Archivio Categoria: Health

Disturbi alimentari: Villa Miralago, la più grande comunità terapeutica d’Italia compie 10 anni

Disturbi alimentari: Villa Miralago, la più grande comunità terapeutica d’Italia compie 10 anni e festeggia traguardi importanti

I disturbi alimentari sono diventati un’epidemia sociale. Basti pensare che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i dca rappresentano la seconda causa di morte, dopo gli incidenti stradali, tra i giovani. Oltre 3 milioni di persone in Italia, di cui il 95,9% donne, ne soffrono (Ministero della Salute). Il fenomeno preoccupa ancor di più se si pensa che il range si è allargato – non mancano insorgenze in età adulta – e l’età media si è abbassata. Sono sempre più frequenti i casi che coinvolgono anche bambine di 8-9 anni. Le persone più colpite restano, comunque, quelle in età adolescenziale. A prendersi cura di loro con amore e competenza da ben dieci anni sono gli specialisti di Villa Miralago (Varese), la più grande comunità terapeutica d’Italia per la cura dei disturbi del comportamento alimentare convenzionata con il SSI (anoressia, bulimia, vigoressia, frequente anche nei maschi adulti, l’ortoressia e il disturbo da alimentazione incontrollata – obesità) e una delle più grosse d’Europa.

Per il suo primo decennio Villa Miralago festeggia i suoi importanti traguardi il 14 e 15 novembre 2019 al Congress Centre dell’Hotel NH di Milano con il convegno dal titolo “ll Corpo nella dimensione della cura nei Disturbi alimentari e nella nutrizione (DNA)” (giovedì 14 dalla 14 alle 20 e venerdì 15 dalle 10 alle 17).

La storia di Villa Miralago è la storia di un importante impegno: circa il 92% dei pazienti porta a compimento il suo percorso di cura terapeutico con esiti molto positivi.

La quasi totalità delle pazienti durante il percorso di cura arriva a guarigione sintomatica: l’82 % dei casi di anoressia, il 78% di bulimia e il 65% dei casi nel disturbo di alimentazione incontrollata. 

“Curare un disturbo alimentare vuol dire non aver più bisogno di manomettere il proprio rapporto con il cibo e con il corpo. Fino a quando si frapporrà qualcosa tra il paziente e il cibo/corpo, fino a quando le paure continueranno ad inquinare, la libertà di mangiare o di apparire, non può esserci guarigione, al di là di ogni peso immaginabile, al di là di ogni abitudine alimentare – ha detto il Direttore Sanitario di Villa Miralago, Leonardo Mendolicchio – Guarire significa, infatti, non essere più costretti a ricorrere al cibo per assecondare le proprie aspettative di perfezione, significa non dover più fustigare il proprio corpo per lenire le proprie colpe. Guarire significa essere liberi di entrare in risonanza con la propria umanità senza sentirsi troppo giudicati o in balia dello sguardo altrui”.

La scommessa che compie Villa Miralago, con ogni paziente, è quella della riappropriazione del rapporto con l’Altro, con la famiglia, con gli amici, con il mondo anche per i casi più gravi che trovano ospitalità nel nucleo “Ginestra” che è riservata ai pazienti con gravissima malnutrizione e che necessitano di nutrizione artificiale.

I risultati eclatanti di Villa Miralago sono dovuti a più di un fattore: una struttura all’avanguardia e un’equipe di altissimo profilo, che realizza percorsi individuali e personalizzati per ogni singolo paziente, grazie anche alla presenza di un numero elevato di personale, più di un operatore per ogni paziente.  La riabilitazione nutrizionale viene fatta in modo lento e senza traumi, preparando la psiche ai cambiamenti fisici corporei. La psicomotricità è un altro pilastro del percorso di riabilitazione in questo centro, perché mette il corpo nella relazione, in una dimensione ludica permettendo ai pazienti di viverlo in maniera meno sintomatica: il corpo smette di essere una immagine e diventa strumento di relazione e di comunicazione.  Un percorso di arte- terapia attraverso il quale viene sconfessato il tema della prestazione, della quale soffrono coloro che sono affetti da queste patologie, sollevandoli dalla ricerca continua di perfezionismo.

Anche le famiglie vengono prese in carico da questo centro e trattate direttamente attraverso la rete Ananke, presente anche su tutto il territorio nazionale.

Il tema del corpo è un tema centrale per comprendere i disturbi del comportamento alimentare e per discutere sui modelli e per comunicare l’esperienza e gli eccellenti risultati sul territorio nazionale di questi 10 anni di Villa Miralago:  il 14 ed il 15 novembre 2019 verrà trattato al Congress Centre dell’Hotel NH di Milano, dove  saranno presenti: oltre agli amici di Villa Miralago Martina Colombari, Elisa D’Ospina, Andrea Casadio, Corrado Formigli, Fabio Picchi chef di Firenze sempre molto attivi nel sostenere  questa importante realtà, Denise Giacomini Dirigente medico area nutrizionale del Ministero della salute, Dr.ssa Laura Dalla Ragione (Psichiatra e Psicoterapeuta – Direttore Rete Disturbi Comportamento Alimentare Usl 1 dell’ Umbria – Direttore Numero Verde SOS DCA – Presidenza del Consiglio dei Ministri), la Dott.ssa Sara Roversi (Future Food Institute), il Prof. Emanuele Lettieri (Dipartimento di ingegneria gestionale – Politecnico di Milano), Il Prof. Gianfranco Silecchia (Ordinario di chirurgia generale, Sapienza Università di Roma, direttore Bariatric Center of Excellence IFSO Eu) e il direttore scientifico del convegno il Dr. Leonardo Mendolicchio (Psichiatra, Psicoanalista, Direttore sanitario di Villa Miralago – Direttore scientifico Ananke).

http://www.villamiralago.it/

 

 

 

 

 

 

.

 

 

Gli uomini italiani amano le labbra naturali o siliconate ? Ci spiega tutto il dott. Salvatore Artiano

Gli uomini italiani non hanno mai  amato le labbra siliconate nonostante la Parietti  e preferiscono baciare e ammirare labbra tutte naturali. Oltre ad essere oggetto di desiderio, le labbra rappresentano soprattutto un elemento fondamentale del viso ma purchè siano naturali poichè le esagerazioni non pagano mai a lungo termine.

Le labbra sono anche rivelatrici dell’ eta’ che passa di una donna, col tempo si assottigliano, cedono sugli angoli e i contorni svaniscono. Il colore non e’ più lo stesso e il viso sembra più stanco e affaticato.

Oggi affidarsi ad un esperto della medicina  estetica rappresenta una grande responsabilità poichè il più  delle volte credendo di poter raggiungere risultati efficaci presso soggetti non specializzati si va incontro a spiacevoli incidenti e spesso a sfigurazioni con conseguenze gravi anche per la salute.

Il dott. Salvatore Artiano, campano d’origine, e’ ben presto diventato un punto di riferimento per la medicina estetica per le donne alla ricerca di una bellezza naturale e sicura per la salute.

Il dott. Artiano ci parla di come curare l’immagine del corpo e di come combattere l’inevitabile processo d’invecchiamento:

Curare l’ immagine del corpo e del viso non è un invito rivolto solo alle donne ma anche agli uomini che hanno trovato nel rinofiller , trattamento medico estetico per il rimodellamento del naso , il conforto di una correzione del gibbo, difetti o asimmetrie della punta o delle narici  o addirittura ottenere un accorciamento ottico del naso senza ricorrere ai bisturi.    Formula magica per combattere l’ inevitabile processo d’ invecchiamento ?   Chi dice che invecchiare e’ un processo negativo si sbaglia di grosso.  Sono sulla soglia dei 40 e vi assicuro che con un corretto stile di vita, di alimentazione, di attività sportiva e di un piccolo aiutino con mani esperte si può tranquillamente affrontare il passare del tempo con dignità“ 

La dieta della Terra fa bene alla salute

Una ‘dieta della Terra’ esiste. E fa bene alla salute oltre che al Pianeta. I cibi che hanno una bassa impronta ecologica, infatti, sono classificati come sani. Ciò è valido con due eccezioni: il pesce (il cui consumo è meno sostenibile ma fa bene all’organismo) e le bevande zuccherate (che hanno una ridotta impronta ecologica e delle quali è bene ridurne l’uso). A dirlo è una ricerca delle Università di Oxford e del Minnesota che è stata pubblicata sulla rivista scientifica Pnas.

Quasi tutti gli alimenti associati a migliori risultati in termini di salute (cereali integrali, frutta, verdura, legumi, noci e olio d’oliva) hanno gli impatti ambientali più bassi. Allo stesso modo, gli alimenti con i maggiori aumenti dei rischi di malattie (principalmente carni rosse come carne di maiale, manzo, montone e capra) sono costantemente associati ai maggiori impatti ambientali negativi. Le due notevoli eccezioni sono risultate il pesce, un alimento generalmente più sano e che però ha moderati impatti ambientali e le bevande zuccherate, che presentano rischi per la salute ma che hanno un basso impatto ambientale.

“Gli alimenti che compongono la nostra dieta hanno un grande impatto sia su noi stessi che sul nostro ambiente. Questo studio dimostra che mangiare più sano significa anche mangiare in modo più sostenibile”, ha detto David Tilman, docente di ecologia dell’Università del Minnesota che ha condotto l’analisi.

 

 

 

 

 

 

Fonte: Ansa

Uno studio scientifico rivela che i calciatori sono a rischio malattie neurodegenerative

Se la frequenza di malattie non neurologiche è più bassa rispetto al resto della popolazione, per i calciatori professionisti è invece maggiore la mortalità per malattie neurodegenerative e il rischio di demenza. Lo rileva uno studio condotto su oltre settemila ex-calciatori professionisti scozzesi, pubblicato sul New England Journal of medicine. Come nel mcaso di Stefano Borgonovo il calciatore italiano morto a causa della Sla, una malattia neurodegenerativa.

Il rischio deriverebbe non dai colpi forti presi alla testa, ma dal conto totale degli impatti accumulati nella carriera. Nello studio, i ricercatori coordinati da Daniel F. Mackay, dell’università di Boston, hanno confrontato gli ex-calciatori con la popolazione generale sulle cause di mortalità e l’uso di farmaci anti-demenza. Il dato di una minore mortalità da cause non neurologiche conferma quindi i benefici dello sport nella prevenzione delle altre malattie come quelle cardiovascolari e metaboliche. Circa invece la mortalità da malattie neurodegenerative, il rischio deriverebbe per i calciatori professionisti, così come riscontrato anche nei giocatori di football americano in un altro studio dai Centers for diseases control, dall’esposizione a ripetuti colpi in testa. Un giocatore colpisce la palla con la testa in media 6-12 volte a partita (ma in allenamento molto di più), il che significa migliaia di volte nell’arco della carriera. Ad influire non sarebbero però i colpi forti ma il ‘conto’ totale dei ripetuti impatti ricevuti alla testa, compresi quelli che non danno sintomi.

I ricercatori ci tengono comunque a chiarire che non è possibile generalizzare questi risultati osservati nei calciatori professionisti con chi pratica questo sport a livello amatoriale o universitario, e rimarcano l’importanza e i benefici di sport ed esercizio fisico per la salute.

 

 

 

Fonte: Ansa

Nutrizione: ‘ponte’ tra cibo e benessere, progetto “Cibe” Venerdì prima tappa a Benevento

Un ‘ponte’ tra il mondo dell’industria alimentare e il mondo della medicina, tra il cibo e il benessere, “con il sostegno di aziende responsabili, che si distinguono per la qualità’ delle materie prime e dei processi di lavorazione” come sottolinea una nota. “È l’obiettivo di Cibe, progetto itinerante varato da PJevents, agenzia del settore del marketing e nell’organizzazione di congressi medico-scientifici, che prenderà il via venerdì’ prossimo, 18 ottobre (ore 9) a Benevento, nello Spazio Strega della storica azienda sannita con il convegno-dibattito dal titolo “Nutrizione e supplementazione in prevenzione, patologia e terapia”. “Una nutrizione corretta costituisce un elemento fondamentale nella prevenzione di numerose condizioni patologiche. Lo stile di vita e le scelte alimentari incidono fortemente sullo sviluppo di malattie, sulla loro evoluzione, o possono, al contrario, provocarne l’insorgenza. Secondo l’OMS circa un terzo delle patologie cardiovascolari e dei tumori può essere evitato grazie a un’equilibrata alimentazione – spiega la dottoressa Antonietta De Simone, presidente del congresso – Momento rilevante sara’ dato alla nutrizione in sinergia con la supplementazione. La mission di CIBE e’ aprire le porte delle aziende partner i cui prodotti popolano la nostra tavola e coinvolgerle nei confronti con esperti e campioni dello sport sui temi dell’alimentazione, della nutraceutica, del benessere e della salute”. Due le sessioni in programma in cui e’ prevista anche una lectio magistralis del prof. Maurizio Guida, del dipartimento di Medicina e Chirurgia della Federico II. Alle ore 14.30 si svolgerà una tavola rotonda moderata dal giornalista Franco Buononato, già responsabile della redazione di Benevento de il Mattino, con gli interventi di Luigi Coppola, dirigente medico I.P.D. di Alta Specialità di Nutrizione e Dietetica-Medicine Complementari dell’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento; Vincenzo Monda, specialista in Scienza dell’Alimentazione e dietologo della squadra Primavera e del settore giovanile SSC Napoli; Franco Porzio, campione olimpico di pallanuoto a “Barcellona ’92”

Tennis & Friends: effettuati oltre 20.360 check up nel weekend di prevenzione al Foro Italico

Tennis & Friends: effettuati oltre 20.360 check up nel weekend di prevenzione al Foro Italico

Il 12 e 13 ottobre due giornate di prevenzione gratuita ricche anche di sport e spettacolo

Vince il trofeo Peugeot la coppia Jimmy Ghione – Giorgio Borghetti

Roma, 13 ottobre 2019 – Con 20.360 controlli effettuati e circa 100.000 presenze al Foro Italico di Roma, si chiude la nona edizione di Tennis & Friends.

L’evento ha visto scendere in campo numerosi personaggi dello sport e dello spettacolo mentre equipe mediche di alcune delle principali aziende sanitarie romane hanno eseguito ininterrottamente e gratuitamente controlli al pubblico.

Vincitrice al primo posto la coppia Jimmy Ghione – Giorgio Borghetti, seguita da Federica Gentile – Anna Pettinelli. Al terzo posto la coppia Mara Santangelo – Massimiliano Ossini.

Targa ad honorem Fondazione Ania a Maria De Filippi, Premio Speciale Cappiello Design a Nicola Pietrangeli.

Venerdì 11 si è svolta una giornata interamente dedicata alle scuole con attività didattiche e sportive alternate a momenti di dibattito dedicati alla lotta contro il bullismo e alla sana alimentazione. Ha partecipato tra i testimonial Max Giusti.

La manifestazione è stata aperta con una cerimonia alla quale erano presenti il cardinale Angelo Comastri vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, il vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri, contrammiraglio Fabio Agostini capo dipartimento pubblica informazione dello Stato maggiore della Difesa, Valentina Vezzali, Giovanni Malagò presidente del CONI. Al Foro Italico sono intervenuti anche: Rocco Sabelli presidente e amministratore delegato di Sport e Salute, Antonio De Iesu vice capo della Polizia di Stato, Vincenzo Spadafora ministro per le Politiche giovanili e lo Sport e Daniele Frongia assessore Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma, Franco Anelli rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e Maria Bianca Farina presidente Ania e Roberto Tavani della Regione Lazio, intervenuto per portare un messaggio del presidente Nicola Zingaretti.

Giunta alla nona edizione, Tennis & Friends è uno dei più importanti eventi sociali nell’ambito della prevenzione in Italia. Interamente dedicato alla salute, l’evento ha lo scopo di promuovere un corretto stile di vita, una diagnosi precoce e permettere a tutti di effettuare check-up gratuiti e visite specialistiche.

I numeri di Tennis & Friends evidenziano l’importanza della manifestazione: la crescita è pari a oltre il 20% ogni anno.

L’ambiente accogliente del Villaggio della Salute, un rinnovato Villaggio dello Sport, con la presenza di personaggi del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo impegnati nel Torneo Tennis Celebrity, sono gli elementi che hanno permesso di intrattenere il pubblico in attesa di effettuare il proprio check-up gratuito.

Salute, Sport, Solidarietà, Sostenibilità e Spettacolo sono le 5 S, le parole chiave che sintetizzano lo spirito di questo evento che ha già interessato Roma e Napoli e si propone a breve di raggiungere anche altre città e regioni italiane.

La manifestazione è sostenuta dalle massime istituzioni: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Difesa, Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, Ministero della Salute, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Regione Lazio, Roma Capitale, CONI, Sport e Salute S.p.A., Istituto di Credito Sportivo e le maggiori Federazioni Sportive.

“La manifestazione quest’anno è cresciuta ulteriormente – ha commentato Giorgio Meneschincheri ideatore di Tennis & Friends e specialista in Medicina preventiva e direttore medico delle relazioni esterne della Fondazione Policlinico Universitaria Agostino Gemelli IRCSS – grazie ad un coinvolgimento ancora maggiore delle istituzioni, sia a livello locale che nazionale. E’ riduttivo considerarlo soltanto evento di Salute e Sport, anche se queste due componenti sono sicuramente le più significative. Abbiamo continue testimonianze positive dalle persone che vengono a visitare il Villaggio: alcune di queste, proprio grazie alla manifestazione intraprendono un percorso di screening e check up che le portano a scoprire patologie di cui non sarebbero venute a conoscenza. Queste storie sono un incentivo a proseguire sulla stessa strada e a cercare nuove collaborazioni anche con altri territori in Italia. Diamo appuntamento alla prossima tappa di Napoli; torneremo a Roma per il decennale di Tennis & Friends”.

 

IL VILLAGGIO DELLA SALUTE

Tennis & Friends, nata grazie alla collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS che non ha mai fatto mancare il suo sostegno, è stato per la prima volta affiancato da aziende sanitarie del territorio: l’Ospedale San Pietro Fatebenefratelli, l’Ospedale Cristo Re, l’Ospedale San Carlo di Nancy. Nell’area sanitaria, con un punto informativo e di screening gratuito, anche il Consorzio Universitario Humanitas, in collaborazione con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e LUMSA, con il progetto Childrenitalia, Villa Betania, Villa Tiberia Hospital, SIU – Società Italiana di Utologia e SIGO – Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia.

Presente anche quest’anno CONI SportLab, con una divisione dedicata alla Medicina Sportiva; si rinnova l’area della Regione Lazio e della ASL Roma 1 che interverranno con punti di prevenzione per la salute della donna e del bambino, l’alimentazione e il movimento, percorso nascite e la somministrazione di vaccinazioni, ai quali si aggiunge un’area informativa per la divulgazione dei programmi regionali di prevenzione.

Prezioso è stato il rinnovato supporto della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza che hanno permesso al pubblico di effettuare screening gratuiti con la propria equipe medica e daranno vita al villaggio con le loro attività istituzionali.

Inoltre, la 9^ Edizione ha visto la nascita di un’importante collaborazione con il Ministero della Difesa che, per la prima volta, ha partecipato con personale medico-infermieristico dell’Esercito Italiano, Marina Militare, Aeronautica Militare e Arma dei Carabinieri per ampliare le attività cliniche fruibili dal pubblico presso l’Area Sanitaria Interforze.

A permettere lo svolgimento delle visite mediche gratuite presso il Villaggio della Salute anche i volontari della Croce Rossa Italiana e dell’Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali (UNITALSI),

In campo anche: Fondazione Santobono Pausilipon, Associazione Italiana Studio Osteosarcoma, Donatorinati ADVPS Onlus, HHT Onlus, Associazione Andrea Tudisco, SuperEroi Acrobatici, Bulli Stop, Lollo10, Associazione Edela, AVOG Volontari Gemelli e AGOP Associazione Genitori Oncologia Pediatrica, la Protezione Civile.

Di seguito le specialistiche presenti:

Alimentazione, Allergologia, Angiologia, Cancer Center Colon Retto e Pancreas, Cardiologia, Dermatologia, Diabete e Colesterolo, Endocrinologia, Endometriosi, Gastroenterologia, Ginecologia, Ipertensione, Medicina dello Sport, Medicina Generale, Oculistica, Odontoiatria, Ortopedia, Otorinolaringoiatria, Pediatria, Pneumologia, Psicologia, Reumatologia e Osteoporosi, Senologia, Urologia, Vascolare, Vaccinazioni

 

Continua l’impegno del settore assicurativo al fianco del Tennis and Friends. Per il terzo anno consecutivo la Fondazione ANIA è stata presente alla manifestazione con due aree all’insegna della prevenzione e della protezione: una è stata allestita con postazioni per check up medici gratuiti con allergologi, epatologi, nutrizionisti e cardiologi. L’altra era un’area istituzionale, nella quale sono state illustrate le attività della Fondazione ANIA e sarà diffuso materiale informativo sui corretti stili di vita.

 

IL VILLAGGIO DELLO SPORT

Confermato per il secondo anno, il Villaggio dello Sport è stato realizzato in collaborazione con Sport e Salute S.p.A. e con il CONI al fine di promuovere la pratica delle diverse discipline sportive. Erano presenti: Federazione Ciclistica Italiana, Federazione Italiana Atletica Leggera, Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali, Federazione Italiana Pallacanestro, Federazione Italiana Pallavolo, Federazione Italiana Rugby, Federazione Italiana Sport Equestri, Federazione Italiana Tennis, Federazione Italiana Tennis Tavolo, Federazione Italiana Tiro con l’Arco, Federazione Pugilistica Italiana, Impacto Training e Dragonet oltre alle divisioni Sportive delle Forze Armate e delle Forze dell’ordine: Guardia di Finanza – Fiamme Gialle e Polizia di Stato – Fiamme Oro.

 

Sabato 12 e domenica 13 ottobre sono intervenuti il Presidente onorario di “Tennis & Friends” Nicola Pietrangeli, ambasciatore italiano del tennis nel mondo e Lea Pericoli, ambasciatrice della manifestazione, oltre a:

Maria De Filippi, Neri Marcorè, Lorella Cuccarini, Roberto Ciufoli, Nicola Piovani, Jimmy Ghione, Valter Veltroni, Dario Badiera, Roberta Beta, Edoardo Leo, Vincent Candela, Maria Grazia Cucinotta, Pasquale Petrolo, Claudio Gregori , Paola Perego, Lucio Presta, Patrizia Pellegrino, Milena Miconi, Nicole Grimaudo, Manila Nazzaro, Antonio Giuliani, Andrea Morrone, Sebastiano Somma, Christian Marazziti, Massimiliano Ossini, Laura Freddi, Max Gazze’, Andrea Perroni , Pablo&Pedro, Samantha de Grenet, Matilde Brandi, Stefania Orlando, Anna Pettinelli, Myriam Fecchi, Veronica Maya, Max Giusti, Dario Bandiera , Sebastiano Somma, Beppe Convertini, Vittorio Brumotti, Giorgio Borghetti, Solange, Samuel Peron, Elisa Santoni, Valeria Fabrizi, Maria Monse’, Jun Ichikawa, Fanny Cadeo, Ninni Bruschetta, Benedetta Gargari, Luca Capuano, Andrea Lucchetta, Adriana Volpe, Stefania Barca, Alessandro Pondi, Flaminia Bolzan Mariotti, Lallo Circosta.

 

Sostengono Tennis & Friends:

Paolo Bonolis, Rosario Fiorello, Maria De Filippi, Veronica Maya, Max Gazzè, Max Giusti, Lorella Cuccarini, Enrico Brignano, Beppe Fiorello, Amadeus, Vincent Candela, Albano Carrisi, Paola Perego, Lucio Presta, Paola Cortellesi, Manuela Arcuri, Imma Battaglia, Heinz Beck, Flaminia Bolzan Mariotti, Matilde Brandi, Luca Barbarossa, Maria Grazia Cucinotta, Milly Carlucci, Carlo Conti, Roberto Ciufoli, Stefano Fiore, Jimmy Ghione, Antonio Giuliani, Filippo Bisciglia, Matteo Branciamore, Sonia Bruganelli, Pamela Camassa, Cataldo Calabretta, Lallo Circocosta, Simone Colombari, Paolo Conticini, Luigi De Laurentiis, Alda D’Eusanio, Paolo Di Canio, Alessandro Di Carlo, Elisa D’Ospina, Anna Falchi, Myriam Fecchi, Laura Freddi, Claudia Gerini, Alessandro Greco, Eva Grimaldi, Lorella Landi, Angelo Mangiante, Fiorella Mannoia, Christian Marazziti, Luca Marchegiani, Neri Marcorè, Valeria Marini, Stefano Meloccaro, Milena Miconi, Roberta Morise, Carlton Myers, Noemi, Pablo e Pedro, Barbara Palombelli, Neri Parenti, Francesco Patierno, Andrea Perroni, Anna Pettinelli, Nicola Piovani, Gianni Rivera, Marzia Roncacci, Antonella Salvucci, Mara Santangelo, Francesco Siciliano, Francesco Testi, Sebastiano Somma, Giuseppe Tornatore, Mara Venier, Carlo Verdone, Valentina Vezzali, Massimo Wertmuller, Adriana Volpe,  Giorgio Panariello, Bruno Vespa, Renato Zero, Renzo Arbore, Lorena Bianchetti, Bianca Guaccero, Dolcenera, Fausto Brizzi, Massimiliano Ossini, Lillo e Greg, Edoardo Leo, Renato Balestra, Matteo Garrone, Giuseppe Giannini, Bernardo Corradi, Clarence Seedorf, Giuliano Giannichedda, Max Biaggi, Potito Starace, Diego Nargiso, Filippo Volandri, Tony Esposito, Dario Marcolin, Ignazio Oliva, Paolo Calabresi, Margherita Buy, Valeria Altobelli, Francesco Giorgino, Nancy Brilli, Franco Di Mare, Gennaro Calabrese, Fabrizio Bentivoglio, Stefano Fresi e Ricky Memphis,  Giuseppe Pancaro, Sinisa Mihajlovic, Peppino Di Capri e tanti altri.

http://www.tennisandfriends.it/

 

  

Salute: obesità rischio pericoloso per il diabete

Il fattore di rischio più pericoloso per il diabete di tipo 2 è l’obesità. L’indicazione arriva da un nuovo studio presentato dai ricercatori dellA Università di Copenaghen al 55/o Congresso dell’Associazione europea per lo studio del diabete (Easd) che si apre oggi a Barcellona. Lo studio, condotto su un campione di 9.556 soggetti, ha infatti dimostrato che proprio l’obesità è il fattore di rischio primario, aumentando di 6 volte la probabilità di ammalarsi di diabete 2, mentre genetica e cattivi stili di vita aumentano il rischio diabete ma “in misura molto minore”.

Circa la metà del campione ha sviluppato il diabete 2 nell’arco di 14 anni di osservazione: in particolare, i ricercatori hanno dimostrato che cattivi stili di vita e obesità sono associati ad un maggior rischio di ammalarsi, indipendentemente dai fattori genetici. La sola predisposizione genetica aumenta invece il rischio di diabete 2 di due volte ed i soli cattivi stili di vita sono associati ad un aumento del 20% del pericolo di ammalarsi. Da qui il monito degli esperti ad adottare una dieta adeguata sin dalla giovane età.

 

 

 

 

Fonte: Ansa

Pubblicato il lavoro scientifico di collaborazione tra Sbarro Health Research e Staff medico SSCNapoli

E’ stato di recente pubblicato il lavoro scientifico frutto dell’importante collaborazione tra lo Sbarro Health Research Organization (SHRO) di Filadelfia (USA) e lo Staff Medico della Società Sportiva Calcio Napoli.

Il risultato della ricerca innovativa è volto a migliorare la performance e ridurre l’incidenza di infortuni fisici attraverso la combinazione di appropriati allenamenti, adattati ai profili genetici e nutrizionali di ogni atleta.

Un recente studio, pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Journal of Cellular Physiology, ha visto la collaborazione tra lo Sbarro Health Research Organization (SHRO), un team di ricercatori italiani e lo Staff Medico del SSC Napoli, una delle principali squadre
di calcio del Campionato Italiano Serie A.

Lo studio intitolato: "Genomic analysis reveals association of specific SNPs with athletic
performance and susceptibility to injuries in professional soccer players," ha analizzato
l’impatto di programmi di allenamento e regimi nutrizionali personalizzati, studiati dai
medici ed allenatori dell’SSC Napoli, con lo scopo di migliorare la performance atletica e
ridurre l’incidenza di infortuni fisici. I risultati ottenuti sono stati anche confermati dalla
Lega Serie A e dall’UEFA, in cui si evince come i giocatori dell’SSC Napoli siano tra i più “in
salute” in Europa.

Inoltre, questo studio ha analizzato la presenza di polimorfismi in cinque geni che sono
implicati in specifiche attività o correlati agli infortuni e in geni che possono essere
modulati dall’esterno, attraverso specifiche indicazioni nutrizionali. I risultati hanno
evidenziato come le possibili variazioni genomiche possono essere minimizzate, almeno in
parte, mediante programmi nutrizionali e di allenamento specifici disegnati dallo staff
medico, spiegando così l’eccellente performance ottenuta dalla squadra.
Il Dr. Alfonso De Nicola, responsabile dello Staff Medico azzurro per quattordici anni fino
alla scorsa stagione conferma: “Questo studio è un valore aggiunto alla personalizzazione
della preparazione atletica degli sportivi proiettando così la medicina dello sport verso il
terzo millennio”. L’ipotesi riportata suggerisce come la combinazione di appropriati
allenamenti, adattati ai profili genetici e nutrizionali di ogni atleta, può essere un modo per
raggiungere delle performance atletiche d’élite.
Il Prof. Antonio Giordano, direttore della Sbarro Health Research Organization,
sottolinea: “La nuova medicina dello sport sta diventando una specialità che prende
sempre più in considerazione le differenze genetiche degli atleti”.

Il Dr. Raffaele Canonico – attuale responsabile dello Staff medico SSC Napoli – conclude
dicendo: “Questi parametri possono essere adottati per specifiche strategie allo scopo di
migliorare, non solo la performance nello sport, ma anche per proteggere la salute degli
atleti aiutando così ad allungare la loro carriera”.

Oggi e domani a Portici il Percorso della Salute

Le Presidenti delle associazioni Primo comitato cittadino di Portici (Maria Puddu) e Diritto alla Salute (Maria Romano) organizzano questo week end a Portici il Percorso della Salute, una “due giorni” dedicata appunto alla salute attraverso una campagna di prevenzione e di diritto alla sanità pubblica.

“Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere”. Questo il motto dell’evento che interpreta in pieno i valori di solidarietà e di assistenza quali pilastri fondamentali di questa importante manifestazione che si terrà l’8 e il 9 giugno presso il bosco inferiore della Reggia di Portici.

La rassegna, molto ricca per proposta e partecipazione, inizierà con la giornata di sabato 8 giugnocon una mattinata dedicata a consulenze mediche e previdenziali completamente gratuite!Dalle 9,30 alle 13,30 molti saranno i medici e le specializzazioni presenti e completamente disponibili e a disposizione di chiunque: dall’odontoiatra al nutrizionista passando per ortopedicooculistaecografistaendocrinologo, ma anche neuropsicologodiabetologopodologoposturologootorinolaringoiatra, e finanche nefrologoneurologologopedista. A questi professionisti si aggiungono anche importanti diagnosi che sarà possibile effettuare sul posto tra cui lo screening acustico e oculistico e anche per l’ipertensione, oltre a servizi vari di pubblica utilità quali patronati e consulenze legali.

Nel pomeriggio invece, sempre di sabato 8 giugnodalle 15 alle 17,30 si terrà presso la Sala Cinese della Reggia di Porticiun interessante Convegnosulla Prevenzione, Donazione e sul Diritto alla Salute con la partecipazione di importanti Istituzioni e tanti professionisti del settore.

Insieme al Sindaco di Città Metropolitana Luigi de Magistris, al membro della commissione regionale Francesco Emilio Borrelli, all’Assessore al welfare del Comune di Napoli Roberta Gaetae a Don Leandro Zeccolellaresponsabilesanità della Curia di Napoli, ci saranno illustri relatori tra cui il Professor Tortorielloresponsabile UOSD Day Surgery dell’Istituto Fondazione Pascale, il dottor Vincenzo Schiavoe il dottor Luigi Sparano, rispettivamente vicesegretario regionale e segretario provinciale della FIMMG.

Tantissimi i partner che hanno supportato l’iniziativa e che hanno permesso la riuscita di questa importante manifestazione patrocinata, tra l’altro, dalla RegioneCampania, dal Comune di NapoliCittà Metropolitana, e dalla Curia napoletana. Tra loro vanno sicuramente menzionatil’Azienda Ospedaliera Universitaria I Policlinico, l’AIDO (Associazione Italiana Donazioni Organi), la FIMMG (Federazione Italiana Medici Famiglia), l’UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti), l’ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo),la FederAgril’associazione Ciro Viveonlus e tante aziende che hanno collaborato alla realizzazione tra cui la P&Partners di Salvatore Palantra, il Faro, la Nephrocare, la Cooperativa TAM, l’Impronta di  ZaraOtowell AcusticaIntrogemix, la Simple-Pharma, lo StudioLegale Piscopo-Russo, la Frael, il Brigante dei Sapori, il Cral Questura di Napoli, l’Associazione Carabinieri e la Fidasatan.

Media Partnerdell’eventoLa Radiazza di Radio Marte.

Tra i partecipanti anche l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco che per l’occasione allestiràdomenica 9 giugno, all’interno dell’area bimbi, Pompieropoli!il villaggio per bambini che vogliono diventare per un giorno piccoli pompieri; ai piccoli partecipanti verrà rilasciato un diploma di “PiccoloVigile del Fuoco”. Nei due giorni laGraus Edizioni donerà libri a tutti i bimbi partecipanti, insieme a tanti pop corn e zucchero filato.All’interno della stessa area, servita da un ampio parcheggio, ci sarà anche una zona Pet Therapy e corsi per manovre di disostruzioneprimo soccorso.

Tra le altre iniziative ci si potrà registrare come donatori di sangue e donatori di organi, si illustrerà la funzione del Passaporto Ematico con la FondazioneFioravante Polito, nella sola giornata dell’8 giugno con gli amici dellaCFU Italia (Comitato Fibromialgici Uniti-Italia) si potrà sottoscrivere la petizione per il riconoscimento di Fibromalgia (FM) Encefalomielite Mialgica Benigna (ME/CFS) Sensibilità chimica multipla (CMS)e inoltre si potrà ammirare il museo itinerante di Maradona grazie all’esposizione dei cimeli offerta dall’associazione Saverio Silvio Vignati.

Salute oculare: il lavoro degli occhi durante la lettura

Quando leggiamo, abbiamo l’impressione che i nostri occhi (e la mente) scivolino continuamente da una parte all’altra del testo tranne che per piccole parti in cui incontriamo delle difficoltà ed a questo punto ci fermiamo per considerare cosa abbiamo appena letto ed eventualmente rileggere il materiale precedente.

Ciò nonostante, questa impressione è un’illusione. Prima cosa, lo spostamento degli occhi sul testo non è continuo. Gli occhi smettono di muoversi per periodi che oscillano dai 150 ai 500 ms; questi momenti, quando l’occhio è quasi immobile, sono chiamati fissazioni. Tra le fissazioni ci sono periodi durante i quali gli occhi si muovono rapidamente.

Le saccadi sono movimenti balistici (cioè una volta iniziati non possono essere modificati). Quando leggiamo (Matin, 1974) i nostri xocchi generalmente si muovono in avanti di uno spazio pari a sette-nove caratteri ad ogni saccade.

La durata di una saccade durante la lettura varia con la distanza percorsa, una tipica saccade ha una durata di 20-35 ms. Durante questo tempo non vengono estratte informazioni visive dalla pagina stampata a causa della “soppressione saccadica”, tutte le informazioni visive vengono estratte durante le fissazioni.

Lo schema di estrazione delle informazioni durante la lettura corrisponde praticamente alla rapida presentazione di diapositive; si vede un fotogramma per circa un quarto di secondo, seguito da una breve interruzione ed un nuovo fotogramma di una diversa porzione della pagina appare per circa un quarto di secondo.

Questo schema di fissazioni e saccadi non è riferito unicamente alla lettura. La percezione di qualunque superficie statica (cioè una fotografia o un’immagine), segue la stessa organizzazione sebbene i movimenti ed i tempi delle fissazioni differiscano rispetto alla lettura (Rayner, Li, Williams, Cave, & Well, 2007). Un’eccezione è rappresentata da parte degli inseguimenti oculari di un target in movimento (movimenti oculari detti pursuit). In questo casogli occhi si muovono in modo relativamente “morbido” (e più lentamente rispetto ai movimenti saccadici) e le informazioni visive vengono tutte estratte ed utilizzate.

 

 

 

Fonte: Platform Optic