IL RITORNO DELLA PARAISO MIAMI BEACH SWIM WEEK: “THE FUN TIME OF THE YEAR”

DI ELENA SBRESCIA

La Paraiso Miami Beach Swim Week è tornata per la stagione Resort 2023. Ma andiamo per gradi… Che cos’è la Paraiso Swim Week? La Paraiso Miami Beach (A.K.A. Swim Fashion Week ®) è il più grande evento di marketing al mondo per l’industria dei costumi da bagno e dell’abbigliamento da resort. Una fiera della moda di più giorni, in onore della settimana del nuoto di Miami, che promuove un calendario completo includendo eventi unici. L’evento, che si è svolto per quattro giorni fino a ieri, ha avuto sede nella maggior parte degli spettacoli presso la tenda su Collins Avenue e 21 Street.

Parliamo di 45 eventi, tra cui sfilate, attivazioni di marchi, feste e ferie.
È il periodo divertente dell’anno di cui tutti beneficiano. I ristoranti, gli hotel sono tutti pieni. Penso che abbiamo oltre 30.000 persone che vengono in città questa settimana”, ha detto Natalija Dedic Stojanovic, co-fondatrice di Paraiso. La designer di Miami Lourdes Hanimian, fondatrice del marchio di successo Luli Fama, disegna costumi da bagno da 17 anni ed ha davvero tantissimo successo, tanto che star come Camilla Cabello, Gabrielle Union e Alessandra Ambrosio indossano ed amano i suoi look da mare.
Vogliamo che le nostre linee siano glam e felici, divertenti e colorate – esattamente quello che cerchi per quando vai in spiaggia“, ha detto Hanimian.

Costumi da bagno glamour e colorati per la sfilata di sabato sera, e un nuovo ready to line. Sembra tutto easy & fun, ma non è tutto oro ciò che luccica. “È molto difficile: inanzittutto bisogna procurarsi le stampe, successivamente si lavora con gli artisti per progettare l’evento. Coloriamo le stampe anche 5-10 volte e nel mentre pensiamo a cosa faremo dopo, cercando di rimanere diversi… Può sembrare semplice, ma è molto impegnativo “, ha spiegato. Alle sfilate del fine settimana hanno partecipato anche gli studenti dell’Istituto Marangoni del Miami Designs District, ovvero una delle migliori scuole di moda e design della nazione, e hanno ideato insieme ad importanti disegner nuovi costumi da bagno sostenibili.
Marco Babiloni ha optato per un ensemble glam più classico, mentre Amelie Onate ha optato per un look retrò completo di pattini a rotelle.
Quindi stai usando materiale di scarto di un’altra linea di designer di costumi da bagno?” ha chiesto Lisa Petrillo di CBS4.
Sì, esattamente. È una designer californiana, quindi sento che emula davvero ciò che il marchio rappresenta”, ha detto Onate.
I costumi da bagno continuano a scorrere a monte comunque lo guardi. “È un’industria da 21 miliardi di dollari e si prevede che si arriverà a quasi 25 miliardi di dollari entro il 2025“, ha detto Natalija Dedic Stojanovic.

Iscriviti alla newsletter

per restare aggiornato su tutte le ultime novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *