UN MIX DI ORIENTE E DI OCCIDENTE IN UN PROFUMO SENZA TEMPO FIRMATO KENZO MEMORI

DI ELENA SBRESCIA

KENZO MEMORI COLLEZIONE PROFUMI
Ci troviamo negli anni ’40 del 900 a Himeji, in Giappone. Parliamo della città natale del famoso stilista Kenzō Takada. Tutto di quel tempo, dall’atmosfera ai ricordi, hanno portato alla creazione di Memori, la prima collezione di fragranze del marchio. I sette profumi si ispirano all’infanzia dello stilista, passata nella casa da tè del padre insieme ai suoi fratelli. Filo conduttore di questa profumatissima collezione è il tema del ricordo, reinterpretato in chiave olfattiva unendo gli ingredienti tipici del Giappone con la profumeria occidentale. Ma da dove nascono queste fragranze? Dal naso di iconici master perfumers come Quentin Bisch, che hanno abbinato a sentori floreali e legnosi odori e sapori tipici della gastronomia giapponese, come tè matcha e fagioli azuki. L’obiettivo è regalare un’esperienza dei sensi, che vada oltre il semplice stimolo olfattivo. Anche per questo le fragranze Kenzo Memori sono unisex, così che chiunque possa scegliere la più adatta alla propria pelle e alla propria individualità.

CIEL MAGNOLIA
L’elegante magnolia che troviamo nel giardino della casa da tè della famiglia Takada ha accompagnato l’infanzia dello stilista. I suoi fiori ampi e carnosi e il profumo delicato sono elementi a cui Kenzō è rimasto particolarmente affezionato. Grazie all’estro di Quentin Bisch è nato Ciel Magnoliajus della famiglia floreale. La sua piramide olfattiva si apre con note di testa di magnolia, seguite da un fresco cuore di muschio. Chiude la fragranza il legno di sandalo, per una scia durevole e strutturata.

RÊVE LOTUS
Nel giardino dei ricordi di Kenzō Takada c’è anche un magnifico stagno, su cui galleggiano placidamente splendidi fiori di loto. Quest’immagine straordinariamente rilassante ed evocativa ci regala una fragranza floreale-acquatica, nata dai nasi di Quentin Bisch e Shyamala Maisondieu. I fiori di loto, con il loro delicato aroma cipriato, aprono la piramide. Nel cuore la freschezza del muschio si sposa con i fiori di mimosa, lasciando spazio a un fondo avvolgente di legno di sandalo e ambroxan.

COEUR AZUKI
Questa fragranza aromatica-gourmand inventata da Delphine Lebeau si ispira ai dolcetti mochi. Questo jus si apre con una nota golosa di fagioli azuki caramellati nello zucchero, stemperata dall’acidità del ribes nero. Un equilibrio perfetto, che trova la sua giusta chiusura in un mix 100% made in Japan di riso alla vaniglia.

POUDRE MATCHA
Qualcosa più del tè può spiegarci l’Oriente? La cerimonia del tè, vista e rivista innumerevoli volte nel corso della sua infanzia, ha segnato la memoria olfattiva di Kenzo. Tanto da trasformarsi in un profumo floreale-verde, che ha come protagonista in cui la nota pungente dell’erba mate. Il naso Jean-Christophe Herault la abbina a un cuore prezioso di rosa e a un fondo di muschio e vaniglia, per conferire alla fragranza un sentore lattescente e quasi tostato, ispirato al verdissimo tè matcha.

SOLEIL THE
L’iris è uno dei fiori più amati della profumeria occidentale, ma anche uno degli ingredienti più amati nel vasto mondo dei tè giapponesi. Per celebrare questa unione, il naso Jérôme Di Martino ha scelto l’elegantissimo fiore dai sentori cipriati come nucleo di Soleil The. Questa fragranza floreale-muschiata si apre con note rinvigorenti di tè al ginseng, con l’aroma cipriato dell’iris che va intensificandosi nel fondo avvolgente di muschio bianco.

NUIT TATAMI
Della notte, Kenzo amava ricordare l’odore della paglia di riso, tipica dei tatami. Un profumo rilassante che invita al riposo e apre la piramide olfattiva ideata da Karine Dubreuil-Sereni. Il jus ambrato-vanigliato racchiude un cuore pungente e vivace di pepe rosa, in peno contrasto con le note cremose e avvolgenti del fondo, a base di semi di ambretta e vaniglia.

CÈDRE SECRET
Ispirata a un tipico dolce giapponese alle castagne, il profumo Kenzo Memori creato da Nelly Hachem-Ruiz è un esempio di fragranza legnosa-floreale. La nota di testa è quella chiara e delicata dei fiori d’arancio, che lascia spazio al cuore multisfaccettato del legno di cedro, fresco ma al contempo vigoroso e deciso. Un crescendo che si chiude con le note dolci della fava tonka, calda e vanigliata.

PACKAGING
Il packaging dei profumi Kenzo Memori è decisamente di uno stile minimalista. I flaconi, in vetro trasparente, sono caratterizzati da linee pulite ed essenziali, e sono chiusi da un tappo bianco che ha preso ispirazione dalle pietre che troviamo nei giardini zen. Ogni elemento del flacone è riciclabile. Inoltre, ogni flacone è realizzato con il 15% di vetro riciclato, per ridurre le emissioni di CO2. Gli ingredienti derivano esclusivamente da fonti certificate e sono raccolti secondo metodi sostenibili ed etici per ambiente e lavoratori. Infine, i colori utilizzati sono davvero delicati e fini: sfumature rosate, verdi, blu chiaro e giallo

Iscriviti alla newsletter

per restare aggiornato su tutte le ultime novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *