Archivio Tag: trend

OAKLEY® X STAPLE LANCIA LA COLLEZIONE ROYGBIV SPECTRUM IN EDIZIONE LIMITATA

Per celebrare Frogskins®, una delle più iconiche silhouette di occhiali da sole, Oakley® si è unito nuovamente a Jeff Staple per lanciare la collezione ROYGBIV Spectrum.

Rendendo omaggio al patrimonio unico e audace dei Frogskins Oakley, questa edizione speciale conserva il caratteristico design della collezione originale in un look completamente rinnovato. Staple ha preso ispirazione da una vecchia réclame Oakley che presenta il logo Frogskins originale, per creare una collezione che renda omaggio alla iconica montatura in quattro stili diversi: Frogskins Classic, Frogskins Mix, Frogskins 35th Anniversary e Frogskins Lite. Ogni modello presenta un diverso colore dello spettro ROYGBIV, è inciso con il piccione simbolo di Jeff Staple sulla lente, ed è completo di cinturino in neoprene.

La collezione è disponibile a partire dal 22 giugno in negozi Oakley selezionati o visitando il sito Oakley.com.

ANDY MURRAY, A WIMBLEDON, INDOSSA UN COMPLETINO DI CLASSE IN LANA MERINO

di massimiliano alvino

Sui campi di Wimbledon anche la moda diventa protagonista: AMC in collaborazione con The Woolmark Company

Wimbledon è il torneo di tennis più famoso del mondo ed a sud di Londra, fra pochi giorni, non andrà in scena soltanto un torneo, ma un vero e proprio look destinato a fare la storia di questo magnifico sport. 

È il caso di Andy Murray che torna sull’erba londinese con una uniforme di gara altamente performante il lana Merino, realizzata da AMC in collaborazione con The Woolmark Company. 

Il tennista britannico, che giocherà in casa, ha così commentato: “Ho lavorato con chi ha realizzato questo completino fantastico e devo dire che sono soddisfatto del lavoro svolto. Abbiamo testato insieme le performance anche durante gli allenamenti e sono davvero contento”. 

La collezione sarà lanciata il 28 giugno, in contemporanea con l’apertura del torneo di Wimbledon. I look saranno disponibili su www.castore.com/ACM con spedizioni internazionali

TENDENZE: È LAYLA COSMETICS A DOMINARE LA SCENA BEAUTY PER LA PRIMAVERA ESTATE 2021

Babila Spagnolo, imprenditrice rock, amministratore delegato dello storico brand del beauty Made in Italy, portavoce di innovazione e cambiamento grazie all’ultimissima linea di smalti by Fedez. Tutto e di più nell’intervista a cura di Giulia Asprino


Chi dice donna dice danno?! Sbagliato! Se oggi Layla Cosmetics, la più antica azienda italiana di smalti, ha raggiunto la vetta dell’Olimpo dei beauty brand più seguiti di sempre, per la proposta unghie, è merito di una Donna.

Entusiasmo, intraprendenza, determinazione, lungimiranza. Babila Spagnolo non ha bisogno di presentazioni. È tra le donne italiane che ha scelto di inseguire i propri sogni, di mettere in campo perseveranza e determinazione per raggiungere i propri obiettivi. Oggi Babila Spagnolo è alla guida dell’impero Layla Cosmetics, il nail polish brand diventato punto di riferimento non solo per le donne, ma anche per gli uomini, grazie alla nuovissima collezione (NooN ndr) firmata da Fedez. Mettetevi comodi, mentre date l’ultima limata alle vostre unghie. Giulia Asprino ha incontrato per noi di Pink Life Magazine, Babila Spagnolo e l’intervista è tutta da leggere!


Buongiorno Babila, voglio darti subito del Tu per sciogliere il ghiaccio. Da dove parte il tuo percorso? Da donna a donna, quanto hai dovuto lottare per arrivare a questo traguardo?
Buongiorno, ma certo! Il “tu” è confidenziale, amichevole ed amo usarlo sempre. Il mio percorso parte da una gavetta effettuata, sì, nell’azienda di famiglia ma tutt’altro che facilitata. Da quando ero poco più che maggiorenne fino a pochi anni fa, ho praticamente ricoperto tutti i ruoli. Quel che sono oggi lo devo a quanto fatto nella mia vita, essere stata impiegata in produzione o nel commerciale estero, ad esempio, sono state attività fondamentali per imparare a sopportare e gestire tutto. Il mio ruolo attuale solitamente è ricoperto da una figura maschile ed ho lottato tanto per sentirmi in grado di meritarlo più che per raggiungerlo ma, come dimostrato da mia madre prima di me, niente è precluso quando viene perseguito con passione, determinazione e dedizione. Ciò premesso, ovviamente non si finisce mai di lottare soprattutto se si vive di continui stimoli ed obiettivi.

D: Raccontaci un po’ di Layla. Cosa rappresenta per te questo brand?
R: Layla è la mia vita, è la storia della mia famiglia ma è anche la storia dello smalto in Italia e di un neonato makeup che promette benissimo. Layla è la casa di tutti coloro che lavorano con me a questo sogno e l’amore che mi spinge a fare sempre meglio. Anche quando mi sento stremata, mi basta vedere il “loghino” Layla per sentire
immediatamente nuova linfa dentro di me!

D: NooN è la neonata in casa Layla. Una nuovissima collezione di smalti del tutto innovativa che stravolge il concetto di manicure femminile. Senti di aver contribuito anche tu in questo modo alla lotta contro le differenze di genere?

R: Quando abbiamo pensato a Noon, a nessuno del team è venuto in mente che potesse rappresentare la risposta alle differenze di genere, per noi lo smalto è genderless. Il problema è vissuto da chi lo percepisce come tale ed a quanto pare nel 2021 lo smalto sulle unghie di un uomo desta ancora scetticismo e perplessità. Da questo punto di vista sento effettivamente di aver contribuito in maniera importante alla libertà di espressione, un po’ mi meraviglia ma me sono felice.


Ti potrebbe interessare anche: MANICURE PER LUI?! CI PENSA FEDEZ PER LAYLA COSMETICS


D: Cosa ti ha regalato dal punto di vista umano la collaborazione con Fedez?

R: Domanda difficilissima alla quale rispondere… mi ha regalato talmente tanto! Posso dire semplicemente che a tutt’oggi continua ad emozionarmi?!

D: Si nota e si percepisce tantissimo! E ora parliamo un po’ delle tendenze di quest’estate. Nella nuova collezione di smalti summer edition spicca il colore, come marchio di fabbrica del brand, devo dire che i più particolari sono quelli “ceramic effect”. A cosa si ispirano? E a cosa devono questo nome? Puoi svelarci qualche piccola anticipazione sulle prossime tendenze?

R: Lo smalto classico rappresenta da sempre il nostro cavallo di battaglia ed i ceramic effect sono sicuramente il nostro fiore all’occhiello. Come suggerito già dal nome, ricreano sull’unghia l’effetto extra lucido, resistente, liscio e colorato tipico della ceramica. Per quanto riguarda la prossima tendenza, senza dubbio i colori accesi ed in particolar modo i fluo … non a caso direi! Non posso fornire anticipazioni sulla produzione Layla ma vi assicuro che ne vedrete delle belle.

D: E non vediamo l’ora! Prima di salutarci. Qual è l’abito che ti rappresenta di più? E perché?

R: Gonne lunghe e larghe, scarpe basse e giacche di pelle. Babila è così … casual e comoda ma sempre femminile.


TENDENZE MODA 2022. IL RECAP DELLA MILANO FASHION WEEK 

Cosa ci riserverà il prossimo anno? In uno scenario dominato da un enorme punto interrogativo, almeno la moda ci regala qualche certezza. Le sfilate andate in scena a Milano per la Fall Winter Fashion Week – tutte o quasi in modalità virtuale – hanno delineato quelli che saranno i trend e le novità per l’Autunno Inverno 2021-22. Una stagione che, nonostante tutto, si prospetta all’insegna dell’ottimismo e di una ritrovata joie de vivre, tra sguardi al passato e slanci verso un futuro talvolta avveniristico, dove trovano posto capi rilassati e silhouette audaci, colori bold e dettagli ultra sofisticati, rassicuranti evergreen e nuovi must. Abbiamo passato in rassegna tutti gli show digitali, gli short film e i lookbook presentati durante il fashion month e abbiamo individuato i trend più interessanti della stagione fredda 

Il tempo presente vive di dicotomie e contraddizioni

Chiede gesti rassicuranti mentre incita azioni decise. Alberta Ferretti propone un nuovo minimalismo ma poi, all’improvviso, osa scintillare, senza remore. Sogno, fuga notturna su zeppe e tacchi dal sapore glam. La nuova collezione Alberta Ferretti è fatta di forme avvolgenti, che abbracciano il corpo nel tepore di texture calde e lo proteggono; sconosce gli angoli, fluisce in un succedersi di curve. Persino portare una borsa diventa abbracciarla. Forme classiche dai volumi inattesi suggeriscono modi inaspettati di indossare capi archetipi. È un nuovo lessico, nel quale la sensualità non equivale ai centimetri di pelle scoperta. Al contrario, c’è voluttà nel coprire.

La memoria di capi irrinunciabili è trasfigurata nel trattamento artigianale delle superfici: laccature e ricami di paillette che suggeriscono usi precedenti; floccatture e bagni di colore sul denim. Lo spirito pragmatico lascia spazio, nel procedere del giorno, a tripudi di intrecci, lucentezze e trasparenze. Nel fluire, i tessuti si aprono alla morbidezza della seta, alla trasparenza. Colori e materiali sottolineano questo movimento fluido. Il risultato è un’armonia di contrasti, di gesti decisi e rassicuranti. 

Nella bellezza la società trova nuova energia per disegnare il futuro

La forza rigenerante della moda Biagiotti, insieme a un forte senso di responsabilità e di identità, vivono in una collezione che tesse un dialogo tra moda, arte, danza, architettura e cinema, declinato in tinte ispirate ai grandi fregi augustei dell’Ara Pacis. I colori della collezione sono proprio: il bianco marmoreo ed anche quello del fiore di loto, le sfumature rosate dei fiori dell’acanto, il viola degli iris, le diverse tonalità del blu. Classicismo e naturalismo sfilano in corteo tra le flessuose efflorescenze d’acanto. L’iconica borsa monogram con il manico che riproduce il logo LB racconta nuovi stili di vita e viene declinata in forme mini da portare a tracolla per l’essenziale e più capienti per contenere nuove avventure.

Lo scopo della moda Biagiotti in fondo è mettere lo straordinario nel quotidiano e farlo durare nel tempo, con abiti che raccontano la storia di ogni giorno. Fregi e girali d’acanto vengono tessuti e filati su lunghi abiti in maglia a costine calate e minute, su cappotti ampi che abbracciano il corpo. Abiti e cardigan in cashmere o in mohair, lunghi e sinuosi, sono solcati da rombi e trecce, interpretando la vocazione del brand alla maglieria. Sapienti ricami fatti a mano di perle scaramazze e punti luce suggeriscono un’estetica del rinnovamento che passa anche attraverso l’abbigliamento.


Leggi anche: VERSACE SPRING/SUMMER 2021, SI RIPETONO GLI ABITI MA IL RISULTATO È MERAVIGLIOSO


Dalle stampe audaci agli accessori d’impatto, angoli netti e geometrie pulite si presentano in una palette che esprime sicurezza e fiducia in se stessi rappresentando l’ultimo tocco dello stile Versace. Nella nuova stampa, un moderno labirinto tridimensionale che sembra catturare gli osservatori, spiccano l’iconico motivo greca e il logo Versace, declinati in diverse combinazioni cromatiche. Creata a partire da una selezione di tessuti innovativi, la nuova collezione vanta un carattere moderno in prima linea per esaltare l’emancipazione femminile.

A cura di Giulia Asprino

La “Clima Bottle” di Chiara Ferragni è già un must have

Chiara Ferragni ha lanciato la “Clima Bottle”, bottiglia glitterata, in acciaio inossidabile, logata con il suo nome e con l’eyelike rosa shocking, simbolo delle sue nuove collezioni. Una borraccia termica riutilizzabile, compatta e di piccole dimensioni.

La collaborazione è nata con 24 bottles, la startup bolognese che da anni fornisce prodotti pratici e attenti al pianeta. Una bottiglia a zero emissioni che rispetta l’ambiente.

La “Clima Bottle” è in grado di mantenere le bevande fredde per 24 ore e calde per 12; ed è in vendita in esclusiva sul sito chiaraferragnicollection.com anche se è già andata sold out in poco meno di un’ora.

Chiara Ferragni come “Re Mida”, tutto quello che tocca diventa oro.

A cura di Linda Suarez