BMW: svolta nel mondo M3

Che sia il segnale di un leggero cedimento del mondo crossover – suv premium, o più semplicemente la risposta alla creatività delle rivali Audi e Mercedes, sta di fatto che Bmw inserirà per la prima volta nella storia della ‘famiglia’ sportiva M3 una versione sw. Questo modello, perfetto rivale delle Mercedes-AMG C 63 Wagon e l’Audi RS 4 Avant, è stato confermato ufficialmente dalla Casa di Monaco che ha anche diffuso una immagine teaser in cui si vede solo un dettaglio della coda di questa inedita variante M3. Come nella berlina e nella convertibile, ma anche nei suv X3 M e X4 M, il motore sarà il 6 cilindri in linea 3.0 con M TwinPower Turbo in doppia taratura: 480 Cv per la M3 normale e 510 Cv per l’allestimento Competition. La coppia in entrambi i casi dovrebbe attestarsi a 650 Nm. Nel primo caso il cambio sarà un manuale 6 marce, nel secondo un automatico 8 rapporti M Steptronic con Drivelogic. La nuova M3 Touring presenterà lo stesso sistema di trazione integrale selezionabile della M3 berlina, che consentirà (e questo è un aspetto che piace molto agli appassionati della guida sportiva) di traferire il 100% della coppia alle ruote posteriori. Bmw ha anche confermato che la M3 in variante station wagon avrà una carreggiata più ampia rispetto alla Touring della Serie 3, e che sarà completata da un sistema di sospensioni aggiornato e da freni più grandi. Per quanto riguarda il debutto di questo modello, la stessa Bmw ha afferma che la M3 Touring è ancora nelle prime fasi del suo ciclo di sviluppo (che normalmente è biennale) per cui è improbabile che l’auto di produzione arrivi nelle concessionarie prima della fine del 2022. Venti anni fa Bmw aveva già sviluppato un prototipo funzionante M3 Touring basato sull’allora generazione E46. Era stato utilizzato un motore sei cilindri in linea che sviluppava 338 Cv, ma il modello non venne mai deliberato per il mercato

Fonte: Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *