Esclusiva-Daino: “Castrocaro, emozione incredibile. Spero che il 2021 sia l’anno della mia svolta musicale”

In esclusiva, per i lettori di PinkLifeMagazine, abbiamo intervistato l’artista musicale Daino.

Dopo essere arrivato 2° al Festival di Castrocaro Terme 2020 e dopo aver pubblicato il brano  “Mioddio” il 27 agosto, Daino ed entra ufficialmente nel team di Warner Chappell Music Italiana  e pubblica il singolo “Quanto era bello” sotto la guida di Valentina Parigi.

Ci racconta le emozioni del Festival di Castrocaro ?

E’ stata la mia prima esperienza su un palco importante, mi definisco un artista che ha sempre suonato in strada e le emozioni vissute a Castrocaro, sono state fantastiche ed irripetibili. Non mi aspettavo di arrivare secondo, sono veramente felice e spero di proseguire su questo tracciato musicale”

A quale artista italiano e magari straniero Lei si ispira ?

Ascolto musica italiana come Fossati, De Gregori, De Andrè, mostri sacri della nostra nazione. Estero ? Rimango su un artista coetaneo e cioè Post Malone, mi piace perchè è statunitense e fa dell’ottimo rap. Ho vissuto a Boston per pochi mesi, spero di ritornare negli States per studiare tanta musica”

Un mese fa, è uscito il suo nuovo singolo: come nasce la canzone “Quanto era bello” ?

Una storia d’amore raccontata in una canzone e scritta e realizzata in due momenti. Il primo, quando misi una nota sul mio cellulare, il secondo creato a casa con la chitarra. Un elemento dolceamaro accompagna le note della mia nuova canzone

Un suo pensiero su quest’anno che sta terminando ed un augurio per il suo 2021…

“E’ stato un anno incredibile che tutti noi dobbiamo lasciare alle spalle in fretta. Spero che il Covid possa terminare presto. Mi auguro che tutti noi potremmo scendere di nuovo in strada ed ascoltare della bella musica anche nei locali. Il 2021 ? Spero che sia per me l’anno della consacrazione musicale, me lo auguro davvero

Massimiliano Alvino

Riproduzione riservata

Si prega di citare la fonte www.pinklifemagazine.com in caso di riproduzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *