Mario Scetta (Sindaco Castelvenere): “Diamo valore al Sannio con i nostri vini”

In esclusiva per i lettori di Pink Life Magazine, abbiamo avuto il piacere di conoscere ed intervistare il sindaco di Castelvenere (BN), dott. Mario Scetta. 

Nella nostra intervista, il sindaco Scetta, ci parla di come dare valore ad un territorio, quello del Sannio, grazie ad un prodotto, il vino, che ha una storia importante e da trasmettere alle nuove generazioni.

Sindaco Scetta, il Sannio è un territorio già bellissimo, ma da valorizzare sempre di più. Il vino può essere un volano per dare ricchezza a questa zona storica della Campania ?

Il nostro territorio è storico e pieno d’arte. Se alla storia ed all’arte aggiungiamo il vino che produciamo a Solopaca, Castelvenere, Guardia Sanframondi, Torrecuso e Sant’Agata dei Goti, possiamo senza dubbio affermare che il Sannio è uno dei territori più importanti d’Italia. Ma come sempre, bisogna fare tanto per farlo crescere”

Quali sono le iniziative che Lei sta mettendo in atto per far si che il vino del Sannio sia riconosciuto a livello mondiale ?

“Ho viaggiato molto in questi anni.  Sono andato in Portogallo, Spagna, Francia ed altri paesi per capire come queste nazioni danno valore al vino prodotto nelle loro terre. Conoscendo molti imprenditori e politici, ho capito che il nostro vino non ha niente da invidiare ai vini francesi o portoghesi. Noi, però, solo tramite la cultura e l’insegnamento anche ai giovani delle nostre tradizioni e della nostra storia, possiamo far crescere le  produzioni ed esportarle in tutto il mondo”

Un riconoscimento importante vi è stato dato  a Bruxelles ad ottobre 2018…

“Il Sannio sarà la Capitale Europea del Vino 2019. Le realtà di Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Torrecuso – in rete per la candidatura del territorio ‘Sannio Falanghina‘ – hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento assegnato da Recevin, la Rete comunitaria delle 800 Città del Vino. Il concorso è unico nel suo genere e si pone l’obiettivo di mettere in risalto l’influenza della cultura enologica ed enoturistica nella società, nel paesaggio, nell’economia, nella gastronomia e nel patrimonio e il suo valore per l’Unione Europea. La nomina è stata ufficializzata nella cornice del Parlamento dell’Unione Europea a Bruxelles, durante l’incontro svoltosi nel pomeriggio del 10 ottobre”

Per concludere, un suo appello affinchè il Sannio venga visitato sempre di più dai turisti…

Abbiamo tanto da far vedere nel Sannio. Il nostro è territorio da visitare per l’arte, per la cucina e per il vino. Dobbiamo difendere e valorizzare i nostri prodotti e la nostra terra. Solo così facendo possiamo crescere tutti insieme e dare lustro ad una zona della Campania che merita attenzione”

 

Intervista di Massimiliano Alvino

@Riproduzione riservata

Si prega di citare la fonte PinkLifeMagazine  in caso di riproduzione

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *