Archivio Categoria: Sport

Calcio, parla Insigne: “Ci alleniamo in casa nostra”

Ci stiamo allenando a casa intensamente, rispettiamo l’emergenza e stiamo tanto a casa. Prima invece eravamo sempre in viaggio”. Lorenzo Insigne parla, collegato dalla sua abitazione via Skype, ai microfoni di Sky Sport: “Mi manca tanto il campo e fare gli allenamenti. Prima non si sentiva, ora sì. Stiamo lavorano tutti, utilizziamo delle tabelle che possiamo seguire in casa e ci stiamo preparando con tanto impegno. Anche se non c’è il campionato siamo dei professionisti seri e dobbiamo curare sempre la nostra forma fisica.

Chi senti di più? “Con Mario Rui, Callejon o Mertens. Con i miei compagni siamo in contatto quotidianamente tramite messaggi o gruppi WhatsApp. Ormai i temi delle risate sono chi ha i capelli più lunghi e vuole rasarseli o la barba. Secondo me chi sta messo peggio sono io (ride, ndr). Proviamo così a condividere questo periodo tenendoci compagnia a distanza”.

Com’è il tuo rapporto con lui? “E’ molto buono. Sin da quando è arrivato mi ha fatto sentire importante. Il mister ha un carattere deciso, molto esigente ma sincero. Dice chiaramente quello che pensa senza filtri. Vuole il massimo della concentrazione quotidianamente e ci segue continuamente. Essere guidati da un allenatore che ha avuto una enorme esperienza da giocatore ci può arricchire tanto. Gattuso ha vinto tutto e mette a nostra disposizione la sua grande conoscenza calcistica”.

Sei in contatto anche con Gattuso?  “Certo, con il mister addirittura ci sentiamo quasi tutti i giorni. Parliamo del lavoro che sto svolgendo, però non discutiamo solo di calcio ma anche delle rispettive famiglie e della situazione di emergenza generale”.

Gol che ricordi con maggior piacere quest’anno? “Magari la gente pensa che ce l’ho con loro (ride, ndr) ma io ho fatto 5 gol quest’anno e sicuramente il più importante è stato quello al San Paolo con la Juve. Conoscete la rivalità con loro e segnare contro di loro in casa fa sempre una bella sensazione”. 

Gli Europei, intanto, slittano di un anno. Resta un tuo obiettivo: “Sì, sappiamo che abbiamo costruito un gruppo solido in Nazionale e che eravamo lanciatissimi. Però vorrà dire che saremo competitivi anche l’anno prossimo. Magari recupereremo anche qualche infortunato. L’obiettivo è fare bene ed essere protagonisti in ogni caso”

Fonte: Tuttonapoli

Malagò (Presidente Coni): “Lo sport soprattutto in questo periodo deve essere ancora più unito”

“Il ministro Spadafora ha voluto sottolineare in Giunta Coni il suo preciso impegno sulla legge delega sullo sport: tutti i decreti delegati saranno oggetto di un unico decreto del Governo che dovrà arrivare entro e non oltre il mese di luglio“. Così il numero uno dello sport italiano, Giovanni Malagò, si è espresso in una videoconferenza stampa al termine della Giunta straordinaria andata in scena oggi, riferendosi alla legge che dovrà emanare i decreti attuativi per il mondo dello sport.

Nessuna distinzione tra sport

Importante puntualizzazione sulla Serie A, con Malagò che ha dichiarato che “Anche se il calcio è per certi versi un mondo a sé, per popolarità e numeri, ritengo estremamente improbabile che ci possano essere distinzioni fra attività professionale e attività di base, e fra le varie discipline sportive. Il ministro Spadafora, presente in video conferenza, è stato molto chiaro: non ci saranno risorse per aiutare tutto e tutti. Lo stesso ministro ha chiesto che ci siano condivisione e complicità fra tutti i soggetti sportivi in questo momento difficile”.
 

Malagò ha poi aperto al possibile ritorno alla sponsorizzazione di aziende legate al mondo delle scommesse da parte delle società sportive: “Siamo in emergenza, le risorse non potranno esserci per tutto e per tutti, dunque bisogna pensare a qualcosa di alternativo. Anziché chiedere soldi, ritengo logico avanzare richieste su quanto non si era riusciti finora ad ottenere: mi riferisco per esempio alla ripresa del marketing con le agenzie di scommesse. Quando era stata negata questa possibilità mi ero dichiarato da subito contrario. Era una forma di indebolimento per i club e per gli impianti, a cui le grandi compagnie di scommesse non potevano dare il nome, soprattutto quando in tutta Europa tutti gli altri lo potevano fare. Vedevi Juventus-Real Madrid, o Napoli-Barcellona, o Milan-Bayern Monaco: i nostri dovevano cancellare le scritte sulle maglie, quando sui rulli dello stadio o sulle maglie degli avversari gli stessi nomi comparivano in maniera molto chiara
 

“Olimpiadi, passa tutto dall’OMS”

Si è parlato anche di Olimpiadi, naturalmente: “La data migliore? Tutto passa dal via libera che deve dare l’Organizzazione Mondiale della Sanità. L’obiettivo del Cio è farla il prima possibile”, ha spiegato Malagò, che su Milano-Cortina, invece, ha commentato “meno male che una percentuale elevatissima di impianti è già pronta”. Riguardo alla decisione della Federcalcio, che ha messo a disposizione il centro di Coverciano per l’emergenza, Malagò ha poi spiegato che “da noi fino a pochi giorni fa nei centri sportivi c’erano gli atleti che si allenavano per l’Olimpiade. Faremo delle valutazioni anche noi, a questo proposito”.

Fonte: Sky Sport

Roger Federer dona 1 milione di franchi svizzeri alle famiglie povere

Roger Federer e famiglia scendono in campo contro l’emergenza coronavirus in Svizzera. Il campione di Basilea, numero 4 del mondo e vincitore in carriera di 20 Slam, ha infatti annunciato su Instagram di aver effettuato una donazione di un milione di franchi svizzeri (circa 940mila euro al cambio attuale) in favore delle persone meno abbienti del suo Paese. “Sono tempi difficili quelli che stiamo affrontando – ha scritto Federer su Instagram – e nessuno dovrebbe essere lasciato indietro. Io e Mirka (la moglie, ndr) abbiamo deciso di donare un milione di franchi svizzeri per le famiglie più vulnerabili del nostro Paese. Il nostro contributo è solo un inizio, speriamo che altri vogliano unirsi a noi nel supportare tante altre famiglie in difficoltà. Insieme possiamo superare questa crisi. Restate in salute!”. L’ultimo bollettino del 24 marzo riferisce che in Svizzera i contagiati siano 8836, con 86 persone morte. Federer è da anni impegnato, tramite la fondazione che porta il suo nome, in attività benefiche in Africa. Da ultimo il match con Rafa Nadal disputato a Città del Capo, con oltre 52mila spettatori e un incasso di 3,5 milioni di dollari, interamente devoluti alla Roger Federer Foundation. 

Fonte: Sky

Sport in pausa: il Napoli torna ad allenarsi il 18 marzo

Fino a giovedì scorso il Napoli s’è allenato a Castel Volturno, poi quand’è arrivata la decisione dell’UEFA di rinviare il ritorno degli ottavi di finale di Champions League con il Barcellona è stato concesso riposo.

Appuntamento al 18 marzo, giorno in cui è fissata la ripresa degli allenamenti, anche se il periodo potrebbe anche essere più lungo. 

Fonte: sportmagazinenews

Serie A: partite rinviate per il coronavirus

La Lega calcio di Serie A ha appena ufficializzato il rinvio di Juve-Inter e delle altre quattro partite di questo fine settimana previste a porte chiuse, anticipato dall’ANSA. Le altre quattro gare sono Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia e Udinese-Fiorentina. La finale di Coppa Italia, inizialmente in calendario il 13 maggio, si giocherà il 20

Fonte: Ansa

Tennis: Maria Sharapova si ritira

Maria Sharapova si ritira dal tennis. In una lettera pubblicata sui siti di ‘Vogue’ e ‘Vanity Fair’, la 32enne russa (ne compirà 33 ad aprile) ha comunicato la sua decisione di dire addio allo sport che l’ha resa, dentro e fuori dal campo, un’icona per quindici anni. Troppo il dolore che le sta causando la spalla, ultimo problema fisico che l’ha portata al declino, confermato anche dai numeri, visto che attualmente era numero 373 del mondo. L’ultima partita di Masha, ex numero 1 del ranking e vincitrice in carriera di cinque tornei dello Slam, resta dunque il ko subito agli Australian Open da Donna Vekic. Sharapova ha provato fino all’ultimo a ricostruirsi una carriera degna del suo nome: negli ultimi mesi infatti si era affidata a Riccardo Piatti, coach anche di Jannik Sinner. Purtroppo però il logorio del suo fisico non le ha dato tregua, fino all’estrema decisione di abbandondare il tennis. 

Fonte: Sky Sport

Scuderia Ferrari: domani la presentazione della nuova Auto per la Formula 1 del 2020

Sarà lo storico Teatro Municipale Romolo Valli di Reggio Emilia a ospitare l’evento di lancio della monoposto di Formula 1 per la stagione 2020 della Scuderia Ferrari. Il sipario si aprirà alle 18.30 di domani per gli ospiti in sala, mentre tutti i tifosi e gli appassionati potranno seguire la diretta della presentazione in streaming sulle piattaforme digitali della Scuderia.

Tennis Trophy: ecco l’under 12 femminile ad Avellino, piccole campionesse crescono

Cominciano in tutta Italia i tornei Trophy Kinder.

Ad Avellino,  nel weekend, parte l’under 12 femminile con elementi che di sicuro ne sentiremo parlare in futuro.

Tra tutte, spiccano Alessia Alvino che nel giro di un anno è passata da 4NC a 4,3 e Chiara Squillaci (4.3).

La favorita è Ylenia Zocco (classifica 3,4)

Giudice di gara Malena Nazzaro, direttore di gara Lorenzo Rullo.

Il torneo dall’8 al 16 febbraio al Country Sport Avellino

Fonte: Sportmagazinenews