba, rigorosamente locale e fresco, assolutamente inconfondibile e profumato, dalla nota decisamente inebriante. Le botaniche abbracciano tutta l’Italia: dal ginepro umbro e tosco-emiliano, fino alla nota agrumata data dall’arancia dolce di Pernambucco coltivata e raccolta in Liguria, toccando la zona pedemontana per la nota floreale dei fiori di sambuco fino a tornare alle Langhe, con rosmarino, timo, alloro e la nocciola del territorio.

“Fare un gin al tartufo è sempre stato il nostro obiettivo, sin dall’inizio, ma ci abbiamo messo molto a trovare la ricetta perfetta, perché un prodotto così speciale e unico merita un lavorazione che sappia esaltarlo ma soprattutto rispettarlo” racconta Giovanni Alessandria. Un tributo al Piemonte, infatti il payoff di Wolfrest Alba è proprio “Lo Spirito del Piemonte” giocando sul duplice significato di spirito, in quanto distillato – e lo spirito figurato, quello che contraddistingue le Langhe, ricche di fascino ed eleganza.

Il viaggio del lupo: la scelta delle botaniche

Per Wolfrest Gin le botaniche non sono mai casuali: ripercorrono il cammino del lupo italiano tra quelle incontrate nel suo lungo viaggio di ritorno dal centro Italia alle Langhe, Wolfrest prende il nome da Montelupo Albese, piccolo comune in collina a 10 km da Alba, paese di origine di Valentina Barone e Giovanni Alessandria, ideatori del “gin del lupo”. Con Wolfrest Alba, dopo il classico Wolfrest, il primo gin, creato nel 2017, il viaggio del lupo continua, con grande attenzione a ciò che lo circonda, fino ad arrivare alla città di Alba, capitale delle colline delle Langhe, dove i creatori di questo progetto sono nati e cresciuti.

Muu_Muuzzarella fa il bis a Milano e apre il secondo store

Meno di otto mesi e il format che reinterpreta la mozzarella di Bufala Campana  DOP in ogni suo piatto raddoppia a Milano, aprendo il secondo Muuzzarella Restaurant Store il 1 dicembre in viale Premuda al 46. Il gruppo Muu Muzzarella arriva così a quota sei locali con il secondo store a Milano, dopo il successo riscosso dal locale aperto lo scorso marzo in via Raffaello Sanzio al 24, all’ angolo con via Ravizza: lo chef  resident all’ ombra della Madonnina sarà Luca Illiano. Il nuovo nato va ad aggiungersi agli altri store monoprodotto totalmente dedicati alla mozzarella di Bufala DOP sul lungomare in Via Partenope, in zona Chiaja e al Vomero a Napoli, oltre al pop up estivo a Portocervo. Entro la fine del prossimo anno si prevede il tris, con un terzo punto vendita su Milano.

Il brand  nasce sei anni fa grazie all’ intuizione di due giovani imprenditori napoletani: Salvatore Maresca, allora nel campo economico  finanziario e Dario Moxedano, agente Fifa. Era il 2013 quando i futuri soci si interrogavano sul perché in Italia e nel mondo la mozzarella di Bufala DOP, seppur così apprezzata, venisse tradizionalmente percepita come antipasto,  come ingrediente per la pizza o al massimo in abbinamento ad altre preparazioni, senza mai acquisire la giusta dignità e imporsi come di piatto fatto e finito.

“Volevamo rivoluzionare l’approccio classico alla Mozzarella di Bufala Campana DOP creando un connubio diretto con la dieta mediterranea, ideando piatti creativi dal gusto tipicamente italiano. Con questo nuovo format si vuole superare i confini della classica offerta ristorativa per focalizzarsi su una più complessa esperienza a 360 gradi di Dining Out Experience dal gusto internazionale, con un approccio glocal, usando quindi prodotti prettamente locali ma con un approccio cosmopolita” racconta Dario Moxedano.

“Un nuovo locale che apre in anticipo rispetto agli obiettivi prefissati grazie all’istantanea risposta positiva dei milanesi. Abbiamo pensato di approdare dalla parte opposta della città per soddisfare la crescente domanda degli amanti del format” dichiara Salvatore Maresca. “E infatti la comunità che definiamo “Muu Lovers Family” è attivissima a Milano come a Napoli, una grande famiglia che ci segue sui  vari canali social ed è assidua frequentatrice dei nostri store”.

La storia dei  Muu Muzzarella Restaurant Store

Il flagship  Concept Muzzarella restaurant  dedicato all’oro bianco campano nasce in Vico ll Alabardieri a Napoli come: “Lattedamordere, Mozzarelladabere” definizione che diventerà il pay off ufficiale e che ben esprime la vision e la mission del gruppo.

Nel 2015 è la volta del Muu SeaSide sul lungomare di Napoli e nel 2016 il Muu Bistrò sull’elegante collina del Vomero. Muu Muzzarella si declina in tre tipologie di format: il piccolo e glamour Flag Store, il Rappresentative Store, adatto ad un ampio pubblico, lo Standard Store, in zone residenziali e commerciali, come quello di Milano. Il logotipo ricorda una mucca stilizzata nei due elementi che la caratterizzano, naso e corna: da qui l’onomatopea Muu da cui trae ispirazione l’identità di un format ristorativo dallo stile fresco e goloso.

Il Menu

Con l’apertura del nuovo  locale in viale Premuda verrà presentato il nuovo menu “Pop- Democratic” per un pubblico ampio, democratico appunto, dai 14 agli 80 anni e dal costo medio a coperto che varia dai 20 ai 40 euro. Riflettori puntati sull’oro bianco campano, mono prodotto d’eccellenza da cui Muu Muzzarella propone una ricerca di piatti che traggono le proprie radici dalla tradizione partenopea ma reinterpretate con una vocazione easy ed internazionale: la mozzarella di Bufala  Campana DOP viene abbinata a carne, pesce, verdura e salumi con accostamenti ricercati, equilibrati nel gusto e nella forma, con una profonda cura nella selezione delle materie prime. Inoltre sarà presente un angolo shop presente in ogni Muuzzarella dove poter acquistare ogni giorno dalle 10 alle 24 il prodotto fresco di giornata. 7 giorni su 7, la mozzarella e gli altri prodotti arrivano freschi dai luoghi di produzione campani, serviti direttamente in tavola grazie al filo diretto con il produttore che seleziona giornalmente le miglior bufale per una produzione esclusiva per gli store del Grupp Muu. Una cultura gastronomica territoriale unita a un’immagine attraente e identificativa con la finalità di diffondere la cultura della mozzarella di Bufala in Italia e nel mondo, con menu stagionali e diverse limited edition mensili: questa la filosofia di Muu Muzzarella. Tra i piatti più iconici troviamo il “Pesto e Mela” (bocconcini di mozzarella di Bufala, una croccante mela  pesto di basilico homemade), la Rattacasa (il classico comfort food napoletano, pasta mista con patata gialla e mozzarella affumicata servita nell’ antica gratta-formaggio), la tartare di tonno (cubetti di mozzarella di Bufala Dop, crudo di tonno con limoni di Sorrento su un velo di pesto di basilico), il caratteristico TiramiMuu (servito all’interno di una caffettiera moka dalla forma ottagonale con biscotto artigianale bagnato nel caffe e crema alla ricotta di bufala e mascarpone) e l’ iconica Muu Cheese cake, il più famoso dolce anglosassone rivisto in chiave campana fatto con ricotta di bufala e una base frollino e burro di bufala. Ogni giorno dalle 19.00 si possono degustare le mozzarella di bufala con l’AperiMuu in Cocotte abbinate a cocktail e vini selezionati al Mozzarella Bar. Grande attenzione anche al senza glutine, infatti oltre il 70% delle portate è gluten free e oltre il 50% non contengono carne.


Il design

Il design del nuovo locale è stato progettato dall’ architetto Mario Sorrentino ed eseguito  Costa Group: “ho realizzato un uno spazio che si piega al design, quando solitamente è il contrario”. E’ il caso del prato verde con l’iconica staccionata in legno ha ricoperto il banco da lavoro-retail, dando forma alla zona dedicata alle lavorazioni e alla vendita del prodotto; i lampadari, combinazione di secchi e corde, sono legati all’attività stessa, quella della mungitura; boiserie in legno massello e rovere sbiancato con cornici decò, contrastano il colore più scuro del pavimento in parquet a cui si aggiungono le panche “muccate” tipiche (rivestite di tessuto maculato), che contribuiscono a creare un’atmosfera morbida, informale, accogliente e cordiale. Tre ambienti, una saletta privata che diventa un privée e un dehors da una ventina di posti a sedere per godere appieno l’esterno.

Il futuro del gruppo

“Il futuro del gruppo potrebbe  senza dubbio essere l’estero dove ci sono altissime potenzialità di crescita  per il brand e un trend sempre positivo di richiesta di prodotti e servizi italiani ” racconta Salvatore Maresca. “Ci stiamo affacciando al mercato Europeo alcuni investitoti hanno già dimostrato interesse verso il gruppo in Spagna, in Francia e in Germania. Il modello di business scalabile e replicabile è alla base del nostro progetto: individuando un partner di private equity strategico che supporti l’insediamento del format nel vecchio continente. Concreta  è prossima invece l’idea di un flagship Muu Muzzarella a New York di proprietà diretta del gruppo, per entrare nel mercato degli States”.

A Villa Diamante va in scena Sapori & Salute, la cena evento benessere del 28 novembre

Giovedì 28 novembre alle ore 20.00 presso Villa Diamante a Napoli, si terrà la cena evento Villa Diamante Sapori & Salute

Dal restauro di un antico convento nasce a via Manzoni “Villa Diamante”, una raffinata location per eventi con vista mozzafiato sul golfo di Napoli.

Villa Diamante Sapori & Salute è un evento fortemente voluto e organizzato da Luigi Barone, neo Presidente APCI provincia di Napoli e chef resident di Villa Diamante.

Il team di cucina dell’elegante struttura sul crinale di Posillipo, unitamente a chef campani dell’APCI, realizzerà una cena il cui tema sarà proprio quello della cucina che porta benessere.

Cucina che emoziona per profumi e sapori, semplice, genuina e soprattutto salutare, che predilige materie prime italiane di alta qualità e non utilizza prodotti contenenti conservanti, additivi, coloranti, addensanti, miglioratori o altri prodotti chimici potenzialmente nocivi alla salute.

Alla serata moderata da Angela Merolla, interverranno sul tema cucina e salute:

-Dott. Carmine Fonderico (medico specialista gastroenterologia ed endoscopia digestiva)
-Dottoressa Denise Orta (biologa nutrizionista)
-Dottoressa Bianca Coppola (dottoressa in informazione scientifica sul farmaco e ambientale)
Villa Diamante Sapori & Salute oltretutto è un evento finalizzato a devolvere in beneficenza l’intero incasso della cena alla Fondazione Bambino Gesù Onlus.
Menù
Aperitivo
Chef Rosario Dello Iacono
-Ristorante Blue Marlin Club-Boscotrecase NA
VINO IN ABBINAMENTO:
Gianni Tessari
-Spumante Alpone Durello extra dry
Comprare Follower, Comprare Like, Social Media Marketing
Antipasto
Baccalà rinforzato
Chef Pasquale Masullo-Rosa Barone
– Villa Diamante-Napoli
VINO IN ABBINAMENTO:
Gianni tessari
-Soave Classico Monte Tenda annata 2018
Primo
Risotto con doppia consistenza di carciofi, seppie e crumble di olive nere
Chef Giuseppe De Mare
-Mirò Eventi Villa De Mare Castel Volturno CE
Chef Salvatore Andretta
-Villa Sabella Bacoli NA
VINO IN ABBINAMENTO:
Giannitessari
-Rebellis da uve Solaris annata 2018
Secondo
Lampuga in sous-vide, zucca e topinambur
Chef Antonio Aniello
-Tenuta Paino Sessa Aurunca CE
Chef Antonio Grasso
-Ristorante La Frescheria (NA)
VINO IN ABBINAMENTO:
Giannitessari
-Pinot nero annata 2018
Dolce
Passion Light
Pasticciere Amedeo Carannante
-Pasticceria Grajales Monterusciello NA
Chef Raffaele Satriano
-White Pearl Casoria NA
Liquore in abbinamento:
-Antica Distilleria Petrone “Limoncello”
Costo cena-vini inclusi euro 50 a persona
PARTNER SPONSOR:

Giannitessari – Roncà VR
Ittica D’Isanto-Pozzuoli NA
Cozzolino Frutta e Verdura-Napoli
Gay Odin-Napoli
AISA Associazione Italiana Sommelier Napoli
Horeca Pascarella-Giugliano in Campania NA
Antica Distilleria Petrone-Mondragone CE
Villa Diamante
Via Manzoni, 131 B – Napoli
Info e Prenotazioni:
Fisso: 081 5752433
Mobile: 366 592 1330

Nutrizione: ‘ponte’ tra cibo e benessere, progetto “Cibe” Venerdì prima tappa a Benevento

Un ‘ponte’ tra il mondo dell’industria alimentare e il mondo della medicina, tra il cibo e il benessere, “con il sostegno di aziende responsabili, che si distinguono per la qualità’ delle materie prime e dei processi di lavorazione” come sottolinea una nota. “È l’obiettivo di Cibe, progetto itinerante varato da PJevents, agenzia del settore del marketing e nell’organizzazione di congressi medico-scientifici, che prenderà il via venerdì’ prossimo, 18 ottobre (ore 9) a Benevento, nello Spazio Strega della storica azienda sannita con il convegno-dibattito dal titolo “Nutrizione e supplementazione in prevenzione, patologia e terapia”. “Una nutrizione corretta costituisce un elemento fondamentale nella prevenzione di numerose condizioni patologiche. Lo stile di vita e le scelte alimentari incidono fortemente sullo sviluppo di malattie, sulla loro evoluzione, o possono, al contrario, provocarne l’insorgenza. Secondo l’OMS circa un terzo delle patologie cardiovascolari e dei tumori può essere evitato grazie a un’equilibrata alimentazione – spiega la dottoressa Antonietta De Simone, presidente del congresso – Momento rilevante sara’ dato alla nutrizione in sinergia con la supplementazione. La mission di CIBE e’ aprire le porte delle aziende partner i cui prodotti popolano la nostra tavola e coinvolgerle nei confronti con esperti e campioni dello sport sui temi dell’alimentazione, della nutraceutica, del benessere e della salute”. Due le sessioni in programma in cui e’ prevista anche una lectio magistralis del prof. Maurizio Guida, del dipartimento di Medicina e Chirurgia della Federico II. Alle ore 14.30 si svolgerà una tavola rotonda moderata dal giornalista Franco Buononato, già responsabile della redazione di Benevento de il Mattino, con gli interventi di Luigi Coppola, dirigente medico I.P.D. di Alta Specialità di Nutrizione e Dietetica-Medicine Complementari dell’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento; Vincenzo Monda, specialista in Scienza dell’Alimentazione e dietologo della squadra Primavera e del settore giovanile SSC Napoli; Franco Porzio, campione olimpico di pallanuoto a “Barcellona ’92”

INTERNATIONAL EXCELLENCE AWARDS III EDIZIONE  

INTERNATIONAL EXCELLENCE AWARDS III EDIZIONE

Grande successo per la nuova edizione di “INTERNATIONAL EXCELLENCE AWARDS”  svoltasi martedì sera 1 ottobre nella splendida cornice di Villa Domi, Napoli . Il prestigioso Premio nato da un’idea dell’imprenditore Gianfranco Unione con la direzione artistica di Luciano Carino è diretto a celebrare e ad insignire con un prestigioso riconoscimento “le Eccellenze” che si sono distinte nel corso dell’anno nei vari segmenti dalla moda, allo spettacolo, alla cultura, all’arte la scienza, il giornalismo, l’impresa, il sociale. L’evento è stato condotto dalla signora Stefania Maria e si è articolato tra momenti di moda con il Fashion Show di Eles Couture by Ester Gatta che ha presentato una capsule della new collection “Sunrice” sfilata la scorsa primavera al Grand Hotel Excelsior di Napoli, testimonial l’attrice Tosca D’Aquino e quello di Hanna Moore Milano accanto a momenti di spettacolo per poi concludersi con un prelibato percorso enogastronomico a cura di chef professionisti. Per l’occasione sono stati premiati: Lorenzo Crea e Camilla Nata (Giornalismo), Maria Nazionale (Musica), Gaetano Di Vaio (Bronx Film), Eduardo Angeloni, Ivan Castiglione (Spettacolo), Ester Gatta, Hanna Moore Milano (Moda), Carlo Di Santo, Narcy Calamatta, Daniele Unione (Arte), Professoressa Annamaria Colao (Scienza), Simona Giglio (Design),Chogan, Ciro Guarino, Blueon Blues, Carolina Amato, Claudio Carino, Eugenio Maisto (Imprenditoria)  UTIC Pozzuoli (Sociale), Miriam Carino (Beauty ). In particolare: Lorenzo Crea è stato insignito quale direttore di Retenws24, brillante operatore della comunicazione, dalla politica alla cultura allo sport, allo spettacolo, puntualmente sensibile alle istanze del sociale; Camilla Nata giornalista Rai, inviata di 1 Mattina perché con il suo sorriso inconfondibile ed una innata grazia personalizza ogni suo reportage televisivo. Ed ancora  Ester Gatta , stylist del brand Eles Couture ed attrice è stata premiata per il suo forte impegno nel mondo dello spettacolo a 360 gradi e la realizzazione di abiti sartoriali perfetti , ispirati ai costumi di scena, mentre per il cinema  Eduardo Angeloni è stato insignito dal produttore, regista Giuseppe Alessio Nuzzo,  per la sua azienda T & D Trasporti Cinematografici Angeloni  che fornisce tutti i service più qualificati per la produzione in  Campania e al Centro Sud di qualunque produzione audiovisiva. Molto applaudito il fuori programma di Maria Nazionale premiata per la sezione “Musica” che generosamente e con la sua voce superba ha intonato un brano di successo, suscitando l’entusiasmo e gli applausi dei 400 ospiti presenti.

Wine Art Fest : musica e vino a Portici

Wine Art Fest : musica e vino a Portici

Arte ed enogastronomia, musica e cultura del bere responsabile, si incontrano a Portici presso il MAVV Museo Virtuale Arte Vino , location suggestiva sita nel complesso della Reggia di Portici guidata dal Fondatore Eugenio Gervasio che ha messo a punto un evento che coniuga la musica d’autore con calici dell’oro di Bacco in occasione del Wine art Fest che vedrà in palcoscenico, sabato 28 settembre, Tony Esposito insieme ad altri artisti che renderanno omaggio a Pino Daniele

Ha venduto milioni di copie con “Kalimba de Luna”. E’ stato il precursore della World Music con album come “Rosso Napoletano” e “Processione sul Mare”. Tra gli alfieri del “Neapolitan Power”, Tony Esposito, emblema della contaminazione sonora, per anni al fianco di Pino Daniele nella “super band”, sabato 28 settembre 2019 sarà in concerto nella prestigiosa e suggestiva cornice della Reggia di Portici.

L’evento, organizzato nell’ambito del WINE ART FEST by MAVV, sarà presentato dal giornalista, critico musicale e scrittore Carmine Aymone (Corriere del Mezzogiorno/Corriere della Sera – PROG Italia) e da Barbara Castellani giornalista SKY. Durante la serata, oltre ad eseguire grandi successi, Tony Esposito ricorderà la figura di due grandi artisti, figli di Napoli Nobilissima, come l’amico Pino Daniele e Paolo Morelli degli Alunni del Sole, proponendo i loro classici senza tempo: brani che hanno impreziosito il grande canzoniere della musica italiana. Il percussionista e compositore napoletano sarà raggiunto sul palco da guest come: Franco Del Prete, Alma Partenopea, Aniello Misto, Roberta Nasti e Donix.

La direzione artistica della serata è di Claudio Niola in collaborazione con Peppe Ponti (SuonidelSud). La serata è organizzata dal MAVV Wine Art Museum Reggia di Portici.

Info e Prevendita Online Circuito go2 ( www.go2.it )
Costo Biglietto 10 euro con degustazione ( info@museoartevino.it – Cell. 3397048276 )

“Positano Gourmet” al ristorante La Serra con gli stellati Tramontano e Falser il 7 luglio

“Positano Gourmet” al ristorante La Serra

con gli stellati Tramontano e Falser

 Secondo appuntamento con la rassegna culinaria nella cucina dell’Hotel Le Agavi

 Una serata per poter mirare la bellezza della Costiera Amalfitana e assaggiare i sapori della cucina Mediterranea. Secondo appuntamento con “Positano Gourmet, a cena con le stelle”, la rassegna culinaria che si svolge da tre anni al ristorante stellato Michelin “La Serra” dell’Hotel Le Agavi di Positano (via G. Marconi, 169 – www.leagavi.it – 089 81 19 80) con l’incontro di domenica 7 luglio alle ore 20,30 tra l’executive chef Luigi Tramontano e lo chef Theodor Falser dell’Engel Spa & Resort in Trentino.

Una cena a quattro mani dove dialogheranno due stili di cucina, due diverse filosofie, ma entrambe sospese tra innovazione e tradizione. Nei piatti di Tramontano trionfa il pescato dei nostri mari e gli ortaggi di stagione, specialmente se impiegati in cotture sperimentali. Ogni ingrediente utilizzato da Falser viene raccolto e selezionato a mano, per creazioni culinarie nel nome della natura. Il tutto sarà accompagnato dai vini selezionato dalla sommelier Nicoletta Gargiulo.

Gli ospiti che sceglieranno una tavolo in terrazza potranno saziare anche gli occhi ammirando tutta la splendida baia di Positano. Chi si siederà in sala resterà incantato dalle cupole decorate con foglie dorate e il pavimento in maiolica azzurra.

Prossimo appuntamento con “Positano Gourmet” il 13 settembre con lo chef Romain Barthe dell’Auberge de Clochemerle nel Beaujolais.

Prenotazione obbligatoria: telefono: 089811980 | email: laserra@agavi.it; remmese@agavi.it  | WhatsApp: +393317232960

 

Il Bagno Elena incontra le Stelle

Il 10 luglio alle ore 20 cena esclusiva nello storico lido 

di Posillipo con lo chef a 5 stelle Igles Corelli

“Il Bagno Elena incontra le stelle”. Una cena esclusiva dello Chef Igles Corelli, 5 stelle Michelin, mercoledì 10 luglio, dalle 20. Ancora una volta, il Bagno Elena sarà protagonista di un evento unico in città, distinguendosi per classe ed eleganza. Sul caratteristico pontile che si proietta verso il mare, affacciandosi sul Golfo di Napoli, solo settanta ospiti avranno la gioia di gustare le eccellenze della cucina di un Maestro che sa unire al meglio i prodotti della gastronomia del nostro territorio. Le sue creazioni culinarie sono caratterizzate da un sapiente mix di sapori, esaltati ciascuno al massimo, in preparazioni che si dividono tra Tradizione e Contaminazione, il tema della serata. Prima della cena “strellata”, gli ospiti saranno accolti da un aperitivo di benvenuto. Nel corso della serata, saranno allietati da musica da ascolto.

IGLES CORELLI

Maestro indiscusso della ristorazione italiana e volto noto di Gambero Rosso Channel con il suo programma “Il gusto di Igles”, dal 2018 Igles Corelli è il nuovo Coordinatore del Comitato Scientifico di Gambero Rosso Academy.
Igles arriva alla ribalta nazionale e internazionale tra gli anni Ottanta e Novanta, come chef dell’ormai mitico ristorante “Il Trigabolo” di Argenta, in provincia di Ferrara. In quattordici anni a capo della brigata di cucina, che ha prodotto molti chef di successo, raccoglie numerosi riconoscimenti, oltre all’assegnazione di due stelle dalla Guida Michelin; il “Trigabolo” si colloca allora tra i primi ristoranti d’Italia, e contribuisce all’avanzamento della cucina italiana con piatti oggi considerati storici.
Nel 1996 Igles si sposta di pochi chilometri aprendo un suo ristorante, “La Locanda della Tamerice”, immersa nelle valli di Ostellato. Nei successivi quattordici anni riceve nuovamente una stella Michelin e consolida la sua posizione di Maestro della Cucina Italiana.
Dal 2010 al 2017 è executive chef del ristorante Atman, in provincia di Pistoia, dove il suo lavoro di ricerca e la sua passione per il servizio lo portano a ricevere riconoscimenti importanti, come l’assegnazione di un’altra stella Michelin.
A fine 2017 si trasferisce a Roma per l’apertura di un nuovo format di ristorazione al ristorante “Mercerie”, dove continua la valorizzazione dei prodotti tipici italiani unita alla ricerca, alla sperimentazione e alla contaminazione con altre culture, presentando una cucina creativa, ricca di riferimenti alle tradizioni ma che non finisce mai di stupire, di provocare e di evolversi.
Igles è autore di undici libri di cucina; tra i più recenti, “La caccia di Igles e dei suoi amici”, e “Il Gusto di Igles”.

Info e prenotazioni: 3429516195

Int’o Street Food Festival: cibo, risate e musica a Pomigliano d’Arco

Int’o Street Food Festival: cibo, risate e musica a Pomigliano d’Arco

Dal 7 al 9 giugno in piazza Leone circa 30 food truck:
la sera sul palco gli spettacoli di Rosalia Porcaro, I Ditelo Voi e Lino D’Angiò

Pizze a portafoglio, paste cresciute, sfogliatelle e babà. Pomigliano d’Arco omaggia la tradizione culinaria con una vera e propria festa del mangiar bene con bancarelle, truck, stand, chioschi pronti ad offrire numerose pietanze da consumare per strada. Da venerdì 7 a domenica 9 giugno (dalle ore 18 alle 24) si terrà la seconda edizione dell’Int’o Street Food Festival in pizza Leone e in via Cantone, dove il termine “Int’o” sta a creare un ponte tra l’anima partenopea dell’evento e i trand internazionali del food.

Una tre giorni durante la quale sarà possibile assaggiare le prelibatezze da circa 30 espositori come  D’Iglio (caffè), Trippicella (carni), Associazione culture tipiche (caciocavallo impiccato e salsicce), Morsi e rimorsi (pizza), Ricciulillo (fritture), Beer Import (birre), Biancobaccalà, Da Mario (pizza), Raro sushi, Melà (vino), Fruttoncino, Il re del torrone (torroni e nocciole), Labirinth (birra), Canyon bistrot (panini), Sfogliacampanella (dolci e pizza fritta), O Cuzzetiello ra nonna (cuzzetiello farcito), L’immenso della Sicilia (specialità siciliane), Macelleria Mancini (paninoteca), Speedy Grill (kebab), Expressino (caffè e aperitivi), Columbus pub (panini), Gagliano Macelleria vegetariana, e ancora cuoppi fritti di mare, spighe arrostite, zucchero filato, dolci, crepes e tanto altro. Diversi anche i partner, che proporranno piatti all’interno del loro locale, come Chiù o Meno bistrò napoletano, SfiziDiVini e Scusate il ritardo.

Ogni sera sul palco si alterneranno ospiti che vivacizzeranno l‘evento. L’inaugurazione il 7 è affidata alla comicità irrompente di Rosalia Porcaro, madrina dell’evento. A seguire spazio alle voci di Thayla Orefice e Marika Cecere. I Ditelo Voi saranno protagonisti della serata di sabato, dopo la musica di Vincenzo Annunziatella con Don Farina. La chiusura di domenica è affidata all’ironia pungente di Lino D’Angiò che segue l’esibizione dell’accademia comunale Pomigliano Danza.

Non solo cibo e spettacolo ma anche una zona fieristica con una dozzina di stand di artigianato e prodotti fatti a mano. Inoltre, si terranno momenti di dibattito su vino, birra, carni, Dieta Mediterranea, nutrizione, prodotti a km 0 ed eccellenze campane, ai quali parteciperà tra i tanti anche lo chef Alfonso De Filippo. L’Associazione filiera buona sanità, in fine, curerà con i suoi esperti interessanti  momenti di formazione.

L’evento, organizzato dalla Pro Loco Pomigliano, patrocinato dall‘Assessorato al Commercio del Comune di Pomigliano, ed in collaborazione con CAIP, Aicast Pomigliano e agenzia Creative – comunicazione ed eventi, è ad ingresso gratuito e permette di acquistare cibo a prezzi contenuti.  Molte le aree parcheggio in zona.

«Il cibo è un grande attrattore – dichiara Vincenzo Caprioli, Assessore al Commercio del Comune di Pomigliano d’Arco – e ci permette di valorizzare il nostro territorio richiamando persone da tutta la regione con un interessante indotto anche per le attività commerciali della nostra città».