Archivio Tag: luxury

Milano Monza Motor Show 2021, le super car di lusso sempre più fashion

A cura di Giulia Asprino

Si è conclusa la quattro giorni del MiMo, l’edizione del salone open-air dedicato alle novità auto e moto internazionali.

Il Verde Montreal di Alfa Romeo Giulia GTAm si staglia sui marmi del Duomo di Milano. L’estrema espressione del DNA del Biscione è stato soltanto uno tra gli oltre 100 gioielli esposti nell’ambito del Milano Monza Open Air Motor Show, la prima edizione del salone diffuso e sostenibile, naturale erede del Parco Valentino, che ha traslocato in Lombardia e dopo le difficoltà del Coronavirus è riuscito a riportare un grande evento in Italia. Un evento che ha il focus sull’automotive, argomento dibattuto a più riprese nei mesi di sofferenza e che è quanto mai centrale nel processo di ripartenza del Paese.

Tra Bugatti, Lamborghini e Ferrariil MiMo 2021 ha fatto da vetrina a cielo aperto alle eccellenze del mondo dei motori, tutte esposte in modo democratico. Niente grandi stand e piccoli palchi ma pedane identiche per tutti i brand, tutte dotate di QR Code per permettere ai visitatori, ai passanti o più semplicemente ai curiosi, di scoprire tutto ciò che bisogna sapere su ogni modello in esposizione. La cintura di supercar attorno al Duomo ha saputo riportare Milano sotto i riflettori, allargando il raggio d’azione anche agli altri luoghi simbolo del capoluogo lombardo. Come ad esempio il Castello Sforzesco, dove è stata allestita l’area per i test drive e il Focus sulla mobilità elettrica. Un modo per avvicinare la clientela a quella transizione avviata e che ancora fatica ad attecchire in un Paese dove si dibatte sulla presenza o meno di colonnine di ricarica e sull’opportunità di investimenti.

Non sono mancati gli appuntamenti scenografici, a dare lustro alla manifestazione. A partire dalla President Parade, appuntamento che già al Parco Valentino aveva attratto folle di curiosi e che ha visto sfilare in carovana le ultime novità delle case automobilistiche, con alla guida i numeri uno dei brand. Da Stephan Winkelmann a Horatio Pagani, da Massimo Nordio a Pietro Innocenti, tutti a bordo di supercar o elettriche simbolo delle rispettive aziende. A collegare il centro di Milano con l’altro polo del MiMo, l’autodromo di Monza, ci hanno pensato i giornalisti, con la Journalist Parade che ha visto sfilare per le vie della città le penne dell’automotive che hanno terminato la loro parata proprio sul circuito brianzolo che ospita anche la Formula 1. Qui hanno potuto apprezzare anche una World Premiere, la nuova Dallara EXP. L’asfalto di Monza ha poi accolto una tre giorni di eventi a porte chiuse, un vero peccato per gli appassionati che non hanno potuto godere a pieno dello spirito dell’autodromo.

Quattro giorni di motori open-air per un salone che ha fatto della sostenibilità il suo mantra. In un tour-de-force organizzativo, la macchina del Milano Monza Motor Show si è messa in moto di fretta e furia, adattandosi alle misure restrittive e alle esigenze del momento. Ne è venuta fuori una kermesse godibile, che ha beneficiato del via vai frenetico della città. Una vetrina per i brand e per gli organizzatori, un modo per riaccendere il motore che si stava ingolfando. La vasta area espositiva, seppur suggestiva, può creare un po’ di disorientamento rispetto alla più contenuta zona che ospitava il Parco Valentino ma d’altronde si tratta di due diverse concezioni, seppur in continuità tra di loro. Nella speranza che il prossimo anno si possa assistere ad una kermesse libera da vincoli, il MiMo si è confermato un appuntamento piacevole e diverso da quelli che sono i saloni tradizionali, ormai destinati all’estinzione. Un giudizio positivo dunque ma in parte sospeso: cosa succederà quando tutto tornerà alla normalità? Per scoprirlo dovremo attendere la prossima edizione.


Leggi anche: Confermato il Milano Monza Motor Show

Leggi anche: Confermato il Salone del Mobile 2021, Milan l’è semper gran Milan

Leggi anche: Milano ecco le nuove aperture e tutti gli eventi da segnare in agenda post lockdown

Leggi anche: Ferrari Fashion Show: la rossa debutta in passerella