Archivio Tag: USA

Assalto a Capitol Hill, ma gli USA sono di Biden

Il Congresso ha proclamato Joe Biden e Kamala Harris presidente e vicepresidente degli Stati Uniti al termine della seduta del Congresso a camere riunite per certificare i voti del collegio elettorale, vinto dal ticket dem con 306 voti contro i 232 di quello repubblicano.

Il parlamento ha respinto alcune contestazioni avanzate da esponenti repubblicani dopo che la seduta era stata interrotta per l’assalto dei manifestanti pro Trump a Capitol Hill.

Biden e Harris giureranno il 20 gennaio.

Anche se sono totalmente in disaccordo con il risultato delle elezioni ci sara’ una transizione ordinata verso il 20 gennaio“, giorno del giuramento e dell’insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca: lo afferma Donald Trump in una dichiarazione diffusa dalla Casa Bianca. “E’ la fine del piu’ grande mandato presidenziale della storia, ma e’ solo l’inizio della nostra lotta per fare l’America di nuovo grande”, aggiunge. “Ho sempre detto che continueremo la nostra lotta per assicurare che solo i voti legali contino”, aggiunge Trump.

Si aggrava intanto il bilancio delle vittime in seguito agli scontri avvenuti ieri durante l’assalto al Congresso americano da parte dei sostenitori di Donald Trump. Oltre alla donna uccisa da colpi d’arma da fuoco esplosi da un agente del Campidoglio, altre tre persone sono morte per emergenze e complicazioni mediche. Sono stati colpi di arma da fuoco sparati dalla polizia a uccidere Ashli Babbit durante le proteste. Lo ha riferito il capo della polizia di Washington, sottolineando che un’inchiesta è stata aperta sull’evento. La donna è stata colpita da un agente in uniforme della polizia del Campidoglio con la sua arma di servizio.

Sono 13 i feriti e 52 le persone arrestate, molte per violazione del coprifuoco. Il vice consigliere per la sicurezza nazionale, Matt Pottinger, si è dimesso in seguito all’assalto al Congresso da parte dei fan di Donald Trump. Lo riferisce la Cnn.

Fonte Ansa

Biden nuovo presidente, via alla guerra dei dazi ?

L’Ue presenta il “conto di Trump” a Biden: 4 miliardi di dazi sui prodotti Usa
Nell’attesa di capire se Biden cambierà davvero registro, Bruxelles ha annunciato che darà seguito al via libera del Wto, l’organizzazione internazionale del commercio, che ha ritenuto legittima la richiesta Ue di applicare dazi per 4 miliardi di dollari sui prodotti Usa importati nel Vecchio Continente. Le tariffe fanno parte della controversia che riguarda i due giganti produttori di aerei, l’europea Airbus (azienda partecipata da Francia, Germania e Spagna) e la statunitense Boeing: Washington ha accusato Bruxelles di sovvenzionare Airbus con aiuti di Stato, accusa che a sua volta Bruxelles ha mosso nei confronti degli aiuti Usa a Boeing. La Wto ha stabilito che entrambi hanno violato le regole commerciali internazionali.

E così, nel 2019, Trump ha avuto l’ok a imporre dazi per 7,5 miliardi di dollari nei confronti dei prodotti Ue. E un anno dopo, Bruxelles ha avuto il via libera a fare lo stesso nei confronti dei prodotti Usa, anche se in misura minore: 4 miliardi, per l’appunto.

Fonte: Napolitoday

Elezioni USA: Georgia ultimo ostacolo per Biden ?

Se Joe Biden dovesse espugnare questa roccaforte repubblicana, per Donald Trump diventerebbe impossibile raggiungere quota 270 grandi elettori, quelli necessari per assicurarsi la rielezione. Anche vincendo tutti gli altri Stati in cui ancora sta andando avanti il conteggio dei voti, compresa l’Arizona. In quest’ultimo caso Trump potrebbe raggiungere al massimo quota 269. Ma anche Biden (se non si conta dalla sua parte l’Arizona, che però Fox e Ap gli hanno già assegnato) con i 16 grandi elettori della Georgia arriverebbe esattamente a 269. Dunque si materializzerebbe lo scenario di un pareggio. In tal caso la decisione sul presidente dovrebbe essere presa dalla Camera dei rappresentanti del Congresso, come giorni fa ha ricordato la speaker Nancy Pelosi. Difficile comunque che Trump, una volta persa la Georgia, vinca tutti e cinque gli Stati rimasti, con Biden avanti in Nevada e in Arizona e impegnato in un testa a testa con Trump in Pennsylvania.

Fonte: Ansa

Trump sul Coronavirus: “Molti paesi non collaborano”

Il tasso di mortalità del 3,4% di cui parla l’Organizzazione Mondiale della Sanità per il coronavirus è un “numero falso”. Lo afferma Donald Trump in un’intervista a Fox. “E’ una mia impressione basata sulle conversazioni che ho avuto con molta gente” spiega quindi Trump, osservando come molte delle persone che contrarranno il coronavirus “si riprenderanno rapidamente, senza neanche vedere il medico”.

I vertici dell’Oms invece lanciano l’allarme e dichiarano: “Siamo preoccupati per il fatto che una lunga lista di Paesi non abbiano preso abbastanza sul serio” il coronavirus che ha ucciso 3.300 persone nel mondo “o abbiano deciso che non possono fare nulla”. Il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus quindi insiste: “Siamo preoccupati che in alcuni Paesi il livello di impegno politico e le azioni che dimostrano tale impegno non corrispondano al livello della minaccia che tutti affrontiamo”.

Il coronavirus rischia di mettere a dura prova i fondamentali del sistema sanitario americano. Non tanto in termini di strutture ma in termini di costi. Una preoccupazione che non sfugge all’amministrazione Trump. Secondo indiscrezioni, la Casa Bianca sta considerando la possibilità di usare un programma nazionale per i disastri naturali per pagare gli ospedali e i medici che curano pazienti che non hanno l’assicurazione sanitaria.

Nel 2018 circa 27,5 milioni di americani, cioè l’8,5% della popolazione, non aveva un’assicurazione sanitaria, neanche temporanea.   

Fonte: Ansa

Ruba auto con tre bambini a bordo: raggiunto dalla folla e ucciso

Picchiato a morte dalla folla dopo aver tentato di rubare un’automobile con a bordo tre bambini negli Stati Uniti.

È accaduto a Philadelphia, dove un uomo di 54 anni è stato dalla folla.

Al momento del furto i genitori dei bimbi erano in un negozio. Accortisi di quanto stava accadendo sono corsi fuori e hanno inseguito l’auto riuscendo a fermare il ladro rimasto intrappolato nel traffico e a farlo scendere. A quel punto – racconta la polizia – l’uomo ha cercato di fuggire, ma molte persone che avevano assistito alla scena lo hanno fermato e picchiato uccidendolo. La polizia sta ora tentando di identificare le persone coinvolte nel pestaggio. Nessun arresto è stato finora compiuto. I bambini non hanno subito ferite.

 

 

 

Fonte: IlMattino