FAMILY DAY: SABATO 21 A NAPOLI, LE ASSOCIAZIONI PRO LIFE RIUNITE DA “NOI PER LA FAMIGLIA”

L’avvocato bresciano Simone Pillon, neo eletto Senatore della Repubblica tra le file della Lega, interverrà sabato mattina a Napoli presso la Sala consiliare della IX Municipallità Pianura-Soccavo al Primo Coordinamento nazionale di “Noi per la Famiglia”, associazione pro life fondata da Luigi Mercogliano, tra i principali organizzatori campani del Family day.
All’incontro, che inizierà alle ore 10 e si protrarrà fino alle 13.30, sono previste anche le partecipazioni di Andrea Santoro consigliere comunale di Napoli, Giovanni Peluso Assessore della IX Municipallità e Lorenzo Giannalavigna Presidente della Municipalità.
Sono inoltre attesi gli interventi di Antonio Mondelli del Comitato Difendiamo i nostri figli Campania, dell’avvocato Renato Veneruso di Alleanza Cattolica, di Emanuele Buffolano Presidente Nazionale di Modavi Protezione civile, di Jacopo Coghe Presidente nazionale di Generazione Famiglia associazione che ha promosso la campagna del “Bus della libertà” e di Federico Iadicicco Dirigente nazionale di Fratelli d’Italia e Responsabile del Dipartimento Vita e Famiglia per il partito di Giorgia Meloni.
Nel corso della manifestazione è prevista la testimonianza di Fabiola Bacci, madre di Jennifer Sterlecchini, giovane uccisa barbaramente dal suo ex compagno nel dicembre del 2016 a Pescara dopo una lite. Fabiola, fondatrice dopo l’omicidio della figlia del Comitato “Insieme per Jennifer”, ha promosso una raccolta firme nazionale per l’abrogazione del rito abbreviato per i reati di omicidio. La raccolta firme, che ha visto anche impegnata la squadra di calcio del Pescara con la firma di Mr. Zeman come primo firmatario, ha prodotto l’approvazione alla Camera dei Deputati nella scorsa legislatura della proposta di legge.
Noi per la Famiglia, tramite la Presidente dell’associazione in Regione Abruzzo Carola Profeta, sostiene la battaglia di Fabiola Bacci ed insieme a lei consegnerà al Senatore Pillon la richiesta di calendarizzazione della proposta di legge anche al Senato affinché, in tempi rapidi, si arrivi all’approvazione anche da parte di Palazzo Madama del testo già approvato a Montecitorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *