Paestum, pizzaiolo ucciso a coltellate: si costituisce l’assassino

Dramma a Paestum dove al culmine di una lite un uomo di 33 anni, Francesco De Santi, pizzaiolo, è stato ucciso a coltellate. L’assassino è Vincenzo Galdoporpora, pregiudicato 25 enne, con il quale ha ingaggiato una lite. Secondo alcuni testimoni il litigio era iniziato con un violento scontro verbale. Poi l’esito fatale e le coltellate al cuore che hanno portato alla morta di De Santi. Il dramma alle 4 del mattino, in località Torre di Mare a Capaccio Paestum. Francesco De Santi si era fermato in piazza per scambiare qualche chiacchiera dopo il lavoro, faceva il pizzaiolo. L’incontro con Galdoporpora avrebbe fatto tornare a galla antichi dissapori. Da qui la discussione, prima solo verbale, poi sempre più violenta. L’assassino, che prima è scappato, si è poi costituito alla stazione dei carabinieri di Capaccio Scalo. Le persone presenti hanno subito allertato l’albulanza del 118. I sanitari intervenuti non hanno potuto fare nulla per salvare la vita a De Santi. Che era un giovane molto conosciuto e benvoluto. Era cresciuto nella contrada di Torre a Mare, poi era diventato pizzaiolo, apprezzato anche per le sue capacità e per le doti umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *