De Luca (Pres.Regione Campania): “Se lockdown sarà, dovrà essere nazionale e non solo per Milano e Napoli”

Lockdown Coronavirus, diretta Facebook De Luca 30 ottobre 2020


“Nessuno si permetta di prendere misure mezze mezze come lockdown Milano e Napoli. Servono misure nazionali. Ci sono regioni più piccole con contagi molto più alte di Napoli. Ogni ora perduta sono migliaia di contagi in più. Situazione più difficile ora che a febbraio, marzo. 3186 positivi su più di 15mila tamponi eseguiti oggi. Cercheremo di far sapere in 12 ore l’esito dei tamponi. Ma le persone devono lasciare il numero del telefonino. Alcuni laboratori privati non comunicano esito tampone, magari per continuare a lavorare in nero. E’ reato, abbiamo contattato i carabinieri. Abbiamo registrato tra 64-68 contagi dagli zero ai sei anni. Proprio perchè non possono mantenere il distanziamento sono veicoli di contagio spaventoso. Abbiamo disponibili 250 posti di terapia intensiva. La aumentiamo la disponibilità nelle terapie intensive quando serve. Abbiamo fatto già 700mila vaccinazioni per l’influenza e consegnato oltre un milione di dosi ai medici. A marzo record 622 ricoveri ospedalieri, oggi il doppio. Avevamo 4mila positivi, oggi 40mila. Molti asintomatici che però contagiano. Terapie intensiva a marzo picco 135, già oggi 164 ricoveri e il peggio deve ancora venire. Triplicheremo degenza e terapie intensive. Non voglio avere i morti per terra. Asl Napoli 3 alto livello di contagio. Anticipiamo noi il lockdown, anche se non ci sono decisioni formali. Auguri a Maradona, spero che si curi un po’ di più”, ha proseguito De Luca.“

Fonte: Napolitoday

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *