Dal web al cinema: Sytapp vola negli USA con l’Italian Movie Award

Dal web al cinema: Sytapp vola negli USA con l’Italian Movie Award

Nel cuore di New York City per le piccole e medie imprese. Non si ferma la corsa di Sytapp (www.sytapp.it), la newco italiana che ridefinisce il concetto di marketplace nella logica on line
off line, per riportare le persone nei piccoli negozi fisici dopo averne apprezzato le offerte da device.
Dopo aver affiancato Aces nella selezione delle realtà istituzionali più virtuose per l’impegno nella promozione dello sport a livello europeo, Sytapp parte ora alla conquista degli USA affiancando l’undicesima edizione dell’ Italian Movie Award ® Festival Internazionale del Cinema Italiano All’Estero, dedicata al 500° anniversario dalla scomparsa di Leonardo da Vinci.
Il Festival, presentato a maggio al Festival De Cannes, avrà luogo infatti a New York la sera del 19 novembre a partire dalle 18.30 all’interno del prestigioso Frank A Bennack Theater presso il The Paley Center for Media di Manhattan, con una cerimonia trasmessa dalle reti Mediaset Iris, Extra e Mediaset Italia che lo scorso anno ha superato il milione di telespettatori in Italia e all’estero.
Alla 52nd St e la Fifth Avenue sono attesi grandi nomi del cinema nazionale ed internazionale: il momento più importante sarà la consegna del premio speciale “Roots” all’attore e regista italo- americano John Turturro, ma sono attesi anche tanti ospiti e premiati come: Claudio Bisio, Paola Cortellesi, Valentina Lodovini, Massimiliano Gallo, Ludovica Nasti, Enzo Sisti, Francesco Panella, Sally Fischer, Chiara Ferragni e tanti altri. Anche quest’anno ad affiancare il presidente e direttore artistico Carlo Fumo ci sarà Luca Abete, conduttore del festival dal 2009.

Ecco infatti i premi speciali già assegnati: all’attore Massimiliano Gallo il premio “Best Actor” per il film “Sindaco del Rione Sanita`”; all’attrice Paola Cortellesi il premio “Best Actress”; al regista Mario Martone il premio “Best Director”; all’attore e regista italo-americano John Turturro il premio alla carriera “Best Roots”; Medusa Film Spa per la miglior distribuzione all’AD Giampaolo Letta; comedy award all’attore Claudio Bisio per “Bentornato Presidente” di Giancarlo Fontana, Giuseppe Stasi; e i premi per la promozione del Made in Italy alla serie tv “Little Big Italy” di Francesco Panella, al produttore Enzo Sisti e alla celebre PR newyorkese Sally Fischer; Infine per il successo di ascolti al docu-film “Chiara Ferragni – Unposted” di Elisa Amoruso.

Un parterre composto non a caso da personaggi eccellenti della creatività italiana, come creativa è senza dubbio l’idea di Roberto Galloro, fondatore di Sytapp: “Abbiamo deciso di sposare la mission del Festival – ha spiegato Galloro – perché rappresenta per il grande schermo quello che noi intendiamo fare per le imprese di tutto il mondo, italiane e perché no americane: raccontare al grande pubblico della rete le eccellenze, e magari fargliele conoscere da vicino”.

 

A New York si assegneranno anche i premi per le migliori opere del cinema italiano all’estero. Nuovo e originale format del festival che sta riscuotendo grande successo tra il pubblico e soprattutto, tra gli addetti ai lavori. Le nomination dell’edizione 2019 sono infatti:

Per la categoria lungometraggi : “La Paranza Dei Bambini” di Claudio Giovannesi; “Il Traditore” di Marco Bellocchio; “Martin Eden” di Pietro Marcello; “Il Sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone; “5 E’ Il Numero Perfetto” di Igor Tuveri.

Per la categoria documentari: “Arrivederci Saigon” di Wilma Labbate; “Selfie” di Agostino Ferrente; “Io, Leonardo” di Jesus Garces Lambert; “Diabolik Sono Io” di Giancarlo Soldi; “Dafne” di Federico Bondi.

Per la categoria cortometraggi: “Anna” di Federica D’Ignoti; “Im Baren” di Lilian Sassanelli; “Frontiera” di Alessandro Di Gregorio; “Roba Da Grandi” di Rolando Ravello; infine “Goodbye Marilyn” di Maria Di Razza già vincitrice del premio speciale Intel per il miglior cortometraggio di animazione.

New entry di questa edizione le nomination per la categoria serie tv: “L’Amica Geniale” di Saverio Costanzo; “Suburra” (2° stagione) di Andrea Molaioli e Piero Messina; “Gomorra” (4° stagione) di Francesca Comencini e Claudio Cupellini ; “The New Pope” di Paolo Sorrentino. “Made In Italy” di Luca Lucini e Ago Panini.

Altra importante novità le nomination per il premio Best Location: Comune di Matera per “007-No Time To Die” di Cary Fukunaga; Comune di Firenze per “Six Underground” di Michael Bay; Comune di Maiori (SA) per “Tenet” di Christopher Nolan; Comune di Torino per “The King’s Man – Le Origini” di Matthew Vaughn; Comune di Napoli per “Maria Maddalena” di Garth Davis;

Grazie alla collaborazione con il festival “I Sassi D’Oro” di Matera sono state pubblicate anche le nomination Best Crew, premio alle migliori maestranze del cinema italiano a livello internazionale: a Carmine Guarino (Scenografia) per “Il Vizio della Speranza” di Edoardo De Angelis; a Michele D’Attanasio (Fotografia) per “Capri – Revolution” di Mario Martone; a Angelo Bonanni (Sonoro) per “Il Primo Re” di Matteo Rovere; a Jacopo Quadri (montaggio) per “Il Sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone; a Daria Calvelli (Costumista) per “Il Traditore” di Marco Bellocchio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *