Armando Lupini: “Disegnare, passione infinita che ho sin da bambino”

55 anni e non sentirli! <<Hai provato con il mese della prevenzione Amplifon?>>, gli risponderebbe uno dei suoi pupazzetti tondeggianti e nsgangherati, come in una sua famosa vignetta disegnata qualche anno fa per Pink Life Magazine, testata sulla quale viene pubblicato sin dal secondo numero di vita della rivista.

Come è nata la sua passione per le vignette?
“E’ una cosa che ho amato sin da bambino. Discendo da una famiglia di artisti e non ho mai frequentato alcuna scuola specifica. Nella mia vita, ho fatto tutt’altro. Si tratta di un talento naturale che, evidentemente, possedevo nel mio DNA”

Quando ha cominciato a pubblicare?
Ho iniziato circa dieci anni fa. Cominciai a disegnare per un quotidiano on line. Poi, con l’avvento dei Social, sono riuscito a farmi
conoscere da una platea di pubblico più vasta e, insieme ad altri vignettisti, fondai il blog satirico Acidus. Poi, è stato un continuo
crescendo di popolarità tra collaborazioni a testate locali, quali Chiaia, Vivere e Cuore Azzurro e la partecipazione ad alcuni libri come Legalmente e Disabillkill, fino ad arrivare al mio <<Perché noi, già stiamo distruttamente moralmente”

Progetti per il futuro?

“Doc Brown e Marty Mc Fly ci insegnano che si potrebbe incorrere in un qualche <<paradosso temporale>> e che il futuro, sarà come ce lo creeremo noi. Per cui io, cercherò di crearmelo buono!
Ritorno al futuro docet”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *