Archivio Categoria: Food

“Positano Gourmet” al ristorante La Serra con gli stellati Tramontano e Falser il 7 luglio

“Positano Gourmet” al ristorante La Serra

con gli stellati Tramontano e Falser

 Secondo appuntamento con la rassegna culinaria nella cucina dell’Hotel Le Agavi

 Una serata per poter mirare la bellezza della Costiera Amalfitana e assaggiare i sapori della cucina Mediterranea. Secondo appuntamento con “Positano Gourmet, a cena con le stelle”, la rassegna culinaria che si svolge da tre anni al ristorante stellato Michelin “La Serra” dell’Hotel Le Agavi di Positano (via G. Marconi, 169 – www.leagavi.it – 089 81 19 80) con l’incontro di domenica 7 luglio alle ore 20,30 tra l’executive chef Luigi Tramontano e lo chef Theodor Falser dell’Engel Spa & Resort in Trentino.

Una cena a quattro mani dove dialogheranno due stili di cucina, due diverse filosofie, ma entrambe sospese tra innovazione e tradizione. Nei piatti di Tramontano trionfa il pescato dei nostri mari e gli ortaggi di stagione, specialmente se impiegati in cotture sperimentali. Ogni ingrediente utilizzato da Falser viene raccolto e selezionato a mano, per creazioni culinarie nel nome della natura. Il tutto sarà accompagnato dai vini selezionato dalla sommelier Nicoletta Gargiulo.

Gli ospiti che sceglieranno una tavolo in terrazza potranno saziare anche gli occhi ammirando tutta la splendida baia di Positano. Chi si siederà in sala resterà incantato dalle cupole decorate con foglie dorate e il pavimento in maiolica azzurra.

Prossimo appuntamento con “Positano Gourmet” il 13 settembre con lo chef Romain Barthe dell’Auberge de Clochemerle nel Beaujolais.

Prenotazione obbligatoria: telefono: 089811980 | email: laserra@agavi.it; remmese@agavi.it  | WhatsApp: +393317232960

 

Il Bagno Elena incontra le Stelle

Il 10 luglio alle ore 20 cena esclusiva nello storico lido 

di Posillipo con lo chef a 5 stelle Igles Corelli

“Il Bagno Elena incontra le stelle”. Una cena esclusiva dello Chef Igles Corelli, 5 stelle Michelin, mercoledì 10 luglio, dalle 20. Ancora una volta, il Bagno Elena sarà protagonista di un evento unico in città, distinguendosi per classe ed eleganza. Sul caratteristico pontile che si proietta verso il mare, affacciandosi sul Golfo di Napoli, solo settanta ospiti avranno la gioia di gustare le eccellenze della cucina di un Maestro che sa unire al meglio i prodotti della gastronomia del nostro territorio. Le sue creazioni culinarie sono caratterizzate da un sapiente mix di sapori, esaltati ciascuno al massimo, in preparazioni che si dividono tra Tradizione e Contaminazione, il tema della serata. Prima della cena “strellata”, gli ospiti saranno accolti da un aperitivo di benvenuto. Nel corso della serata, saranno allietati da musica da ascolto.

IGLES CORELLI

Maestro indiscusso della ristorazione italiana e volto noto di Gambero Rosso Channel con il suo programma “Il gusto di Igles”, dal 2018 Igles Corelli è il nuovo Coordinatore del Comitato Scientifico di Gambero Rosso Academy.
Igles arriva alla ribalta nazionale e internazionale tra gli anni Ottanta e Novanta, come chef dell’ormai mitico ristorante “Il Trigabolo” di Argenta, in provincia di Ferrara. In quattordici anni a capo della brigata di cucina, che ha prodotto molti chef di successo, raccoglie numerosi riconoscimenti, oltre all’assegnazione di due stelle dalla Guida Michelin; il “Trigabolo” si colloca allora tra i primi ristoranti d’Italia, e contribuisce all’avanzamento della cucina italiana con piatti oggi considerati storici.
Nel 1996 Igles si sposta di pochi chilometri aprendo un suo ristorante, “La Locanda della Tamerice”, immersa nelle valli di Ostellato. Nei successivi quattordici anni riceve nuovamente una stella Michelin e consolida la sua posizione di Maestro della Cucina Italiana.
Dal 2010 al 2017 è executive chef del ristorante Atman, in provincia di Pistoia, dove il suo lavoro di ricerca e la sua passione per il servizio lo portano a ricevere riconoscimenti importanti, come l’assegnazione di un’altra stella Michelin.
A fine 2017 si trasferisce a Roma per l’apertura di un nuovo format di ristorazione al ristorante “Mercerie”, dove continua la valorizzazione dei prodotti tipici italiani unita alla ricerca, alla sperimentazione e alla contaminazione con altre culture, presentando una cucina creativa, ricca di riferimenti alle tradizioni ma che non finisce mai di stupire, di provocare e di evolversi.
Igles è autore di undici libri di cucina; tra i più recenti, “La caccia di Igles e dei suoi amici”, e “Il Gusto di Igles”.

Info e prenotazioni: 3429516195

Int’o Street Food Festival: cibo, risate e musica a Pomigliano d’Arco

Int’o Street Food Festival: cibo, risate e musica a Pomigliano d’Arco

Dal 7 al 9 giugno in piazza Leone circa 30 food truck:
la sera sul palco gli spettacoli di Rosalia Porcaro, I Ditelo Voi e Lino D’Angiò

Pizze a portafoglio, paste cresciute, sfogliatelle e babà. Pomigliano d’Arco omaggia la tradizione culinaria con una vera e propria festa del mangiar bene con bancarelle, truck, stand, chioschi pronti ad offrire numerose pietanze da consumare per strada. Da venerdì 7 a domenica 9 giugno (dalle ore 18 alle 24) si terrà la seconda edizione dell’Int’o Street Food Festival in pizza Leone e in via Cantone, dove il termine “Int’o” sta a creare un ponte tra l’anima partenopea dell’evento e i trand internazionali del food.

Una tre giorni durante la quale sarà possibile assaggiare le prelibatezze da circa 30 espositori come  D’Iglio (caffè), Trippicella (carni), Associazione culture tipiche (caciocavallo impiccato e salsicce), Morsi e rimorsi (pizza), Ricciulillo (fritture), Beer Import (birre), Biancobaccalà, Da Mario (pizza), Raro sushi, Melà (vino), Fruttoncino, Il re del torrone (torroni e nocciole), Labirinth (birra), Canyon bistrot (panini), Sfogliacampanella (dolci e pizza fritta), O Cuzzetiello ra nonna (cuzzetiello farcito), L’immenso della Sicilia (specialità siciliane), Macelleria Mancini (paninoteca), Speedy Grill (kebab), Expressino (caffè e aperitivi), Columbus pub (panini), Gagliano Macelleria vegetariana, e ancora cuoppi fritti di mare, spighe arrostite, zucchero filato, dolci, crepes e tanto altro. Diversi anche i partner, che proporranno piatti all’interno del loro locale, come Chiù o Meno bistrò napoletano, SfiziDiVini e Scusate il ritardo.

Ogni sera sul palco si alterneranno ospiti che vivacizzeranno l‘evento. L’inaugurazione il 7 è affidata alla comicità irrompente di Rosalia Porcaro, madrina dell’evento. A seguire spazio alle voci di Thayla Orefice e Marika Cecere. I Ditelo Voi saranno protagonisti della serata di sabato, dopo la musica di Vincenzo Annunziatella con Don Farina. La chiusura di domenica è affidata all’ironia pungente di Lino D’Angiò che segue l’esibizione dell’accademia comunale Pomigliano Danza.

Non solo cibo e spettacolo ma anche una zona fieristica con una dozzina di stand di artigianato e prodotti fatti a mano. Inoltre, si terranno momenti di dibattito su vino, birra, carni, Dieta Mediterranea, nutrizione, prodotti a km 0 ed eccellenze campane, ai quali parteciperà tra i tanti anche lo chef Alfonso De Filippo. L’Associazione filiera buona sanità, in fine, curerà con i suoi esperti interessanti  momenti di formazione.

L’evento, organizzato dalla Pro Loco Pomigliano, patrocinato dall‘Assessorato al Commercio del Comune di Pomigliano, ed in collaborazione con CAIP, Aicast Pomigliano e agenzia Creative – comunicazione ed eventi, è ad ingresso gratuito e permette di acquistare cibo a prezzi contenuti.  Molte le aree parcheggio in zona.

«Il cibo è un grande attrattore – dichiara Vincenzo Caprioli, Assessore al Commercio del Comune di Pomigliano d’Arco – e ci permette di valorizzare il nostro territorio richiamando persone da tutta la regione con un interessante indotto anche per le attività commerciali della nostra città».

A Napoli i migliori maestri gelatieri d’Italia 

A Napoli i migliori maestri gelatieri d’Italia 

Oggi, 30 maggio sulla terrazza del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo

l’evento di Città del Gusto di Napoli con i Tre Coni 2019 del Gambero Rosso

Il gelato mette tutti d’accordo, piace a grandi e piccini, può sostituire un pasto, essere light, per celiaci e ora anche gourmet. E con l’estate alle porte, i migliori maestri gelatieri d’Italia si riuniranno a Napoli per celebrarlo, per raccontare le ultime novità, i gusti di tendenza. Un prodotto oramai destagionalizzato che vede consumi in crescita ogni anno con circa 7 kg di consumo pro capite.

Oggi, 30 maggio, a partire dalle ore 19, sulla Terrazza Angiò del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo (via Ponte di Tappia 25 – Napoli) andrà in scena la seconda edizione di Tre Coni 2019 a cura della Città del gusto Napoli, il network di divulgazione enogastronomica e grandi eventi del Gambero Rosso. L’evento vedrà sfilare i Maestri del brivido premiati col massimo punteggio dalla guida Gelaterie d’Italia 2019 del Gambero Rosso.

Il premio Tre Coni 2019 è assegnato, dopo una serie di valutazioni sensoriali e tecniche, a tutti quei maestri che abbracciano la filosofia della produzione d’eccellenza: dalle materie prime alle tecniche di lavorazione alle nuove frontiere in fatto di gusti. I gelatieri al pari di cuochi, pasticceri e pizzaioli studiano sempre più ingredienti e caratteristiche organolettiche, si confrontano su ricette ed ingredienti e si riuniscono in associazioni per tutelare un gelato artigianale buono e sano che tutto il mondo ci invidia. Il gelato sempre più sta diventando complice e co-primario di esperienze gastronomiche a tutto tondo ed è importante aumentare la conoscenza del pubblico e stimolare il settore.

Durante l’evento i Maestri del brivido prepareranno per l’occasione un percorso di degustazione con gelati artigianali di qualità tutti da scoprire, attraverso rivisitazioni e grandi classici che stupiranno il pubblico per la ricercatezza dei sapori e la bontà del gusto.

Attesi a Napoli Alberto Marchetti dal Piemonte, Fabio e Monia Solighetto, Candida Pelizzoli dalla Lombardia, Cinzia Otri, Gianfrancesco Cutelli dalla Toscana, Claudio Zanette e Antonio Mezzalira dal Veneto, Mattia Cavallari, Stefano Guizzetti, Stefano Roccamo dall’Emilia Romagna, Paolo Brunelli dalle Marche, Dario Benelli, Dario Rossi, Davide Frainetti, Marco Radicioni, Veronica Fedele dal Lazio, Raffaele Cuomo, Raffaele Del Verme dalla Campania, Emilio Panzardi dalla Basilicata, Giancarlo Timballo, Alessandro Scian dal Friuli Venezia Giulia, Francesco Dioletta dell’Abruzzo, Giulio Rocci e Emanuele Monero, Marco Serra dal Piemonte, Maurizio Profumo dalla Liguria.

Tra le novità che si potranno assaporare c’è il gusto alla carbonara e al vitello tonnato, quello ispirato alla spiaggia nera di Maratea, quello al chinotto candito, ai fiori d’arancio, la crema al timo e limone, e poi asparagi e mandorle, ed ancora il Sorbetto allo Yuzu, con chips di polenta croccante, menta selvatica e gin spruzzato, fino alla mandola e mandarino.

La parte espositiva sarà affidata alle con vetrine refrigerate di Orion, ideate e create sotto il segno della ricerca tecnologica dell’innovazione e dell’affidabilità. Ad affiancare i maestri nella produzione ci sarà Ice Team Cattabriga con la sua tecnologia, sinonimo di innovazione in grado di assicurare nuovi standard nell’alta gelateria.

Non solo gelato, ma abbinamenti di eccellenza: le famose amarene Fabbri 1905, prelibatezza italiana nel mondo, dalla consistenza croccante tuffata in uno sciroppo dolce e aromatico, che il pubblico potrà liberamente abbinare ai tanti gusti dei Maestri gelatieri, oppure il cioccolato Valrhona e le cialde Bussy. Il viaggio nel gusto proseguirà con una degustazione di fragole dell’azienda D’Avino, nelle sue varietà Sabrina, Candonga, Rabida, Fortuna, presenti in freschi sorbetti e in un’altra delizia dolce.

La serata di divulgazione del gelato sarà anche accompagnata da liquori dolci, amari, vini liquorosi e bollicine. Tra cui la Distilleria Amato che dal 1881 si sono tramandati la passione per gli alambicchi, producendo, con passione e operosità, liquori artigianali nel rispetto della tradizione, e i liquori Alma De Lux sono figli di un’idea, che ha messo insieme l’autenticità della sostanza con l’originalità della forma: l’autenticità dei sapori di una terra incontaminata racchiusi nell’originalità di bottiglie, tanto eleganti da trasformarsi anche in regali di grande pregio.

 

 

Evento su prenotazione a posti limitati

Costo ingresso: €25

 

Tre Coni 2019

Giovedì 30 maggio, dalle ore 19 alle 23

Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, Ponte di Tappia 25 – Napoli

Integrazione, promozione sociale e riscatto del territorio: Michele In The World punta sui giovani

Domenica 19 maggio

ore 10:30

Sede storica “L’Antica Pizzeria da Michele”

Via Cesare Sersale, 1 – Napoli

Evento a numero chiuso: prenotazione all’indirizzo email info@micheleintheworld.com

www.micheleintheworld.com

Integrazione, promozione sociale e riscatto del territorio: Michele In The World punta sui giovani

Domenica 19 maggio alle 10:30, nella sede storica de L’Antica Pizzeria da Michele a Napoli, presentazione delle iniziative della MITW con il Forum Provinciale delle Associazioni Familiari per il progetto “Generare Futuro”, l’Associazione “Amici di Peterpan” e la pizza della legalità con la Cooperativa sociale Giancarlo Siani.

Evento a numero chiuso, prenotazione obbligatoria.

A 60 anni dalla scomparsa del fondatore, la nuova generazione Condurro guarda al futuro sostenendo progetti e iniziative a favore dei giovani e per la promozione sociale del territorio. 

La Michele In The World srl (MITW) ha fatto sue la particolare attenzione e la passione intelligente e solidale alla base dell’operare quotidiano de L’Antica Pizzeria da Michele di via Cesare Sersale, che ormai dal 1870 offre ai suoi clienti pizza di grande qualità, ad un prezzo popolare, specchio della visione democratica dei fondatori.

Solidarietà e attenzione al sociale caratterizzano, dunque, tuttora le scelte delle nuove generazioni dei Condurro, che con entusiasmo accolgono e promuovono proposte del terzo settore e del volontariato, per aiutare persone svantaggiate e contrastare forme di ingiustizia sociale, che da sempre minano le basi del vivere civile.

Gli A.D. di Michele In The World, con il loro staff, scelgono percorsi che sono tesi a solidi orizzonti etici, per dare un contributo fattivo alla rinascita del nostro territorio, a favore dei giovani.

Domenica 19 maggio, presso la sede de “L’Antica Pizzeria Da Michele”, la MITW assegnerà una borsa di studio per pizzaiolo a uno dei giovani partecipanti del progetto Generare Futuro condotto a Napoli dal “Forum Provinciale delle Associazioni Familiari”, in stretta collaborazione con le Acli e l’Arcidiocesi. Il progetto, finanziato dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e finalizzato a sostenere i giovani talenti che vivono in contesti socio-economici svantaggiati, ha visto MITW tra i principali partner del percorso progettuale, scandito da seminari di orientamento e laboratori dedicati alle eccellenze dell’artigianato e degli antichi mestieri della tradizione napoletana. Insieme alla maison “E. Marinella”, che ha bandito un concorso di idee per la realizzazione di un foulard, MITW ha voluto premiare il talento e la motivazione di un giovane partecipante offrendo una concreta opportunità di lavoro, dando prova che anche in una realtà complessa come quella di Napoli esiste un’imprenditoria sana e pronta a valorizzare le risorse di questa città.

Sarà inoltre presentata la campagna di raccolta fondi e 5XMILLE a sostegno dell’Associazione di Promozione sociale “Amici di Peterpan” con il presidente Antonio Del Prete e giovani volontari. L’associazione, che dal 2004 promuove iniziative contro la povertà educativa e a sostegno dei giovani di Napoli, con il ricavato finanzierà un progetto di orientamento e formazione per ragazzi a rischio di esclusione sociale. MITW inserirà all’interno delle sue pizzerie di tutta Italia, delle cassette “dono” e flyer informativi a partire proprio da Napoli per il periodo maggio- ottobre 2019.

Nello stesso giorno, la MITW ha deciso di celebrare la chiusura del mese dedicato alla pizza della legalità Giancarlo Siani Coop.”, un progetto realizzato in collaborazione con la Cooperativa sociale Giancarlo Siani. Ad aprile cinque sedi della Michele In The World srl, Roma, Firenze, Milano, Londra e Barcellona, hanno inserito nel proprio menù pizze speciali, arricchite nel sapore e nei contenuti dai pomodorini della cooperativa, i “Pizzini Vesuviani”, prodotti nelle terre confiscate alla camorra. Il risultato, in cifre, va oltre le 10mila pizze vendute tra le sedi di MITW in Italia e in Europa: un successo che unisce imprenditoria giovanile sul territorio campano e impegno sociale, punti cardine della politica di MITW e della Coop. G. Siani.

Per l’occasione sarà possibile degustare l’antica Pizza Mastunicola e la Pizza Giancarlo Siani Coop. e deliziare il proprio palato con i dolci gentilmente offerti dalla Pasticceria Napolitano-Poderico.

 

IV EDIZIONE DI TUTTOPIZZA EXPO

DAL 20 AL 22 MAGGIO A NAPOLI, LA IV EDIZIONE DI TUTTOPIZZA EXPO

Numeri in crescita (+15%) di espositori per la principale rassegna italiana per operatori professionali dedicata al “pianeta pizza”. Sold – out i 7.500 mq di spazi espositivi della Mostra d’Oltremare

Napoli, aprile 2019 – Il mondo della pizza si ritrova ancora a Napoli per la IV edizione di TuttoPizza Expo, rassegna dedicata agli operatori professionali, in programma alla Mostra d’Oltremare dal 20 al 22 maggio, a cura della Squisito Eventi.

Per tre giorni Napoli, “capitale mondiale della margherita”, sarà il luogo di incontro di tutto il “pianeta pizza”: dai servizi alle farine, dalle bevande (birra e vino) al caseario, dal conserviero, al packaging sino a tutto il food service ed horeca.

TuttoPizza Expo si presenta con numeri in crescita rispetto alle precedenti edizioni e, superando le 17.000 dello scorso anno, punta alle 20mila presenze.

Rispetto alla passata edizione, è in crescita di oltre il 15 % il numero degli espositori. Il grande interesse è confermato dal sold out di tutte le aree espositive dei 7.500 mq dei padiglioni 1 e 2 della Mostra d’Oltremare.

Si tratta di una Fiera particolare, in cui non sono protagonisti solo gli stand espositivi ma gli operatori stessi grazie alla presenza dei principali esperti del settore che – attraverso un fitto programma di master class – trasmettono conoscenze e competenze su vari temi: dagli abbinamenti alla conservazione dei prodotti fino al design dei locali.

L’ingresso è gratuito per operatori che possono scaricare attraverso il sito tuttopizzaexpo.com  il biglietto di ingresso.

Fitto il programma di incontri che verrà ufficializzato a breve. Da segnalare: la conferenza di presentazione prevista per il 20 maggio, in cui verranno diffusi dati sul settore di un recente studio della CNA; il trofeo per pizzaiuoli “Tutto pizza”, unica competizione in Italia a squadre con una sezione per pizze senza glutine; il 22 maggio, la II edizione della “Convention del Pizzaiuolo”, i principali maestri italiani si confronteranno sui temi più attuali che riguardano il settore.

Contact: presstuttopizza@gmail.com

 

 

“VINI DEL SUD & CHAMPAGNE A NAPOLI”: BERE BENE RENDE FELICI, BERE MALE ACCORCIA LA VITA

“VINI DEL SUD & CHAMPAGNE A NAPOLI”: BERE BENE RENDE FELICI, BERE MALE ACCORCIA LA VITA

Lunedì 25 marzo, dalle 10.30 alle 19.00, il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa sarà teatro di un evento da non perdere.

Vuoi mettere degustazioni? Professionisti del settore? Bottiglie pregiate e buona compagnia?

Ecco, allora “Vini del Sud & Champagne a Napoli” è una tappa imperdibile per gli appassionati, ma anche per i semplici curiosi.

Il Club Excellence, associazione che riunisce ben 13 tra i più importanti distributori e importatori italiani di vini e distillati pregiati, ha scelto proprio Napoli per il secondo appuntamento di Eventi Club X.

Un evento che chiama in causa le aziende del Sud Italia così come le maison di champagne, una giornata in cui le parole d’ordine saranno degustazione, approfondimento tecnico e formazione.

Quando parliamo di beverage, però, è sempre di fondamentale importanza porre l’attenzione sull’uso moderato che bisogna fare degli alcolici.

A tal proposito, sono in programma diverse iniziative sociali che avranno come comune denominatore il seguente messaggio: “bere bene rende felici, bere male accorcia la vita”.

 

Food: ecco cosa si mangia a Natale 2018

Natale e le feste sono, a tavola, sinonimo di tradizione e, lontani dalle mode gli italiani sono legati alla buona cucina italiana. La novità riguarda l’instagrammabilità dei piatti, una sorta di “menu natalizio 2.0”con record di post #ChristmasMenu.

Le lasagne guidano la classifica con ben 570.903 post dedicati su Instagram. La medaglia d’argento va al panettone, tipico dolce milanese da sempre associato alla tradizione gastronomica del Natale, che ha ottenuto ben 348.728 condivisioni. Il terzo posto della classifica è assegnato aitortellini, storico piatto emiliano ormai diffuso in tutta Italia, con 301.377 condivisioni. Grande escluso dal podio è invece il pandoro, dolce di origine veronese, che ha raccolto 109.458 hashtag. La quinta posizione è occupata dalle lenticchie, piatto tradizionale e di buon auspicio che si prepara l’ultimo dell’anno, con 56.596 condivisioni. Al sesto e a settimo posto troviamo rispettivamente la frutta secca e il torrone, con 52.753 e 50.715 condivisioni. L’ottavo posto è invece occupato dai grissini, uno dei prodotti agroalimentari italiani più noti all’estero, con 50.084 post. In coda alla Top 10 troviamo gli struffoli, dolci tipici della gastronomia meridionale, con 46.443 condivisioni, e il baccalà con 44.623.

A sorpresa i grandi esclusi dalla Top 10 sono il bollito e l’arrosto, che hanno fatto registrare 44.413 e 42.880 hashtag. Anche il capitone, tipico piatto della tradizione natalizia partenopea, sembra essere uscito dalle “grazie digitali” degli italiani, ottenendo 37.794 post dedicati. A seguire troviamo i mandarini con 28.379 condivisioni, il cotechino, tipo di insaccato originario del Friuli-Venezia Giulia, con 17.816 post. Le seadas, uno dei dolci più caratteristici della Sardegna, si assestano sulle 17.548 condivisioni, mentre gli affettati fanno registrare un calo di popolarità sulle tavole natalizie con sole 16.364 menzioni. A chiudere la classifica ci pensano i datteri, l’abbacchio e il cappone, rispettivamente con 12.027, 8.328 e 4.765 hashtag.

La classifica viene fuori da un monitoraggio condotto da Espresso Communication per Vitavigor, storico marchio dei grissini di Milano, che ha classificato gli hashtag delle più popolari prelibatezze natalizie su Instagram.

 

 

 

 

Fonte: Ansa

Napoli – Stella Rossa: l’apecar che sforna pizze a portafoglio nell’area vip

L’idea di Aurelio De Laurentiis di portare Johnny Take Uè in tribuna autorità: già 300 margherite nel match contro il Paris Saint German

 

Dopo il grande successo per il match col Paris Saint German allo stadio San Paolo, la pizza su tre ruote tornerà protagonista in Champions nella sfida con la Stella Rossa. Durante la sfida del Napoli di Ancelotti contro i francesi il patron Aurelio De Laurentiis ebbe l’intuizione di collocare l’apecar Johnny Take Uè, dell’imprenditore Giovanni Kahn della Corte, nell’area vip della tribuna autorità gestita da Massimo Calafiore e Vincenzo Borrelli. Dopo le 300 pizze sfornate in quella occasione, l’idea verrà replicata nel match in programma il 28 novembre, quando ospiti e dirigenti nel team di Belgrado potranno assaggiare la mitica margherita a portafoglio preparata dal maestro pizzaiolo Patrizio De Biase.

Johnny Take Uè è l’unico mezzo di trasporto a tre ruote dotato di forno a legna tradizionale brevettato, un progetto tutto napoletano che trova sede in città al Corso Vittorio Emanuele e all’Edenlandia, ma che ha punti vendita anche a Londra, Perugia, Milano, Bergamo (Sarnico), Rende e L’Aquila.

IL PROGETTO. Johnny Take Uè nato nel 2012, quando Kahn Della Corte ebbe l’idea di collocare un forno a legna, in materiale refrattario e piano in biscotto di Sorrento, su di un Ape Car Piaggio. Un progetto innovativo ma nel rispetto della tradizione. La peculiarità del mezzo sta nel fatto che le pizze vengono fatte al momento, davanti gli occhi dei clienti, utilizzando ingredienti freschi e genuini. La pizza viene dunque consegnata “a portafoglio”, il modo tradizionale di consumare la pizza a Napoli, soprattutto per strada, piegandola in quattro e servendola nel particolarissimo foglio di carta paglia.

Il mezzo è dotato di una propria canna fumaria smontabile e con tavoli da lavoro a scomparsa, quindi senza supporti esterni. Tra le peculiarità l’utilizzo della foglia di basilico staccata direttamente da una piantina presente sull’ape, impasto a lenta lievitazione e lunga maturazione e la particolarissima pizza con il pomodorino giallo.

L’INVENTORE. Laureato presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con la tesi dal titolo “Food and Beverage Management”, Giovanni Kahn della Corte è stato premiato premiato dalla Camera di Commercio di Napoli nell’ambito di “Napoli eccellente”. Il suo marchio Johnny Take Uè è anche presente nei 10 punti vendita “Pizzerie & Cucine d’Eccellenza”.

Tra le sue idee il “Napoli Strit Food Festival” e beerETTA, bicicletta che con la pedalata consente l’erogazione della birra, con il gruppo Mobilarch del Dipartimento di Architettura dell’Università di Napoli Federico II. È tutor aziendale presso l’Università degli studi di Napoli Federico II seguendo numerosi tesi di laurea.

Viaggio enogastronomico a Palazzo

Sabato 17 novembre l’evento per valorizzare e promuovere le eccellenze locali

La storia di una terra passa anche attraverso le tradizioni del buon cibo accompagnato dall’ottimo vino. Sabato 17 novembre, il Palazzo Ducale di Parete (Caserta), ospiterà “CIBO DiVINO” Sapori d’autunno. L’evento,  a partire dalle ore 19,  promosso dalla Pro loco Parete, nella persona del suo presidente Vincenzo Pellegrino, vedrà l’incontro tra l’eccellenza vinicola del territorio e quella gastronomica. 3 i menù tipici prescelti abbinati ai vini. Una ricca e golosa  varietà di proposte dalla carne ai funghi, dalle castagne alla zucca, dal miele ai dolci. Si potrà scegliere infatti,  (previa prenotazione del ticket), il percorso con gli spumanti, quello con i vini bianchi oppure con i vini  rossi. Frutta, verdura, legumi, erbe officinali ed aromatiche: verrà allestito un  vero mercato a Km 0 dove, ci sarà la possibilità di acquistare i prodotti del territorio. Prodotti che rappresentano l’identità, l’anima della gente per far rivivere le tradizioni, scoprire i profumi, la genuinità dei sapori, il gusto della tavola e  favorire la condivisione.

 

Per l’occasione saranno presenti i vini dell’azienda Fontana, con la sua qualità biologica di Asprinio, Masseria Campito, Vini Caputo, Salvatore Martusciello, Vini Magliulo. La serata, sarà allietata ed impreziosita dallo spettacolo della compagnia La Mansarda, Teatro Dell’Orco. Un appuntamento imperdibile per gli amanti della buona tavola, un laboratorio del gusto per i palati più esigenti, una iniziativa per promuovere le materie prime locali. Si celebra il trionfo delle prelibatezze d’autunno.

 

Per ulteriori informazioni ed aggiornamenti oltre a scoprire i menù dedicati, visita la pagina facebook oppure il sito web.

 

https://www.facebook.com/ProLocoParete/?tn-str=k*F

 

http://www.prolocoparete.it/?fbclid=IwAR2dmq9lJZ3OpUJb0t_wkLgmQdgV7ApvZ81GdKFWBi6gJiSnODo-c3KNgI8