Pasquetta sul Vesuvio ? Ok, ma senza barbecue!

Bacco e bivacco tra le pinete del Vesuvio e ogni anno a Pasquetta gli ettari di macchia mediterranea si trasformano in campi di battaglia, dopo una sorta di invasione barbarica. È così che il Parco nazionale corre a i ripari e coinvolge i comuni e le associazioni di volontariato per garantire una Pasquetta pulita, senza grigliate e scampagnate vandaliche.

Dopo i bagordi degli anni scorsi, quando durante le gite del lunedì dell’Angelo furono imbrattate diverse pinete con tonnellate di rifiuti e barbecue (senza minimamente pensare al rischio roghi nella riserva naturale) ora si cerca di prevenire lo scempio. A partire dal presidente del Parco, Agostino Casillo, che ha inviato una lettera ai sindaci dei tredici comuni alle falde del vulcano, alle forze dell’ordine e al prefetto invitandoli a potenziare le attività di vigilanza. «Con l’approssimarsi delle festività si legge nella lettera – si ripropone la necessità di garantire una maggiore attività di sorveglianza in alcune aree del parco maggiormente sensibili all’arrivo dei gitanti, soprattutto nella giornata di Pasquetta. Pertanto chiedo un potenziamento delle attività di vigilanza sui territori di competenza al fine di scongiurare fenomeni di degrado.

 

 

 

Fonte: IlMattino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *