Archivio Categoria: Universiadi

Universiade: Napoli e la Campania, una vittoria storica per la nostra terra…

In queste ultime due settimane e per 11 giorni consecutivi, abbiamo seguito un evento che stavamo aspettando da più di un anno: la trentesima  Universiade  che si è svolta a Napoli ed in Campania.

Un’ esperienza unica per la nostra redazione e per la nostra città, Napoli, che ha risposto alla grande alle aspettative dell’evento.

Un lavoro sinergico tra Comune di Napoli, Regione Campania e tutti gli organi di competenza, semplicemente straordinario.

Partenope ha risposto positivamente a chi, invece, pensava che tutti noi non ce l’avremmo fatta.

In dieci mesi, infatti, sono stati ristrutturati più di 70 impianti sportivi in tutta la regione: primo fra tutti, lo Stadio San Paolo.

L’impianto di Fuorigrotta, capace di contenere circa 60 mila spettatori, ha cambiato look con dei sediolini colorati, per lo più azzurri, per richiamare il colore della squadra di calcio della città di Napoli.

Abbiamo assistito ad una cerimonia di apertura, il 3 luglio, guardata in diretta Tv da circa un miliardo di persone, semplicemente unica e meravigliosa.

Abbiamo assistito a tanti eventi sportivi con medaglie per i nostri colori.

Abbiamo partecipato ad una cerimonia di chiusura altrettanto meravigliosa nei contenuti e nella festa.

Al di fuori degli impianti sportivi, un’organizzazione unica, precisa ed attenta.

Più di 8 mila atleti, più di 1200 giornalisti accreditati, insomma una macchina organizzativa perfetta per un evento unico che Napoli e la Campania hanno sfruttato alla grande.

Non finisce qui, perchè l’Universiade deve essere un volano per tutta la nostra terra.

Napoli non può più perdere tempo, la nostra città non è seconda a nessun’altra e quando vuole riesce a realizzare cose straordinarie.

L’Universiade sia da esempio anche a tutti quei giovani che scappano dalla nostra terra, a quei giovani che si sentono sfiduciati di studiare e lavorare nella nostra bella Campania.

Ben vengano eventi del genere a Napoli ed in tutto il Sud Italia.

Non è stato facile organizzare queste Universiadi, ma alla fine sono state un successo grazie alo spirito e all’energia dei napoletani-ha dichiarato ieri in conferenza stampa il presidente della Federazione Universiade Oleg Matytsin- I Giochi hanno dato nuovo impulso alla regione. Gli impianti sono ristrutturati e realmente moderni e pronti per ospitare altri eventi in futuro. Questa è una delle eredità che lasciamo. Abbiamo avuto dei problemi ma abbiamo trovato sempre delle soluzioni. Napoli ci ha dato una grande lezione. E’ sempre complicato organizzare eventi così, ma penso che la gente di Napoli conserverà un buon ricordo dei Giochi”

Si, caro Oleg, le tue parole le sottoscriviamo in pieno, e grazie per aver dato fiducia a Napoli…

 

 

 

Massimiliano Alvino

@Riproduzione riservata

Ne è consentita una copia anche parziale del testo con citazione della fonte PinkLifeMagazine

 

 

 

 

 

 

 

Universiade 2019: tutto pronto per la cerimonia di chiusura stasera allo Stadio San Paolo

Tutto esaurito per la Cerimonia di chiusura della 30^ Summer Universiade Napoli 2019 che avrà inizio stasera, alle ore 21, allo Stadio San Paolo di Napoli. Oltre 35mila gli spettatori che assisteranno allo show finale, ideato e prodotto da Balich Worldwide Shows, per la regia di Stefania Opipari. Ispirata al rito del sospeso, tipicamente napoletano, la cerimonia sarà un saluto alla città di Napoli e alla Campania.

I colori delle bandiere dei 118 Paesi che hanno partecipato all’Universiade invaderanno gioiosamente lo Stadio San Paolo, protagonista con il suo volto rinnovato di un altro show spettacolare e suggestivo. Condotta dai The Jackal, accompagnata dalle performance musicali di Mahmood, Clementino e DJ Sonic e molti altri ospiti ancora, la grande festa del San Paolo si concluderà con un maestoso spettacolo di fuochi d’artificio sul cielo di Napoli. Una cerimonia che vuole lasciare il segno in tutto il mondo anche dopo lo spegnimento del calderone.

Atteso il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, che siederà in Tribuna autorità con il Presidente della FISU, Oleg Matytsin, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris.

Nel corso della cerimonia inoltre verrà reso omaggio alla signora Manuela Oliveri, vedova dell’indimenticato Pietro Mennea, che esattamente sessanta anni fa realizzò il record mondiale nei duecento metri all’Universiade di Città del Messico.

Festeggeranno con il pubblico del San Paolo anche le giovanissime Ludovica Nasti, Elisa Del Genio, Gaia Girace e Margherita Mazzucco meglio note come Lila e Lenu’ – bambine e adolescenti – della fiction di successo “L’amica geniale”.

Universiade: ecco le ragazze da medaglia d’oro

L’Universiade al femminile. Carlotta Ferlito, Erica Cipressa, Camilla Mancini, Martina Sinigalia, Michela Battiston, Silvia Scalia, Daisy Osakue, Chiara Di Marziantonio, Fiammetta Rossi: sono loro al momento le stelle di Napoli 2019. Nella prima settimana di gara, le azzurre hanno conquistato sette delle dieci medaglie d’oro del bottino italiano.

Per il nuoto il merito è di Silvia Scalia, fuoriclasse del dorso che, in soli 27’’92 secondi, ha portato l’Italia sul gradino più alto del podio. Classe ’95, lecchese, la Scalia dopo il bronzo nei 100 dorso, ha confermato la sua indole da velocista trionfando nei 50 m. “È stata un’emozione incredibile. Non me l’aspettavo, la gara è stata molto aperta fino agli ultimi centesimi quindi la soddisfazione è ancora più grande” – racconta la nuotatrice. “Il pubblico napoletano è stato davvero incoraggiante, mi ha aiutato tantissimo. È sempre bello regalare emozione e portare in alto il nome dell’Italia ed in questa Universiade abbiamo cercato di dare il meglio. Credo sia andata bene”. Dopo l’Universiade ad attenderla il Mondiale di Gwangju, ancora con i 50 e i 100 dorso.

Intanto, poche ore dopo al San Paolo, Daisy Osakue ha vinto l’oro nel lancio del disco con la misura di 61,69, regalando all’Italia la prima medaglia nell’atletica leggera. Per Daisy oro e primato personale, superando di 34 centimetri il suo precedente miglior lancio: “Non mi aspettavo questa medaglia – ha spiegato raggiante alla fine della gara – ma ci speravo tanto. L’Universiade per me è stata un’esperienza unica, emozionante”.

Universiade: neozelandesi entusiasti della struttura

La Piscina Scandone è una struttura acquatica splendidamente rinnovata che ha tutto ciò che rende famoso il design italiano, il famoso italian beauty. Gli spalti in marmo bianco italiano, il modo in cui è progettato questo impianto ti fanno sentire come se fossi nel Colosseo, in procinto di assistere alla lotta dei gladiatori”.

Lo afferma l’ex campione di nuoto Byron Reid, attuale team manager della squadra neozelandese di nuoto all’Universiade Napoli 2019. “L’ospitalità e la cordialità mostrata dalle centinaia di volontari e membri dell’organizzazione è eccezionale”, aggiunge, per poi ringraziare l’ingegnere napoletano Giovanni Capizzi, fornitore ufficiale di Napoli 2019, “per il lavoro magistrale realizzato nel mantenere perfetta la qualità dell’acqua per i nostri atleti”.

Parole di encomio per l’impianto di Fuorigrotta anche dallo specialista di dorso nei 200, il neozelandese Kane Follows, che definisce la Scandone una piscina “eccezionale”, e la qualità dell’acqua “buona come in nessun’altra parte del mondo”.

Universiade: numeri da paura in TV

Grandi numeri per la cerimonia d’apertura della 30^ Summer Universiade 2019.

Lo spettacolo ideato da Marco Balich e diretto da Lida Castelli ha affascinato, emozionato gli oltre 30mila presenti al San Paolo e catturato le attenzioni dei telespettatori collegati in mondovisione; quasi un miliardo di persone ha potuto ammirare da casa l’unicità della cerimonia attraverso i canali che hanno trasmesso live la Cerimonia.  Gongola RAI 2 che ha trasmesso in diretta l’evento: 8,4% di share, per quasi 1 milione e mezzo di telespettatori. Addirittura straripante il dato social. Su Twitter gli utenti hanno commentato live la cerimonia facendo salire al primo posto degli Italy Trends l’hashtag #Universiadi2019 che ha totalizzato più di 12mila tweet.

E se Facebook ed Instagram hanno vissuto il down che ha mandato letteralmente in tilt le piattaforme, nonostante questo i post della pagina ufficiale hanno raggiunto quasi due milioni di persone, l’onda lunga dello spettacolo mirabilmente confezionato dalla Balich World Wide Shows è proseguito anche nelle ore successive collezionando ulteriori 8mila follower. Su Instagram il video dell’accensione del Vesuvio con il “calcio” di Lorenzo Insigne in pochissime ore ha raggiunto più di 27mila visualizzazioni.

Universiade: serata da brividi al San Paolo

Una serata semplicemente meravigliosa quella di ieri vissuta dalla nostra redazione, dai 35 mila del San Paolo e dal miliardo di persone collegato tramite Tv da tutto il mondo.

E’ cominciata ufficialmente la 30ma Universiade.

Una serata magica cominciata col saluto della sirena Partenope, sirena che diede il nome alla città di Napoli.

Presente il presidente della Repubblica italiana Mattarella, insieme al sindaco di Napoli Luigi De Magistris ed al presidente della regione Campania De Luca.

Più di 8 mila atleti sono entrati allo stadio San Paolo con la bandiera del loro paese di appartenenza.

Emozionante l’entrata al San Paolo anche dei giocatori del Napoli, Meret e Insigne, i quali lanciando la fiaccola in area hanno dato il via ufficialmente alla 30ma Universiade.

L’evento si è concluso con la partecipazione di Andrea Bocelli.

Lo Stadio San Paolo: straordinario completamente ristrutturato con i sediolini bianchi ed azzurri, con servizi completamente nuovi e finalmente un impianto a livello europeo. E’ questo lo stadio che Napoli ed i napoletani meritano.

Non possiamo, anche noi che siamo giornalisti  ma anche tifosi della nostra città, non ringraziare la Regione Campania ed anche il Comune di Napoli, che con un grande sforzo economico hanno permesso che tutto questo potesse avvenire.

Ora i giochi, che vinca il migliore!

 

 

 

Massimiliano Alvino

@Riproduzione riservata

 

 

Universiade: anche un francobollo dedicato a Napoli 2019

Poste Italiane ha annunciato che il Ministero dello Sviluppo economico emetterà il giorno 3 luglio 2019 un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “lo Sport” dedicato alla 30^ Summer Universiade Napoli 2019.

Il francobollo – ne verranno emessi 400mila – del valore di 3,90 euro, stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, riproduce il logo dei Giochi Universitari che si svolgeranno a Napoli e in Campania dal 3 al 14 luglio. L’immagine del francobollo rimanda al Vesuvio, uno dei simboli universalmente riconosciuti di Napoli. La sua forma, perfettamente in linea con il concetto di vulcano nell’immaginario collettivo, ha permesso di tradurlo in un simbolo: il vulcano dormiente è stato così “rimodellato” in cinque percorsi cromatici, i cui colori sono riconducibili al mondo dello sport olimpico e, successivamente, alle Universiadi. Le linee colorate corrono verso la cima disegnando un circuito immaginario per gli atleti, con tutto il significato culturale che il simbolo racchiude. Le linee che si incontrano in alto si concludono con un soffio di fumo multicolore che simboleggiano il coinvolgimento di diverse persone con un unico obiettivo: contribuire allo sviluppo, al progresso, alla solidarietà e alla convivenza pacifica dei popoli.

UNIVERSIADE: DISPOSIZIONI DI ACCESSO AL SAN PAOLO PER CERIMONIA INAUGURALE

UNIVERSIADE: DISPOSIZIONI DI ACCESSO AL SAN PAOLO PER CERIMONIA INAUGURALE

INDICAZIONI SU VIABILITÀ E TRASPORTI 

In vista della Cerimonia di Apertura della 30^ Summer Universiade, in programma domani, mercoledì 3 luglio alle ore 21, allo Stadio San Paolo di Napoli, si informa che per raggiungere i seguenti Settori: Tribuna Posillipo, Tribuna Centrale Inferiore Scoperta, Tribuna Centrale Inferiore Coperta, Tribuna Laterale “A” Ospiti, Tribuna Laterale “A” Inferiore, è necessario accedere da Piazzale Tecchio e non dagli ingressi di Via Claudio lato piazza Gabriele D’Annunzio.

Allo Stadio di Fuorigrotta si potrà accedere, a partire dalle ore 18, solo con un regolare biglietto o accredito. Non è prevista la vendita dei tickets ai botteghini. Il Comitato Organizzatore Napoli 2019 invita a raggiungere l’impianto utilizzando i mezzi pubblici per ridurre l’afflusso di mezzi nelle aree adiacenti lo stadio. A tal proposito la Linea 2 del servizio metropolitano di Trenitalia, per la giornata di domani, mercoledì 3 luglio, prolungherà l’orario di servizio fino alle ore 1.30, mentre il servizio Anm della Linea 1 della metropolitana sarà attivo fino alle ore 2. Rafforzati anche i collegamenti bus da e per Fuorigrotta.

Per motivi organizzativi e di sicurezza alcune zone saranno precluse all’accesso. Dalle ore 7 di domani, mercoledì 3 luglio, e fino al termine della Cerimonia Inaugurale, è prevista la chiusura di via Tansillo, nel tratto che va da via Giambattista Marino a via Galeota. Dalle ore 17 invece sarà in vigore il consueto dispositivo attuato durante le partite di calcio. Dalla mezzanotte del 2 luglio e fino al termine della manifestazione verrà chiusa Viale Marconi.

Per quanto riguarda i divieti di sosta nell’area dello Stadio San Paolo verrà attuato il seguente dispositivo: dalla mezzanotte del 2 luglio il divieto interesserà Viale Kennedy, da Piazzale Tecchio fino all’altezza del civico 143/147. È in vigore già da oggi il divieto di sosta nel piazzale antistante tutti i parcheggi dello stadio.

Universiade: cominciata la gara dei tuffi alla Piscina della Mostra d’Oltremare

Con il balzo del cinese Liu nella gara di tuffi alla Piscina della Mostra d’Oltremare si è aperta ufficialmente l’Universiade di Napoli, in attesa della cerimonia di inaugurazione della manifestazione, in programma domani alle 21 allo Stadio San Paolo. Entusiasmo sugli spalti e ospiti di eccezione, come il fenomeno dei tuffatori italiani, Klaus Dibiasi, due medaglie d’oro all’Universiade di Torino nel 1970 nella sua straordinaria carriera e spesso in gara a Napoli negli anni Settanta. “È una grande emozione essere qui oggi, ho saltato la prima volta qui nel 1963 e l’ultima volta nel 1976, la Piscina è in condizione straordinaria, è stato fatto un gran lavoro e potrà ospitare dopo l’Universiade altri grandi eventi internazionali. D’altronde a Napoli c’è grande tradizione, ricordo tante persone intorno al piano vasca prima dei miei tuffi o di quelli di Giorgio Cagnotto. Spero che Napoli 2019 apra la porta a un futuro importante per i tuffi in Italia”.

Universiade: conferenza stampa di presentazione

Si è tenuta stamane a Napoli presso il Media Press Centre della Mostra d’Oltremare la conferenza stampa di apertura della 30^ Summer Universiade Napoli 2019, promossa dalla Federazione Internazionale dello Sport Universitario. “Attraverso l’Universiade – ha detto il Presidente FISU, Oleg Matytsin – vogliamo mandare un messaggio non solo alle associazioni sportive, ma alle associazioni accademiche e ai leader politici, per dire che lo sport, lo sport universitario e il mondo della scuola, dovrebbero costituire la parte principale delle politiche di uno Stato”. “Attraverso lo sport – ha aggiunto – portiamo un messaggio di pace nel mondo, diamo un esempio di coesione, di spirito di competizione, di orgoglio per il proprio Paese. Nel cuore dei nostri studenti credo risieda il futuro dei nostri Paesi. Lo sport è un’opportunità unica per creare uno spirito di coesione all’interno della società. Gli atleti che vengono qui rappresentano le Università, e oggi le Università hanno un ruolo sempre più importante nella società”. Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha affermato che un evento come l’Universiade “guarda ai risultati sportivi ma molto anche ai valori di pace e dialogo tra giovani di diversi Paesi, giovani – ha aggiunto – che saranno poi classe dirigente nei rispettivi Paesi. L’Universiade rappresenta per Napoli e la Campania una occasione per avere una proiezione internazionale”. Il Commissario Straordinario di Napoli 2019, Gianluca Basile, ha sottolineato che “ora che gli impianti sportivi sono pronti e con le gare che iniziano domani, godiamo finalmente la festa”. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti, tra gli altri, il Coordinatore Generale della FISU, Adam Sotiriadis, il Presidente del Cusi Lorenzo Lentini, il Segretario generale FISU Eric Saintrond, l’Ambassador Massimiliano Rosolino.