Lotteria degli scontrini, serve davvero ? Ce lo spiega la dott.ssa Anna Lepre

Lotteria degli scontrini: cosa deve fare il commerciante
A partire dal 01/01/2021 il nuovo concorso a premi gratuito collegato allo scontrino
elettronico offre ai consumatori l’opportunità di tentare la fortuna proprio con il
Fisco partecipando ad estrazioni di premi settimanali, mensili e annuali.
cosa deve fare il consumatore?
La lotteria elettronica compie il primo passo in vista della partenza dal primo gennaio:
dall’1 dicembre 2020 ci si può registrare sul sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it per
ottenere il codice da presentare in cassa quando si effettua un pagamento. Il nuovo
concorso a premi gratuito collegato allo scontrino elettronico offre ai consumatori
l’opportunità di fare acquisti tentando la fortuna proprio con il Fisco partecipando alle
estrazioni annuali e mensili. Prima che venga emesso lo scontrino, chi vuole partecipare
alla lotteria deve chiedere al negoziante di abbinare allo scontrino che sta per battere il
proprio codice. “
All’esercente cosa spetta di fare?
Dovrà adeguare il proprio registratore (chiamando il tecnico del misuratore di cassa)
perché sia in grado di fare una procedura web. Tutti gli esercenti dovranno essere in grado
di accettare il famoso codice che il consumatore esibisce per partecipare a questa lotteria.
Fondamentalmente l’esercente deve adeguare il proprio registratore munendolo anche di
un lettore ottico.
Ma cosa succede se un esercente non dovesse aderire?
Se è obbligatorio che tutti gli esercenti adeguino il registratore di cassa alle nuove direttive
dell’Agenzia delle Entrate a partire dal 1 gennaio 2021 (registratore di cassa elettronico),
non lo è però aderire alla lotteria degli scontrini, né tantomeno sono previste sanzioni in
caso si rifiuti di acquisire un codice estrazione di un cliente.
Però in questo caso il cliente può voler decidere di segnalare l’esercente in questione:
il DL numero 124 del 26 ottobre 2019 precisa infatti che “Nel caso in cui l’esercente al
momento dell’acquisto rifiuti di acquisire il codice lotteria, il consumatore può segnalare
tale circostanza nella sezione dedicata del portale Lotteria del sito internet dell’Agenzia
delle entrate. Tali segnalazioni sono utilizzate dall’Agenzia delle entrate e dal Corpo della
guardia di finanza nell’ambito delle attività di analisi del rischio di evasione”.
Insomma chi non si adegua e chi non accetta di far partecipare i propri clienti alla lotteria
degli scontrini si può aspettare una verifica fiscale.
La notizia positiva è che la premialità spetterà anche agli esercenti
Quali sono i premi
Le estrazioni “ordinarie” premiano solo i consumatori:
 sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana;
 tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese;
 un premio di 1 milione di euro ogni anno.
Nel caso di estrazioni “zero contanti”, invece, lo scontrino estratto premia sia il
consumatore, sia l’esercente:
 quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da
5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
 dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000
euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
 un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro
per l’esercente, ogni anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *