Archivio Tag: beautyroutine

Creme idratanti per il viso: di quali tipi sono? Come sceglierle? Si possono realizzare in casa?

A cura di Ilaria Teano

Le creme idratanti servono a qualsiasi tipo di pelle, rendendole elastiche e morbide, proteggendole anche da agenti esterni. Ma quanti tipo di creme idratanti esistono? Si possono fare anche in casa?

Le diverse tipologie

Di creme idratanti ce ne sono diverse, ed alcune hanno delle caratteristiche specifiche, ma sono due le formule per cui si possono distinguere:

  • base oleosa, ovvero oli e balsami per il viso, oppure cere ed unguenti, che non solo offrono una buona idratazione, ma possono anche lenire le pelli irritate e riequilibrarle, a seconda del tipo e della composizione;
  • base oleosa ed acquosa, ed in questa categorie rientrano le creme e le lozioni per il viso, e si distinguono per il loro quantitativo di acqua. Nelle lozioni, infatti, c’è più acqua, mentre nelle creme più olio.

Importante è anche saper usare queste creme. Prima di applicarle, bisogna passare sulle zona T del viso e suo collo un detergente o tonico, e poi applicarvi le creme, massaggiandole delicatamente con i polpastrelli. Di giorno, bisogna usarne una quantità moderata, mentre la sera dovrà essere più abbondante.

Creme fai da te

In commercio se ne possono trovare diverse di queste creme, del tutto naturali, che oltre ad idratare e proteggere, possono aiutare anche a contrastare altri problemi, come l’acne, le rughe, le macchie, etc.

Tuttavia, è possibile prepararle anche da soli, con ingredienti casalinghi o acquistati in erboristeria. Un buon olio nutriente, ad esempio, adatto a pelli secche, normali, miste e mature, si può preparare mescolando in un contagocce due cucchiai di olio di jojoba, un cucchiaio di olio di semi di rosa canina, un cucchiaino e tre quarti di olio di vitamina E, sette gocce di olio essenziale alla carota, due gocce di olio essenziale di rosa e tre gocce di olio essenziale di camomilla romana. Si agita tutto ben bene e vi si applicano cinque gocce di questa miscela sul viso, dopo aver passato il tonico o il detergente.

Una crema idrante per la pelle secca, si può preparare lasciando intiepidire due cucchiai di latte e qualche goccia di olio di mandorle dolci o d’olio d’oliva, miscelandoli poi in un flaconcino e agitando tutto bene prima di usarlo. Si passa e si asciugano eventuali residui con un fazzoletto di carta.

Chi cerca un balsamo ringiovanente, per tutti i tipi di pelle, si prepara dosando in un bicchiere graduato due cucchiaini di olio di vinaccioli, due cucchiaini di burro di karité, due cucchiaini di burro di mango ed un cucchiaino e mezzo di cera d’api grattugiata. Si sistema poi il bicchiere in una pentola con qualche centimetri di acqua e si lascia sobollire fino a che gli ingredienti non saranno sciolti. Una volta spento il fuoco, si lascia il bicchiere nell’acqua calda e vi si uniscono quattro cucchiaini di olio di argan, mezzo cucchiaino di olio di vitamina E e sette gocce di olio essenziale alla rosa. Poi si trasferisce il tutto in un recipiente resistente al calore si lascia raffreddare. Al momento dell’uso, si applica dopo il detergente e si massaggia con piccoli movimenti circolari sulla pelle.

MASCHERINA CAUSA DI ACNE E ARROSSAMENTI? COME PREVENIRLI E CONTRASTARLI

La mascherina, ormai accessorio fondamentale e vitale per noi, a volte potrebbe portare a qualche piccolo inconveniente, soprattutto se viene indossata tutto il giorno. Scopriamo insieme a Ilaria Teano come poter prevenire e curare l’acne e i rossori che può provocare.

Acne e rossore causati dalla mascherina

La mascherina è ormai diventata uno degli accessori dei quali, volente o nolente, non si può più fare a meno, per la nostra sicurezza e per la tutela di chi ci circonda. Ci stiamo rendendo conto di quanto la prevenzione e la cura della persona siano valori da riscoprire e da coltivare ogni giorno e anche se questo significa cambiare un pò le nostre abitudini, non ci faremo trovare impreparati.

Come ogni novità, anche l’uso della mascherina porta con se qualche inconveniente, soprattutto a chi, per motivi di lavoro o altro, deve indossarla tutto il giorno, incorrendo così in irritazioni che possono arrivare anche ad una forma di acne, nota come Maskne (acne da mascherina). Il tipo e la gravità di reazione cutanea dipende dal tipo di pelle più o meno delicata, ma l’insorgere di arrossamenti è comune a tante persone e diverse sono le cause che li provocano.


Leggi anche: Skincare, pori dilatati addio! Cinque rimedi a prova di sebo


Primo tra tutti lo sfregamento continuo di un materiale (TNT Tessuto Non Tessuto) su zone del viso che sono tendenzialmente sempre scoperte o che al massimo ripariamo con una morbida sciarpa in lana o pile nelle fredde giornate invernali. Altra causa dell’arrossamento da mascherina è da ricercare nella mancanza di ricambio d’aria e l’aumento dell’umidità generata con la respirazione, che non favoriscono il normale ricambio del sebo e quindi la rigenerazione della pelle. Tutti questi inconvenienti uniti all’aumento della temperatura sotto la mascherina e alla conseguente chiusura dei pori, possono portare in alcuni casi alla formazione anche di brufoli e acne rosacea.

Rimedi e consigli utili per proteggere la nostra pelle

Skin care quotidiana: una buona routine giornaliera di cura della pelle del viso, è fondamentale soprattutto quando insorgono problemi di arrossamenti e acne. La detersione al mattino, con detergenti non aggressivi e a base di acido salicilico, aiuta ed eliminare le impurità e il sebo in eccesso e favorisce la respirazione della pelle. A seguire una crema idratante non eccessivamente grassa, garantisce la protezione della pelle senza andare ad ostruire i pori. Durante la giornata si può ricorrere più volte all’acqua termale in spray che, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie migliora l’ossigenazione e la microcircolazione dei tessuti.


Potrebbe interessarti: Beauty Routine benefici e consigli a portata di click


Alla sera, quando sarà finalmente possibile togliere la mascherina, lavare accuratamente il viso con acqua micellare e prodotti dai principi attivi calmanti. Una volta a settimana prevedere una pulizia del viso un po più profonda con vapore per l’apertura e pulizia dei pori, peeling specifici non aggressivi, maschera nutriente ed idratante (maschere naturali, a base di avocado, miele, avena e crusca), per dare nuova vita alla pelle del viso. E’ consigliato inoltre l’utilizzo di porta mascherina in cotone, a tasca, che contiene al suo interno la mascherina chirurgica di protezione per assicurare un contatto più delicato e meno irritante con la nostra pelle.

A cura di Ilaria Teano

SKINCARE: PORI DILATATI ADDIO! CINQUE RIMEDI PER UNA PELLE A PROVA DI SEBO

Che tu sia uomo o donna i pori del viso quando si dilatatano diventano un vero problema. A tutti infatti è capitato almeno una volta di confrontarsi con questo inestetismo. Ma come risolvere il problema? Quali prodotti sono indicati? Tutti i  rimedi più efficaci per contrastare i pori del viso dilatati nella rubrica beauty di Pink Life Magazine a cura di Ilaria Teano

pori dilatati sul viso sono un problema alquanto diffuso. Essendo dei minuscoli sbocchi di ghiandole sebacee della pelle, la loro presenza è sicuramente normale, ma quando i pori si dilatano diventano un vero problema.

La prima cosa da fare è capire che tipo di pelle si ha: molto secca, secca, reattiva, disidratata, normale, mista, mista-grassa, grassa o impura. Dopodiché si devono usare quotidianamente detergenti e creme specifiche, studiate per il proprio tipo di pelle.

Rimedi utili contro i pori dilatati

Per combattere i pori dilatati esistono tantissimi rimedi e regole da poter seguire; vediamo insieme quali sono quelli più efficaci e semplici da utilizzare. Ecco a voi alcuni consigli utili:


Leggi anche: BEAUTY ROUTINE, BENEFICI E CONSIGLI A PORTATA DI CLICK


  1. – Dopo aver struccato con latte detergente il viso, è bene fare sempre un ultimo piccolo risciacquo del viso con un gel detergente. Ciò, dà modo di eliminare non solo i residui eventuali di trucco ed impurità, ma soprattutto i residui di latte detergente. Per chi soffre di pori dilatati è assolutamente vietato usare tonici con alcool.
  2. – Al mattino detergere il viso con un gel o mousse detergenti specifici per il proprio tipo di pelle. Dopo usare un tonico meno emolliente rispetto al proprio tipo di pelle e più o meno astringente e senza alcool.
  3. – Non usare creme-viso troppo corpose rispetto al proprio tipo di pelle, ma ovviamente il giusto per non avere la sensazione di pelle che tira.
  4. – Lasciare sempre asciugare minimo qualche minuto la crema-viso e tamponarsi il volto con velina prima di truccarsi.
  5. – Va evitato l’uso delle ciprie con talco messe senza fondotinta sotto.

A cura di Ilaria Teano

BEAUTY ROUTINE, BENEFICI E CONSIGLI A PORTATA DI CLICK

Ingrediente fondamentale della dieta mediterranea, l’olio d’oliva entra di diritto anche tra gli ingredienti naturali della nostra beauty routine.

Grazie alle sue proprietà emollienti e nutrienti e all’alto contenuto di vitamina E, acidi grassi essenziali e minerali, l’olio d’oliva può essere utilizzato in vari modi per restituire bellezza e luminosità a pelle, capelli e unghie. La sua eccezionale azione  emolliente, lo rende ideale sulle mani arrossate e screpolate dal freddo, e nelle zone dove la pelle tende a seccarsi molto, come ginocchia, gomiti.

Esfoliante naturale – L’olio d’oliva è un ottimo ingrediente da utilizzare come base per preparare uno scrub tutto naturale e grazie anche al suo potere idratante, nutritivo e riparatore, si può utilizzare come esfoliante per trattare le mani, il viso, le labbra e la zona sensibile del décolleté, da utilizzare 2-3 volte a settimana. Basta mescolare in una ciotola l’olio d’oliva con del sale grosso o dello zucchero di canna, creando un impasto con cui massaggiare le zone da trattare e, dopo aver lasciato in posa per 5 minuti, risciacquare bene.

Struccante – Così come l’olio di mandorle e l’olio di cocco, anche l’olio d’oliva è capace di sciogliere il make-up semplicemente passandolo con un dischetto di cotone sulla pelle o massaggiandolo sul viso prima di risciacquare preferibilmente con un panno in microfibra. Eccezionale struccante naturale, l’olio d’oliva rimuove in un attimo fondotinta, mascara, e rossetto.

Rinforzante delle unghie – Massaggiato ogni sera sulle unghie deboli e che si sfaldano facilmente, olio di oliva le renderà più forti aiutando anche a rimuovere le cuticole secche e ammorbidire la pelle dei polpastrelli attorno alle unghie.

A cura di Ilaria Teano