GUCCI COSMOGONIE: LA SFILATA AMANTE DEL NAKED DRESS

DI ELENA SBRESCIA

Gucci Cosmogonie ha sfilato a Castel del Monte, in Puglia, rivelando uno dei trend del momento: il naked dress e i dettagli fetish. La passerella è avvenuta il 16 maggio, in una notte di eclissi lunare in concomitanza con la Luna Piena dei Fiori, ed è proprio da qui che Alessandro Michele ha ideato i look con degli abiti trasparenti che fanno intravedere le forme del corpo, impreziositi da dettagli sexy come i chocker, le borchie e l’altezza degli stivali fino alla coscia. La sfilata Cosmogonie di Gucci è ispirata dall’opera di Walter Benjamin e alla sua capacità di sviluppare richiami, rimandi e interconnessioni tra mondi lontani tra di loro.

La costellazione per Benjamin è un’apparizione subitanea e carica di tensioni – scrive Alessandro Michele spiegando la collezione che ha sfilato a Castel del Monte – È ciò che risulta dalla capacità di stabilire congiunzioni tra frammenti di mondi altrimenti dispersi: un pulviscolo febbrile di citazioni che si incendia nella possibilità di un contatto“. Il direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, ha raccontato di vestiti che diventano tutt’uno con il corpo e di corpi che diventano abiti. L’idea è stata perfettamente rappresentata da dei look quasi trasparenti con effetto nude, e spesso arricchiti da decori floreali dall’effetto maggiormente coprente sia nella versione nera per look dalle maniche ampie, sia nello slip dress rosa confetto con ricami, o ancora nell’abito ampio verde fluo con strascico laterale, entrambi indossati con cuissardes bianchi e lunghi e lucidissimi guanti acquamarina: l’epitome dell’incontro tra naked dress e fetish.

UN ARCOBALENO DI NAKED DRESS
Per la sfilata Cosmogonie, il direttore creativo ha optato per due look naked dress coloratissimi: da un lato un abito di un giallo acceso, dall’altro rosso -ove i cuissardes sono bicromatici e al collo non mancano le perle, abbinate a un colletto dal sapore medievale o a chocker di borchie.

NUDE BLACK
Ruolo importante lo hanno anche il nero e il nude che ovviamente portano avanti il legame tra corpo e look, un dialogo diretto tra la sensualità e la purezza. Un dettaglio che non possiamo non notare sono i stivali cuissardes che superano il ginocchio e sono allacciati davanti con stringhe nere a contrasto sulla pelle color nude, oppure in versione total black si indossano per Alessandro Michele con un abito-body tempestato di cristalli dorati con dettaglio fetish che definisce il collo incorniciato da una striscia nera di tessuto che parte dal centro dello scollo e si allaccia come fosse un chocker.
Un chocker arricchito da borchie a punta è invece protagonista di un altro look Gucci Cosmogonie ove naked e fetish si incontrano: il corpetto-minidress di paillettes dorate sfila in passerella con una maxi gonna al polpaccio in tulle nero con una rouche finale e sandali che ricordano le caligae romane tempestate di borchie.

NAKED DRESS A POIS
Molto più romantico il minidress naked monospalla di tulle color carne ricoperto di pois neri e con rouche sul seno e balza alla coscia. Il dettaglio fetish lo ritroviamo nel filo di perle indossato come fosse un alto chocker, che copre l’intero collo. Il look è riformulato anche su base nera, con sandali ispirazione romana tempestati di borchie e cristalli.

FLORAL NAKED
Per ultimo, ma non per importanza, il bellissimo naked dress asimmetrico arricchito con decorazioni floreali. Lo abbiamo trovato in passerella con lunghi guanti azzurri lucidi – dettaglio fetish – e stivali cuissardes bianchi.

Iscriviti alla newsletter

per restare aggiornato su tutte le ultime novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *