MILANO FASHION WEEK – DI COSA HANNO VERAMENTE BISOGNO LE DONNE?

Capi essenziali da “FAR GIRARE” nel proprio guardaroba che assumono interpretazioni diverse secondo gli abbinamenti scelti. Risponde a questa domanda la collezione donna Eleventy SS22 presentata in ambito della Milano Fashion Week che pensa non a una donna ma alle donne e propone per la prossima stagione una collezione versatilefluida, LEGGERA nel tema di una eleganza rilassata, dove le contaminazioni dal mondo del design e del classico, dalla sartorialità e dal tecnico si mescolano in maniera insolita e naturale per una femminilità moderna. 

Circolarità. Capi essenziali da “far girare” nel proprio guardaroba che assumono interpretazioni diverse secondo gli abbinamenti scelti, adatti di giorno, per il tempo libero ma anche in occasioni formali.

Valori e culture dei nostri territori. Le morbidezze dei neutri incontrano intrecci, stampe, colori e invitano ad abbandonarci ad un viaggio interiore attraverso profumi e tradizioni artigiane che appartengono alla cultura del Made in Italy: i blu delle maioliche siciliane, i rossi delle terrecotte toscane, jacquard di arazzi e tappeti, trame e frange di lavorazioni a telaio, disegni di foulard piazzati ad arte.

Sartorilita’ sportiva. La scoperta di outfit confortevoli ha portato alla progettazione di capi dalla natura leisure come: l’Outerwear di estrazione tecnica si contamina con dettagli metropolitani per aumentarne la versatilità e le destinazioni d’uso. Gonne plissé in tessuto tecnico mostrano pieghe soleil arricchite da ritocchi a contrasto dipinti a mano. Le felpe si impreziosiscono di punti luce nelle bande laterali e gli effetti matelassé danno un tocco glamour al mondo athleisure. 

Diventa un capo versatile lo spolverino con frange mentre i bomber di estrazione sportiva sono impreziositi da stampe foulard piazzati e i track pantshanno fluidità grazie all’uso della techno silk. Il denim è arricchito da una costruzione patchwork con varie tonalità di bleach sia nella versione indaco che nella versione del grezzo sbiancato.

Contaminazioni tra generi. I tessuti della tradizione maschile interpretano la femminilità sia nei bomber leggerissimi che nei completi dal gusto sartoriale. Dalle tele di lana impreziosite da finissime texture in lurex ai gessati in tela stretch, dal finissimo cashmere ottenuto dal vello naturale al cotone crepe super-ritorto per un attitude contemporanea. Le camicie diventano glamour nella fluidità della seta stampata e nelle sofisticate popeline ultraleggeri. Si attingono dal guardaroba dell’uomo i grigi, i grezzi, i beige per lo sviluppo del capospalla al quale si alternano i pezzi accessori per interventi con tagli di come i gialli, i rosa e il rosso mattone. I blazer si articolano tra vestibilità femminili e l’uso di jersey tinto filo e vengono impreziositi da bottoni di metallo con texture materici. Seta, cotone, lino – a tinta unita o realizzati in stampe esclusive – sono i materiali protagonisti di abiti estivi dagli chemisier ai maxi coerenti ad una eleganza rilassata.

La maglieria si sviluppa in vestibilità morbide dal prezioso filato in lana-seta ai box cropped in cotone crepe arricchito da profili di estrazione sportiva. Dagli intrecci rustici per i materici cardigan ai lunghi abiti fluidi.  I piccoli punti di traforo arricchiscono le per maglie leggerissime in filati nobili per i look estivi.


Leggi anche: Milano Fashion Week SS2022 – Il grande ritorno di Roberto Cavalli

Leggi anche: Milano Fashion Week SS2022 – Max Mara inaugura la seconda giornata

Leggi anche: Milano Fashion Week Men’s Edition – Etro: viaggio in un caleidoscopio viaggio di grazia

Leggi anche: Milano Fashion Week Men’s Edition – Diesel presenta la prima collezione firmata da Glenn Martens

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *