Archivio Tag: Capodanno

Ferita alla testa a Capodanno, operazione domani o nei prossimi giorni



Teresa Aruta è la 52enne rimasta ferita durante i festeggiamenti di Capodanno da una scheggia di qualche petardo o da un proiettile. La donna si trovava davanti alla porta di casa a Mugnano, per gettare l’immondizia, quando è stata colpita tra l’orbita dell’occhio destro e il naso. Ha sentito inizialmente un bruciore e ha perso molto sangue. A soccorrerla la sorella

La 52enne è stata prima trasportata all’ospedale di Giugliano e poi al Cardarelli dove è attualmente ricoverata.

Solo l’operazione chirurgica alla quale dovrà essere sottoposta potrà chiarire definitivamente di quale corpo estraneo si tratta.

Fonte Napoli today

Capodanno 2021, un morto ad Asti

Sono stati 229 la notte scorsa gli interventi dei vigili del fuoco riconducibili ai festeggiamenti di Capodanno, in netta diminuzione rispetto allo scorso anno, quando furono 686, variazione legata alle misure restrittive adottate per fronteggiare la pandemia Covid-19. Il numero maggiore anche quest’anno nel Lazio 45 (lo scorso anno furono 171), Campania 40, Puglia 24, Veneto 19, Lombardia 18, Sicilia 17, Liguria 16.

Ed è di un morto e di 79 feriti, dei quali 23 ricoverati, il bilancio del Capodanno 2021 secondo i dati forniti dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Dati che registrano una diminuzione, definita “lieve” rispetto al 2020.

Capodanno tragico ad Asti. Un 13enne è morto poco dopo la mezzanotte per le lesioni all’addome causate da un petardo. E’ accaduto nel campo nomadi, dove il bambino viveva. Soccorso immediatamente e trasportato all’ospedale, è arrivato al Pronto soccorso già in arresto cardiaco e per lui non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Sono stati otto i feriti da botti registrati quest’anno tra Napoli e provincia. Lo scorso anno erano stati 48. Nessuno è in pericolo di vita, sono tutti maggiorenni. Tra gli otto feriti nella notte di San Silvestro, c’è una donna ferita alla testa, da un corpo metallico che le si è conficcato tra fronte e naso: in un primo momento si era pensato a un proiettile vagante, ma i successivi accertamenti fanno pensare piuttosto a una scheggia, frutto dell’esplosione di un botto. La donna di 52 anni, ferita nel Napoletano, è stata prima medicata all’ospedale di Giugliano e poi trasferita al Cardarelli. Dalla radiografia emerge che la scheggia è lunga 17 millimetri, dimensione eccessiva per un colpo d’arma da fuoco: comunque avrebbe potuto provocare conseguenze molto gravi se fosse penetrata in un altro punto della testa. La donna, secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale stazione, è stata raggiunta dalla scheggia mentre si trovava in strada per depositare la spazzatura. Il corpo metallico verrà successivamente estratto con un intervento chirurgico.

Fonte Ansa

Capodanno al Plebiscito con Bollani e Silvestri

Saranno Stefano Bollani e Daniele Silvestri i protagonisti della notte di Capodanno in piazza Plebiscito a Napoli, all’interno di un programma ricco di musica e di divertimento che accompagnerà i napoletani e i turisti dalle ore 22 fino all’alba del 1 gennaio. Il Capodanno made in Naples infatti non si esaurisce con il concerto ma proseguirà, come ormai da tradizione, sul lungomare per ballare.
    Ad aprire il concerto sarà Bollani, che il 30 dicembre è stato insignito della cittadinanza onoraria napoletana dal sindaco Luigi de Magistris. L’esibizione del pianista e compositore sarà incentrata sulla celebrazione di Renato Carosone, artista simbolo della cultura e del patrimonio musicale partenopeo di cui quest’anno ricorre il centenario dalla nascita. A seguire calcherà il palco Daniele Silvestri. A regalare un tocco di napoletanità ai tanti che affolleranno la piazza saranno i rapper Livio Cori e Nicola Siciliano. A completare il cast artistico, il jazzista Walter Ricci.
    Molto atteso anche il concerto di San Silvestro a Pozzuoli, in piazza della Repubblica, con Edoardo Bennato e Rocco Hunt.

Fonte: Ansa

Capodanno a Napoli: orari metro e funicolari

La linea 1 della Metropolitana (Piscinola-Garibaldi) resterà attiva per tutta la durata della notte di Capodanno. A comunicarlo è l’Anm (Azienda Napoletana Mobilità), la quale aggiunge che saranno attive anche le due linee funicolari (Chiaia e Centrale). Vi formiamo, qui, i dettagli dei servizi offerti da Anm tra 31 dicembre 2019 e 1 gennaio 2020.

Linea 1 Metro
Il servizio resterà attivo l’intera notte fino alle ore 13.00 del 1 Gennaio (l’ultima corsa da Piscinola è alle ore 12.30 e da Garibaldi alle ore 13.00). Dopo un breve pausa pomeridiana, la circolazione dei treni riprenderà con la prima corsa in partenza da Piscinola alle ore 16.51 e da Garibaldi alle ore 17.31 per terminare con l’ultima corsa da Piscinola alle ore 22.30 e da Garibaldi alle ore 23.02.

Funicolari
– Centrale e Chiaia: Il servizio resterà attivo l’intera notte fino alle ore 13.00 del primo giorno del 2020. Dopo una breve pausa pomeridiana, il servizio riprenderà con la prima corsa delle ore 16.30 e prolungherà l’apertura fino alle ore 23.30.
– Montesanto e Mergellina
: martedì 31 dicembre effettueranno ultima corsa alle ore 19.40. Il 1° gennaio 2020 il servizio ritornerà attivo dalle ore 7.00 del mattino e chiuderà al pubblico dopo l’ultima corsa delle ore 13.00.

Fonte: vesuviolive.it

Capodanno nel mondo: ecco dove andare

Esotico, divertente, rilassante o sportivo: il Capodanno va festeggiato viaggiando, da soli, con gli amici o con la famiglia. Ecco 5 mete in Italia e all’estero che uniscono l’amore per l’avventura al piacere di svagarsi, concedendosi un brindisi insolito.
    Viaggiare in fuoristrada tra le dune setose dell’Oman, perla del Corno d’Arabia, tra le antiche tradizioni beduine e le oasi del deserto: è quel che propone dal 28 dicembre all’Epifania l’avventuroso viaggio di Capodanno di Originaltour (www.originaltour.it). Con una guida locale si viaggia nel deserto tra i villaggi e le oasi fino a Duqm, pernottando nelle lussuose tende in stile beduino del Desert Night Camp dove si festeggia l’arrivo del nuovo anno. Il rientro a Muscat prevede una notte a Ras al-Jinz, il punto più orientale della penisola arabica, sulla cui spiaggia le tartarughe verdi vanno a deporre le uova. A Muscat si visitano il Palazzo del Sultano, i forti d’epoca portoghese, il suq di Muttrah per lo shopping e il museo Bait Al Zubair, un’ex abitazione privata dove si ammirano abiti, costumi, utensili, armi e gioielli tipici dell’Oman. Per chi vuole organizzare il viaggio da solo: www.experienceoman.om La città lagunare più bella al mondo non smette mai di stupire: per la notte di Capodanno Venezia offre tanti eventi culturali, concerti, festeggiamenti in piazza e balli privati. Cuore del Capodanno è piazza San Marco, che ospita show musicali e gli immancabili fuochi d’artificio per salutare il 2019 in una delle location più suggestive d’Italia. L’evento più atteso è il concerto del 31 dicembre al teatro La Fenice, dove l’orchestra diretta dal maestro Myung-Whun Chung accompagna il coro con sinfonie di Verdi e Puccini. I più romantici possono cenare in barca e ammirare la laguna da una prospettiva unica, godendosi lo spettacolo pirotecnico dall’acqua. Chi, invece, preferisce il tradizionale cenone di fine anno ha solo l’imbarazzo della scelta tra i numerosi ristoranti e taverne della città; quelli frequentati dai veneziani sono ad esempio nel quartiere di Cannaregio, verso San Polo, e nel quartiere Santa Croce. Gli appassionati d’arte possono visitare fino al 27 gennaio la mostra Peggy Guggenheim. L’ultima dogaressa, e scoprire 60 tra dipinti, sculture e lavori su carta della collezionista e filantropa americana durante il suo lungo soggiorno lagunare, dal 1948 al 1979. Fino al 16 febbraio la mostra Novecento a Palazzo Franchetti consente di fare un viaggio nell’arte del XX secolo, dal futurismo al Bauhaus, dalla metafisica di De Chirico al surrealismo.
    Festeggiare Capodanno a Lisbona tra un’esclusiva mostra dedicata alla pop art e a concerti in piazza: King Holidays (www.kingholidays.it) propone un viaggio di fine anno nella capitale portoghese partendo da Roma, Milano, Bologna e Venezia.
    A Lisbona il divertimento si concentra nelle piazze con concerti, balli e i tradizionali fuochi d’artificio da ammirare da tutte le zone “alte” della città, non prima della cena a base di baccalà in una delle tante osterie. D’obbligo è contemplare il tramonto del 31, l’ultimo nel punto più occidentale d’Europa, ascoltando le nostalgiche note del Fado e poi prepararsi ai festeggiamenti della notte più lunga dell’anno. Nel quartiere di Baixa migliaia di persone affollano il tradizionale concerto di fine anno di Praça do Commercio, quando allo scoccare della mezzanotte dodici rintocchi annunciano l’inizio dei fuochi d’artificio, che creano suggestivi giochi di luce riflessi nelle acque del Tago. Chi preferisce trascorrere la serata in un locale può optare per il Barrio Alto, dove si possono scegliere decine tra ristoranti, bar e club che propongono feste fino all’alba con musica dal vivo. Più tranquilla è l’atmosfera nelle viuzze dell’Alfama, il cuore storico della città, meta ideale per gli amanti del Fado. Chi ama l’arte ha a disposizione fino al 5 gennaio alla Cordoaria Nacional, ex fabbrica del quartiere di Belem, la mostra “Pop Art Stars”, dedicata alle icone della corrente del secolo scorso con capolavori di Andy Warhol, Jasper Johns, Robert Rauschenberg e Roy Lichtenstein.
    Il Capodanno a Bressanone, accogliente e incantevole città altoatesina della Valle Isarco tra Bolzano e il Brennero, si festeggia con la classica fiaccolata sulla Plose; in città dalle 10 alle 17 gli spazzacamini distribuiranno, secondo la tradizione, portafortuna ai passanti: incontrarli è segno di buona sorte. Chi ama sciare può partire alle 17,30 dal rifugio Plose per partecipare alla fiaccolata lungo i pendii della montagna di Bressanone e concludere con un brindisi nella stazione a valle presso il P3 Apres Ski. Dalle 22 la piazza del Duomo di Bressanone si trasforma in una pista da ballo a cielo aperto con le esibizioni dal vivo della band The Lads e dei dJ Shany e dJ DoubleDee. E poi luci, musica e canti presso il cortile del palazzo vescovile, col tradizionale mercatino di Natale e le casette in legno in piazza Duomo. Tanti sono i luoghi dove alloggiare in città ma in un bosco di Sant’Andrea, località che domina Bressanone, è possibile soggiornare nel più grande albergo d’Italia costruito sugli alberi: l’hotel My Arbor è un resort ecologico realizzato come una palafitta sopra gli alberi. La struttura offre un ottimo centro benessere e la possibilità di fare escursioni guidate con gli sci, accompagnati dal maestro Ivan. Da gennaio, inoltre, si può ammirare il tramonto da 2.447 metri d’altezza con sosta al rifugio Plosehütte e la discesa a valle sulla pista Trametsch. Info: www.brixen.org Partire dopo Natale e brindare al nuovo anno sulla spiaggia di Phuket: Kibo Tours (www.kibotours.com) organizza un viaggio per salutare il 2020 tra le bellezze orientali della Thailandia. Tre notti nella vivace e colorata capitale Bangkok con la visita ai templi più celebri, alle grandi statue di Buddha e al Palazzo Reale e 6 notti a Phuket, dove rilassarsi al sole sulle sue distese di sabbia bianchissima e divertirsi alle feste in spiaggia. Phuket è la più grande isola del Paese e la principale destinazione balneare, conosciuta come “la perla delle Andamane”. Qui le spiagge sono bagnate da trasparenti acque turchesi, dominate dal verde delle colline e della giungla con boschi di palme da cocco che arrivano fino al mare. Phuket offre attività di ogni tipo tra le sue 17 spiagge e 30 tra isole e isolette. Per chi vuole organizzare il viaggio da solo: turismothailandese.it

Fonte: Ansa

Capodanno a Napoli: concerto al Plebiscito e fuochi al Castel dell’Ovo

Sei a Napoli a mezzanotte e non sai cosa fare ? Noi di Pink Life Magazine, abbiamo un grande suggerimento per te!

Il concerto a Piazza del Plebiscito è un evento da non perdere:

sarà ancora il suggestivo scenario della Piazza del Plebiscito, infatti a ospitare il grande concerto della notte del 31 dicembre a Napoli, per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo.  Sul palco, la star della dance Amii Stewart, affiancata dall’orchestra diretta da Gerardo Di Lella, ma anche Franco Ricciardi, Andrea Sannino, Rocco Hunt e tanti altri ospiti

A seguire, a Castel dell’Ovo all’1.30, in programma il tradizionale e suggestivo spettacolo di fuochi d’artificio a mare. I festeggiamenti per la notte di San Silvestro proseguono poi sul Lungomare di Napoli dove, fino all’alba, saranno allestite quattro discoteche all’aperto. Un palco sarà al Borgo Marinari con musica degli anni ’70 e ’80; un secondo su via Partenope (altezza Università) con la musica latino-americana; un terzo alla Colonna spezzata con musica live e animazione; il quarto, quello dance, alla Rotonda Diaz