Sistema Braille: i bambini lo impareranno con i Lego

I mattoncini Lego Braille saranno modellati con lo stesso numero di elementi in rilievo usati per lettere e numeri nell’alfabeto Braille, rimanendo pienamente compatibili con il sistema Lego in uso.

Per garantire che lo strumento sia inclusivo, permettendo agli insegnanti, agli studenti e ai membri della famiglia vedenti di interagire a parità di condizioni, ogni mattone conterrà anche una lettera o un carattere stampato. «Questa combinazione offre un approccio completamente nuovo e giocoso ai bambini ciechi e ipovedenti interessati all’apprendimento del Braille, consentendo loro di sviluppare una vasta gamma di abilità necessarie per crescere e avere successo in un mondo frenetico», si legge in una nota di Lego.

Il progetto è stato elaborato negli anni in stretta collaborazione con le associazioni dei ciechi di Danimarca, Brasile, Regno Unito e Norvegia, mercati in cui il prodotto è attualmente in fase di test. Il kit Lego Braille Bricks (nella foto) definitivo dovrebbe essere lanciato nel 2020 e sarà distribuito gratuitamente a selezionate istituzioni attraverso reti di partner nei mercati in cui vengono effettuati i test. Conterrà circa 250 mattoncini Braille che coprono l’intero alfabeto, i numeri da 0 a 9, i simboli matematici e suggerimenti per l’insegnamento e i giochi interattivi.
«Con migliaia di audiolibri e programmi per computer ora disponibili, un minor numero di bambini sta imparando a leggere il Braille – commenta nella nota Philippe Chazal, tesoriere dell’Unione Europea dei Ciechi – Questo è particolarmente critico dal momento che gli utenti Braille sono spesso più indipendenti, hanno un livello di istruzione superiore e migliori opportunità di lavoro».

 

 

 

Fonte: B2eyes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *