Marco Rò ed il suo “3”

“3” è il titolo del nuovo EP acustico di Marco Rò, interamente registrato presso l’Abbey Road Institute, gli Studios più
famosi al mondo, proprio al numero “3” di Abbey Road, dove hanno registrato i loro capolavori artisti come Beatles e
Pink Floyd. Il nuovo lavoro discografico del cantautore romano è già disponibile su tutti i digital store.
In questo nuovo EP composto di 4 tracce e una bonus track (la versione acustica in inglese del brano “A un passo da
qui”), le sonorità volutamente essenziali si mescolano al gusto per la canzone d’autore, senza tralasciare alcuni
“spigolosi” aspetti che attengono ai rapporti interpersonali, e arrivando a toccare il grave tema sociale della violenza
di genere.
Marco Rò (alla voce, armonica e travel guitar) si avvale della collaborazione del pianista inglese Jack Lewin e della
chitarrista olandese Gabriëlle Stok. Prodotto da Stefano Bacchiocchi (Romabbella Records) e Blue Art, registrato da
Antimo Esposito (Abbey Road Institute), pre-produzione: Matteo Schiaroli (Mussels Record), Mix: Fabrizio Palma,
Mastering: Max Rosati.
L’album è stato anticipato a maggio dalsingolo “Laura”, scritto la sera prima delle nozze con la giornalista e conduttrice
di Rainews 24 Laura Tangherlini. La canzone viene accompagnata dal videoclip che raccoglie i filmati di backstage
realizzati dalla moglie durante le registrazioni dell’EP. Le riprese sono montate da Federico Longo in una sorta di
flashback da inserire nel album dei ricordi.

“Laura era con me, ha ripreso tutto, fotografando i miei sorrisi… Varcare la soglia al n. “3” di Abbey Road per suonare
le mie canzoni negli Studios è stata la realizzazione di un sogno – dichiara Marco Rò – Appena ho saputo dell’occasione
di poter collaborare con i ragazzi dell’Institute, sono volato a Londra con la mia travel guitar, senza sapere bene cosa
avremmo fatto. Avevo voglia di registrare un disco acustico, nel quale emergesse l’emozione della semplicità,
“scavando” allo stesso tempo tra i sentimenti. Credo ne sia venuto fuori un lavoro intenso, certamente riflessivo, ma
pieno di speranza.”
BIO
MARCO RÒ è un cantautore romano, nato come batterista jazz, innamorato del soul e del blues. Dapprima leader della
rock band Clyde (“Senza Controllo” – 2004 Videoradio), intraprende la carriera solista, cantando sogni e realtà con
l’ironia e il disincanto di un uomo analogico nell’era digitale. Tanto live in giro per l’Italia e collaborazioni come
compositore, cantante e corista in produzioni Rai e Mediaset. Dopo il suo primo Ep (“Un Mondo digitale” – 2011 Novo
Sonum/EDEL), a chiusura di una lunga serie di concerti nella federazione Russa, gira il video del singolo “Mosca mon
amour” (2014 – AssoDiemme), presentato a Mosca assieme alla cantante Kira Franka e promosso dall’agenzia di
stampa Russia News e da Capital FM 105.3, la prima radio moscovita in lingua inglese. È stato più volte ospite presso
il Teatro della Casa Circondariale di Rebibbia in Roma, anche nell’ambito dell’iniziativa sociale Telethon, ed il brano
“Immagini a righe”, contenuto nel suo ultimo album e che tratta il delicato tema della situazione delle carceri in Italia,
vanta l’importante partecipazione del cantautore Marco Conidi. Da anni collabora con la giornalista Laura
Tangherlini (Rainews24) al progetto di sensibilizzazione itinerante “A un passo da qui” dedicato ai rifugiati e ai
profughi dalla guerra in Siria, che ha raccolto l’interesse di varie ONG e associazioni, tra cui Fonopoli. Il videoclip del
brano omonimo, che dà anche il nome al suo ultimo album (“A un passo da qui” – 2018 Romabbella Records), è fra i
vincitori del Roma Videoclip, avendo conseguito il Premio FSNews Radio, con motivazione: “Originalità del progetto
che unisce nuove sonorità a nuovi stili”. La traccia è stata inoltre inserita nella playlist del M.E.I. “Materiale Resistente
2.0”. Apre l’ultima data del tour 2018 “Sulla strada controvento” dei Modena City Ramblers, e firma la colonna sonora
dei documentari “Matrimonio Siriano” e “Matrimonio Siriano, un nuovo viaggio” di Laura Tangherlini, e della web serie
“L’Anima de Roma”, interpretata e diretta dall’attore Fabrizio Giannini. Marco partecipa alla realizzazione della cover
“Sei sparito” del tormentone dell’estate 2017 Despacito (4 milioni di visualizzazioni su Facebook) e al video legato
all’emergenza coronavirus “Papà, voglio tornare a casa” con Stefano Ambrogi (oltre 1 milione di visualizzazioni su
Facebook), entrambi firmati “The Cerebros”. Nell’ambito del progetto “Risorgimarche 2019”, si esibisce in una serie
di concerti nelle zone colpite dal terremoto, fra cui Arcuata del Tronto (AP), dove ha l’occasione di duettare con Neri
Marcorè nel brano della tradizione romana “Lella”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *