Archivio Tag: Positano

A POSITANO I PIATTI DELLA TRADIZIONE DELLO CHEF NUNZIO SPAGNUOLO CAMBIANO FORMA, MA NON SOSTANZA!

I piatti della tradizione, ovvero quelli legati alla memoria di ognuno di noi; magari quelle pietanze che riportano ai ricordi i momenti vissuti nelle cucine delle nonne. Il luogo delle relazioni, delle chiacchiere, dello scambio di notizie.  Queste ricette nel momento stesso in cui esse escono dal contesto in cui sono nate subiscono una mutazione. Evolvono. Questi piatti oltre che buoni, diventano belli… Stupefacenti! I libri, le riviste, gli appunti delle nonne –  che scrivevano le ricette sui quaderni – sono le fonti di ispirazione dello chef Nunzio Spagnuolo, patron delle cucine del “Rada Beach Bistrot” e del “Rada Rooftop” di Positano. “Non si poteva mica googlare allora!”, ironizza Nunzio. Ogni suo piatto evoca un episodio, un ricordo, un’emozione. “Il cibo deve essere buono da mangiare e soprattutto buono da pensare, anche perché il sapore lo dà l’appetito – spiega Nunzio -. E il termine “appetito” viene da appetire, desiderare, un’azione non guidata dalla ragione, stimolata da profumi, ricordi, relazioni e magari da immagini”. “Il gusto dei piatti della tradizione non può essere dimenticato – afferma lo chef -. In un mondo in costante evoluzione, aggrapparsi a quelli che possiamo definire i sapori della memoria rappresenta un modo per mantenere il contatto con il passato”. Ecco perché sono nati i “ravioli di patate con ragù di moscardini” proposti nel menù del “Rada Beach Bistrot”. Ed ecco perché Nunzio ha creato la “panzanella con sashimi di dentice e moka al pomodoro” (che viene servita ai tavoli accompagnata da una caffettiera contenente un caffè al pomodoro) e il “sorbetto pesca, basilico e champagne”, rispettivamente antipasto e pre-dessert del menù del “Rada Rooftop”.

Perché sono pietanze che vanno dritto alla materia prima e che vogliono interpretarla nella sua sostanza. E anche se nell’aspetto questi piatti potranno non assomigliare al polpo alla Luciana con patate, alla panzanella, o alla “sangria napoletana” (ovvero il vino con le pesche) preparati dai nostri nonni, quel che è certo è che non se ne discostano nel gusto. “Questo percorso gustativo secondo noi rappresenta al meglio la nostra idea di piatto della tradizione. O meglio quando la tradizione incontra l’innovazione”, conclude lo chef.


L’estate 2020 riparte (anche) da Positano. Le più belle dimore nascoste nel regno degli Dei

Se i paradisi tropicali sembrano sempre più lontani riscopriamo le bellezze di casa nostra. L’Italia è uno scrigno di inesauribili meraviglie artistiche, culturali e naturalistiche: città d’arte, incantevoli borghi, spiagge incontaminate bagnate da acque turchesi, cime montuose e suggestivi laghi. A fare da padrona tra le meraviglie delle meraviglie, c’è sicuramente Positano. Il piccolo presepe vivente a picco sul mare, perla della Costiera Amalfitana. Ecco, secondo Pink Life Magazine, le dimore più belle covid-free.

Casa Mia Positano Immersa nella natura, con interni d’epoca, linee di avanguardia e arredi dal sapore saraceno: un tocco di Sicilia nel blu indaco delle maioliche vietresi. Charme è la parola d’ordine per Casa Mia, dimora delle dimore che racchiude il fascino di una storia millenaria. Incastonata nel punto più alto di Positano, riverva ai suoi ospiti un trattamento lusso con giardino e piscina.

Casa La Tartaruga Arte e design (con qualcosa di antico) sulla montagna di Positano. In una scatola dai colori smorzati, per lasciare al panorama il ruolo di protagonista. Casa La Tartaruga è una dimora a metà strada tra cielo e mare. Di ispirazione moderna, la casa ha il suo punto di forza nel suo proiettarsi verso il paesaggio. Dalla facciata color ocra al tetto leggermente curvo, tutto contribuisce a una perfetta fusione con la roccia circostante. Per trascorrere vacanze indimenticabili ma anche la vita intera.

CASA BAKER nella perla più mondana della Costiera Amalfitana, una dimora dove poter vivere sentendosi in vacanza anche tutta la vita. Con corredo di tramonti-spettacolo e meltemi. Casa Baker è una dimora che sa ascoltare i propri abitanti e la natura circostante, affacciata sul mare e sulla quotidiana parabola del sole in località Fornillo. Per chi viene qui, lo spettacolo più ovvio è quello del tramonto. Ci si siede in salotto, in camera, nel patio a guardare il sole che si tuffa in mare, e ogni volta è diverso, perché i colori cambiano a seconda del tempo e della temperatura.

Casa Claudius  La pietra viva dei soffitti si fonde al giardino segreto antistante. Gli interni da sogno di Casa Claudius sono un inno alla vita libera, che si tratti di una scelta per l’estate o per ogni mese dell’anno. Una dimora dal design moderno con interni privati e intimi: pavimenti in cotto e tracce del passato. Un contrasto affascinante.

Casa Hermes arredi turchesi ed eclettismo siciliano, casa Hermes reinventa il moderno positanese con gusto e cultura. Modesta per dimensioni, la sua ambientazione è ciò che la contraddistingue: ubicata al di sopra dei tetti saraceni, la dimora è dotata di una terrazza privata vista mare e di un piccolo giardino con i profumi delle erbe del Mediterraneo. 

Per prenotazioni e info: Positano Plus. Welcome Manager: Carlo Ognissanti Phone: +39 335.15.73.223 Whatapp: +39 335.15.73.223 Email: info@positanoplus.it