Archivio Categoria: Event

Napoli, ecco il Comicon

Tra le molteplici iniziative del prestigioso Salone Internazionale del Fumetto di Napoli anche 4 giorni di musica dal vivo, k-pop battle crew e Cosplay contest, in programma dal 25 al 28 aprile.
Sul palco esterno, posizionato nei pressi della meravigliosa Fontana dell’Esedra della Mostra d’Oltremare i Comiconiani appassionati di cosplay, rock, j-pop e sigle di cartoni animati, dalle ore 13:30 alle ore 19:00, avranno modo di assistere ad oltre 20 eventi.


La ventunesima edizione di Napoli COMICON si svolgerà dal 25 aprile al 28 Aprile 2019.
Come per le precedenti edizioni tutta la sezione Mercato, le Mostre, gli incontri con gli autori ospiti, insieme agli appuntamenti principali del Festival, i tornei di giochi e videogiochi e le proiezioni, avranno luogo nei funzionali spazi della Mostra d’Oltremare di Napoli.

Tra le tantissime attività troverete anche Comicon Live! Stage, il palco dei concerti che in quattro giorni farà suonare 11 bands.
Rock, pop, metal, J-Pop, cartoon-cover i generi musicali che durante le intense giornate festivaliere faranno da colonna sonora alle molteplici attività del festival.

Tra i principali protagonisti troviamo il casto-divo Immanuel CastoGiorgio Vanni il più importanti tra i performer di sigle di cartoni animati e i Loverin Tamburin, vere star per gli appassionati di anime e manga giapponesi.

Immanuel Casto sarà ospite in triplice veste. Personaggio di culto della scena alternativa, ha realizzato tre album, nove giochi da tavolo ed è al lavoro sul suo primo graphic novel come autore. Oltre alla carriera di musicista, infatti, è anche un game designer di celebri giochi come Squillo e Red Light, e parteciperà – in compagnia di Valentina Nappi- ad un panel dal titolo “BodyPop: il corpo e le sue forme nella cultura pop”, un incontro che si svolgerà venerdì 26 aprile alle 14.00 nell’Auditorium del Teatro Mediterraneo. Il Casto-Divo si esibirà in concerto il 27 aprile dalle ore 17:30 ed è molto attesa la sua performance musicale tra dance, elettro pop anni 80 e liriche spinte. Lo spettacolo dal titolo “L’età del consenso” è tratto dal titolo del suo ultimo album dedicato all’epoca del consenso sessuale in Italia.
Lo stesso giorno, insieme a Dario Massa, sarà protagonista in Sala Di Matteo alle ore 11:00, per raccontare la genesi del loro ultimo gioco Dogma: A Clash of religions.


Giorgio Vanni è un’artista conosciuto principalmente perché è la voce delle sigle dei cartoni animati che hanno accompagnato l’adolescenza della generazione degli anni novanta ad oggi. Il Re delle sigle alle ore 18 del 26 aprile presenterà un mini live show dal titolo “Toon Tunz anteprima Tour” e non mancheranno i brani di famose sigle come: Gormiti, Yu-Gi-Oh, Cavalieri dello zodiaco, Pokémon, Zoids, Holly e Benji , Dragon Ball, Beyblade, L’incredibile Hulk, Superman, Lupin.


Loverin Tamburin sono giapponesi di Hiroshima ed è una cover band tra le più popolari per appassionati di anime e manga giapponesi. Sailor Moon, Dragonball Z, Pokemon, Saint Seiya  sono solo alcuni degli anime di cui il gruppo ha cantato le sigle e le theme song, con talmente tanta emozione e sentimento da non considerarle più canzoni “di qualcun altro”, ma rendendole loro. La cantante ha anche pubblicato nel 2008 un album di cover delle soundtrack dei film di animazione dello studio Ghibli, film che hanno toccato profondamente il cuore dell’artista. La band tuttavia non si dedica solo alle cover, ma pubblica anche canzoni originali che stando alla cantante, nascono dalla quotidianità che la band vive ogni giorno.


Completano il cast di Comicon Live! Stage 2019:
Nanowar of Steel, gruppo che suona happy-metal; HITT artista giapponese molto atipico, anche per gli standard del J-Rock. Cantante, compositore e musicista dal personalissimo stile, riesce a mescolare nella sua musica influenze varie, dai ritmi rock alle ballate jazz. Ha composto più di 150 canzoni per vari artisti; le Forward Crew che è un gruppo di ballo composto da quattro ballerine; invece Stefano Bersola è autore di brani che hanno fatto appassionare innumerevoli fan e sostenitori della casa Yamato Video; ed ha recentemente  presentato il suo secondo album Anime Duet, una raccolta di alcune tra le più famose sigle, in una veste completamente rinnovata insieme a Luigi Lopez; mentre Guiomar Serina è uno dei quattro pilastri dei Cavalieri del Re, cantante di Gigi la trottola, Ransie la strega, Mach 5 e altri successi; infine
Pietro Ubaldi è tra le voci più amate dei cartoni animati (doppiatore e cantante di molte sigle con Cristina D’avena). Alcuni dei personaggi a cui ha dato la voce sono: Patrick Stella (Spongebob), il gatto Giuliano e Marrabbio (Kiss me Licia), Doraemon, Il Conte Dacula, Taz, Artemis (Sailor Moon), Geoffrey Rush nella saga “Pirata dei Caraibi” nel ruolo di Capitan Barbossa e tanti altri. Infine si esibirà l’artista francese Hoshi è un artista ventiquattrenne di Montpellier che si esibisce con un sound electro-pop in uno spettacolo in cui alterna le composizioni provenienti dal suo album Midnight Sun a canzoni K-Pop. Nel suo repertorio non manca la J-Music tratta da animazione e videogames, remixata in stile elettronico. Chiudono i napoletani X-35: spirito Brit, suoni Rock e melodie Pop sono gli ingredienti principali.


Come da tradizione la musica dal vivo ha sempre uno spazio importante a Comicon che come una missione offre alle migliaia di appassionati di fumetti anche l’opportunità di conoscere nuovi talenti del panorama musicale non convenzionale.

Il COMICON Live! Stage 2019 è a cura di Freak Out Ochacaffe’ Giappone, due partner che da diversi anni ormai portano aCOMICON tantissima musica e una dirompente carica di allegria e buon umore!
official news https://www.comicon.it/comicon-live-stage-2017/

Tutti i live sono eventi inclusi nel Programma Generale del Comicon 2019 e l’accesso all’area concerti è per coloro che hanno acquistato l’abbonamento oppure il biglietto giornaliero al Festival.

Anna Cappelli adora i Baustelle al Museo Madre

Domenica 14 aprile 2019 dalle ore 19:00 alle 22:00

 Museo Madre

Via Luigi Settembrini 79, 80139 Napoli

 

Domenica 14 aprile, alle ore 19.00, al museoMadre “Anna Cappelli adora i Baustelle”, una performance tra teatro, moda e musica che vedrà protagonista l’attrice Bianca Nappi, per la regia di Rossano Giuppa e la capsule collection di Italo Marseglia. A seguire, dj set di Rachele Bastreghi dei Baustelle.

 

L’appuntamento rientra nella seconda edizione della rassegna Voci e altri invisibili, in cui Sala Assoli – Casa del Contemporaneo dialoga con il museo Madre e la Fondazione Morra – Museo Nitsch. L’evento è parte del nuovo format Piazza Madre, prodotto dalla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee/museo Madre che raccoglie un articolato programma di attività per il pubblico.

 

Anna Cappelli adora i Baustelle non è una pièce teatrale né un trattato di psichiatria o un concerto, né tantomeno una sfilata, ma un esasperato atto d’amore per il teatro, per la musica e per il costume. La performance è ispirata liberamente ad “Anna Cappelli”, l’ultima opera di Annibale Ruccello, drammaturgo con la passione per le figure femminili estreme, scomparso nel 1986, a soli trent’anni.

È la storia di Anna, dattilografa per necessità, che, trasferitasi in una piccola città di provincia, è costretta a vivere in una camera ammobiliata: le vicissitudini di Anna, raccontate dal testo di Ruccello, sono scandite dai brani dei Baustelle, il gruppo che oggi l’autore avrebbe amato per le assonanze e le affinità con il vissuto della sua protagonista. Accanto ad Anna ci sono fantasmi in perenne movimento, che interagiscono con i suoi pensieri e le sue parole in un alternarsi di stati d’animo che, come camicie di forza, identificano i legami da annodare e da sciogliere.

 

Anna Cappelli adora i Baustelle

Performance tra teatro, moda e musica

Ispirata a “Anna Cappelli” di Annibale Ruccello e alla discografia dei Baustelle

Con Bianca Nappi

Capsule collection di Italo Marseglia

Regia di Rossano Giuppa

A seguire dj set di Rachele Bastreghi dei Baustelle

 

Ingresso con biglietto museo 8 euro fino ad esaurimento posti disponibili

(la biglietteria chiude alle ore 21:00)

 

Info e prenotazioni:

info@madrenapoli.it; +39.081.197.37.254

info@casadelcontemporaneo.it; +39.345.46.79.142

AstraDoc – Viaggio nel Cinema del Reale “FUNERALOPOLIS – A Suburban Portrait” e “FRIEDKIN UNCUT”

Mercoledì 17 APRILE 2019 dalle ore 19.30 Cinema Astra – via Mezzocannone, 109 – Napoli

AstraDoc – Viaggio nel Cinema del Reale “FUNERALOPOLIS – A Suburban Portrait” di Alessandro Redaelli “FRIEDKIN UNCUT” di Francesco Zippel

Sarà presente il regista Francesco Zippel

Venerdì 17 aprile saranno proiettati al cinema Astra di Napoli (via Mezzocannone 109 alle ore 19.30 “Funeralopolis – A Suburban Portrait” di Alessandro Redaelli (Italia 2017 – 94’) e a seguire alle 21,00 “Friedkin Uncut” di Francesco Zippel (Italia 2018 – 107’) che sarà presente in sala, per l’appuntamento con “AstraDoc – Viaggio nel Cinema del Reale” organizzata da Arci Movie, Parallelo 41, Coinor e Università “Federico II” di Napoli.

Funeralopolis – A Suburban Portrait” di Alessandro Redaelli, presentato al Biografilm Festival di Bologna nel 2017 e selezionato, tra gli altri, anche a Dok Leipzig di Lipsia, ci porta tra Bresso, Sesto San Giovanni e Milano, nelle vite di Vash e Felce, che insieme fanno musica, si fanno di eroina e condividono tutto. La loro realtà è a volte brutale, spesso comica, tragica e romantica. Vash e Felce sono cresciuti a Bresso, tra il campetto da calcio, i murales, le risse e i litigi, le case popolari e gli appartamenti occupati. Si sono incontrati grazie al rap, ai graffiti e la comune passione per l’esoterismo e le droghe e sono diventati amici nonostante due percorsi di vita molto diversi. Registrano canzoni, fanno concerti, passano il tempo, tra lavoretti saltuari e spaccio.  Funeralopolis non parla di eroina. Non è un’indagine sugli effetti della dipendenza. Non vuole spiegare, né giustificare, né esaltare lo stile di vita dei suoi protagonisti. È, fondamentalmente, un film su due amici in cerca del senso della vita, in attesa della morte. Persi in un eterno girovagare in una città che sembra un deserto, parlando di sesso e religione, esagerando con la droga, cantando il degrado e la violenza e danzando tra le tombe di un cimitero.

“Friedkin Uncut” è stato presentato nella sezione Venezia Classici alla 75esima edizione della Mostra del Cinema ed ha ottenuta una candidatura a David di Donatello Una visione introspettiva nella vita e nel percorso artistico di William Friedkin, regista straordinario e anticonformista di film di culto come Il braccio violento della legge, L’esorcista, Sorcerer, Cruising e Vivere e morire a Los Angeles.

Per la prima volta il controverso regista si mette in gioco intimamente e decide di guidare il pubblico in un affascinante viaggio attraverso i temi e le storie che maggiormente hanno influenzato la sua vita e il suo percorso artistico.

Il titolo del documentario riflette al tempo stesso la sua schiettezza e l’eccentricità, elementi che hanno contribuito nel tempo a caratterizzarne l’eccezionale abilità di storyteller. Ma Friedkin non è solo in questa lunga e appassionata narrazione. Un cast ‘stellare’ di amici e collaboratori ha deciso di partecipare a questo film che da semplice omaggio si trasforma con il passare dei minuti in una vera e proprio saggio in cui grandi registi, straordinari attori e perfino celebrati direttori d’orchestra si uniscono a Friedkin per riflettere sul significato di essere artisti e sulla bellezza del mettersi in discussione in nome di una chiamata artistica vissuta nella dimensione autentica di un lavoro. Un lavoro da eseguire al meglio del proprio talento.

“SPRING IS WOMAN” TRA CINEMA E ALTA MODA

Il Cinema e l’Alta Moda: questi i protagonisti della IX edizione di Spring is Woman, la kermesse promossa ed organizzata da Maridì Communication, tesa a celebrare in maniera originale la Primavera, la stagione al femminile per antonomasia.

L’evento si è svolto giovedì sera nella splendida cornice di Villa Domi, Napoli ed ha visto la partecipazione di centinaia di invitati, esponenti del mondo dell’impresa e del professionismo campano.

Special Guest della serata, Lorenzo Riva, il Re Sole dell’Haute Couture italiana, Gabriella Carlucci, già onorevole “Ambasciatrice del cinema italiano all’estero”, con il regista Giuseppe Alessio Nuzzo, insigniti per il loro valore professionale con un prestigioso riconoscimento dal Presidente Borgo Orefici di Napoli, accompagnato dalla moglie Diana.

La “vulcanica” Carlucci è oggi più che mai alla ribalta per la sua nuova mission nel mondo dell’audiovisivo con i suoi due Festival in Spagna (Palma di Maiorca) ed in Serbia (Belgrado) diretta a promuovere il cinema italiano all’estero creando in tal modo costruttive sinergie con altri Paesi; ciò al fine di sostenere i giovani talenti, sceneggiatori e registi under 25 che aspirano ad una carriera cinematografica.

Con lei il maestro Lorenzo Riva, che ha proposto  una capsule dei suoi modelli, simbolo di raffinatezza e di eleganza nel mondo. Ed ancora, per l’audiovisivo, il regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo, patron del Social World Film Festival, ha presentato una clip di immagini inedite del backstage di “Fame” un film breve, appena girato che offre uno spaccato di Napoli tra ricchezza e povertà realizzato da Paradise Pictures in co-produzione con AN.TRA.CINE ed il sostegno di Rai Cinema e del Mibac.

Sempre per l’audiovisivo, significativa la partecipazione di T&D Trasporti Cinematografici di Eduardo Angeloni. Ad aprire la manifestazione, condotta dalla giornalista Maridì Vicedomini, un tributo all’artigianato made in Campania con in passerella, splendide mannequin by Cainf, trucco e parrucco a cura di Beauty Sistem e Gianni Avino Narciso coadiuvato dalle allieve più talentuose  di “Serio Aja”, la rinomata scuola di estetica, riconosciuta dalla Regione Campania che hanno  sfilato una serie di abiti, ispirati a “New York New York” il noto film di Robert de Niro e Liza Minnelli, by la Sartoria Muti, di Pina Muti, specializzata nella realizzazione di costumi per la danza e per lo show-biz, le borse con tessuti di San Leucio by Le Creazioni di Tata, “le Gioie” di Doriana Giordano, i sandali ed i sabot esclusivi by “Vida Stile Italiano”.

Ed ancora, in scena, un’anticipazione della preziosa Collezione Autunno Inverno 2019/2020 della pellicceria “Cose Belle” di Cervinara (Avellino) mentre, in vista dell’imminente stagione estiva, ampio spazio al beach wear by “Huitre” che ha proposto costumi da bagno ideali per una donna di ogni età dalla teenager alle signore più mature.

Particolare attenzione anche al Beauty & Health con Medfarm Italia, un noto Centro di Medicina Estetica, diretto dal Professore Giuseppe Maria Izzo dotato di un’equipe di medici specialisti e di macchinari di tecnologia avanzata e la gamma di prodotti M&C Division, una linea di creme di alto livello qualitativo, destinata al trattamento degli inestetismi della pelle indotti dal crono e dal foto-danneggiamento. Uno sguardo significativo anche al “sociale” con la Cooperativa “Amiamo gli Anziani” destinata a fornire personale specializzato per assistenza agli anziani ai disabili, ma anche di baby sitting e lo Studio legale Ferrara Dentice De Dominicis, abilitato a dirimere in maniera altamente professionale e risolutiva qualunque tipo di contenzioso in materia Civile.

Presente anche il segmento Eno-gastronomico, con la coffee station di Caffè Kamo, da qualche tempo molto vicino anche all’audiovisivo e le dolcezze di “Dolce e Caffè” di Aniello Esposito.

A seguire dinner buffet a cura dello Chef della Casa e del suo eccellente staff ispirato alle tradizioni del golfo partenopeo con il “Live” by Mattia Esposito (sax contralto) Simone Maiello (chitarra elettrica), Mario de Vita (basso elettrico), Armando dello Iacono (sax tenore).

Visti tra gli invitati, il couturier Nino Lettieri, il Console onorario del Benin Giuseppe Gambardella con la consorte, Ester Gatta, Giuseppe Brandi, Fiorella De Rosa, Claudio Giordano e Valeria Converso, Claudio Amitrano, Mario e Patrizia Matano, Daniele e Titti Salomone, Giuseppe Maria Izzo, Antonio Piscini, Giuseppe e Vanda Mirante, Francesca Bourelly, Margherita Tedeschi, Domitilla Pisani, Dario Giordano e Daniela Giordano.

” UNIVERSIADE” GINNASTICA RITMICA FEMMINILE

UNIVERSIADE, GINNASTICA RITMICA FEMMINILE, RUSSO (BRONZO MONDIALI 2018): “UN ONORE ESSERCI, VOGLIO UNA MEDAGLIA”

IN GARA ANCHE CARLOTTA FERLITO (ARGENTO EUROPEI 2011)

Clavette e nastri iridati all’Universiade. Dalla ginnastica arrivano i primi nomi illustri che saranno in gara a Napoli e in Campania dal 3 al 14 luglio. Nella ritmica in pedana ci sarà Alessia Russo, medaglia di bronzo ai Mondiali di Sofia nella gara per team, assieme a Milena Baldassari e Alexandra Agiurgiuculese. “Sono davvero onorata di essere in gara a Napoli, per un evento organizzato in Italia e visto in tutto il mondo. E sono parecchio curiosa di vivere l’atmosfera del Villaggio olimpico, ho vissuto qualcosa di simile ai Giochi del Mediterraneo, culture e conoscenze che si mischiano, occasione unica per crescere”, spiega Alessia Russo.

Dunque, competizione e conoscenza, con un unico obiettivo: “Voglio una medaglia all’Universiade, non mi nascondo, dopo il bronzo ai Mondiali la sete di successi ovviamente cresce” confessa l’atleta toscana. E oltre alla ritmica con Alessia Russo, anche la ginnastica artistica italiana cala il suo asso per l’Universiade: sarà in gara Carlotta Ferlito, medaglia d’argento agli Europei di Berlino 2011, due partecipazioni alle Olimpiadi (Londra 2012, Rio de Janeiro 2016). Dunque, l’esibizione di due campionesse, che potrebbe sortire un effetto traino per la ginnastica in Campania. “L’Universiade sarà una grande occasione, una grande vetrina anche per la ginnastica, non dimentichiamo che spesso da questa competizione sono poi venuti fuori campioni e campionesse ai Mondiali, alle Olimpiadi – dice Aldo Castaldo, presidente del comitato regionale campano della Federazione ginnastica d’Italia (FGI) – il nostro è un movimento in crescita, da 80 a 124 società in tre anni sul territorio, oltre ottomila tesserati, l’80% al femminile, con potenziali campioni tra Napoli, Caserta e Salerno”.

TENNIS & FRIENDS – SALUTE E SPORT … SPORT È SALUTE SI CHIUDE CON 50.000 VISITATORI E CIRCA 7.000 CONTROLLI

Successo di pubblico e di visite la seconda edizione di Napoli. Vincono il torneo celebrity Paolo Bonolis – Jimmy Ghione

Napoli, 14 aprile 2019. Si conclude con un bilancio di 50.000 visitatori e circa 7.000 check up realizzati il weekend di prevenzione di Tennis & Friends – Salute e Sport … Sport è Salute, l’unico evento di prevenzione in Italia ad unire salute, sport, solidarietà, spettacolo e sostenibilità.

Vincitori del Torneo Celebrity sono: trofeo Peugeot la coppia Paolo Bonolis – Gimmy Ghione per il primo posto; trofeo Fondazione Ania Francesco Testi – Angelo Mangiante per il secondo posto. Trofeo ENI per il terzo posto alla coppia Flaminia Bolzan – Marco Miraglia ex aequo con la coppia Massimo delli Santi – Giampaolo Imparato. Trofeo TC Napoli come best player in campo Andrea Amicarelli e Alessandro Centonze.

Dal 12 al 14 aprile il Tennis Club Napoli e il Lungomare Via Caracciolo hanno ospitato il Villaggio della salute che ha visto all’opera oltre 200 persone tra medici e personale sanitario, a presidio di 28 aree specialistiche dotate di 50 postazioni. Oltre ad effettuare check up interamente gratuiti, le equipe sanitarie hanno svolto attività di informazione e consulto sulle patologie e sulle tempistiche per effettuare i controlli, al fine di contribuire alla promozione della cultura della prevenzione. Per la prima volta è stato costituito un Comitato Tecnico-Scientifico, composto di personalità illustri in ambito scientifico-sanitario.

Accanto all’area salute, Tennis & Friends ha allestito un Villaggio dello sport per un’estensione complessiva di 1,5 km di lunghezza. Il pubblico ha potuto avvicinarsi alla pratica di nove discipline sportive diverse, grazie all’assistenza di personale e istruttori federali, e assistere alle esibizioni degli atleti.

I Villaggi sono stati inaugurati il sabato con un taglio del nastro alla presenza del Cardinale Crescenzio Sepe Arcivescovo Metropolita di Napoli, il sindaco Luigi De Magistris, il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca e il presidente del Tennis Club Napoli Riccardo Villari. Nella stessa giornata ha fatto visita alla manifestazione il questore Antonio De Iesu.

“I numeri e l’entusiasmo di Napoli sono una conferma e un grande stimolo – commenta Giorgio Meneschincheri, direttore medico delle relazioni esterne della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, specialista in Medicina preventiva e ideatore dell’evento – che conferma la bontà del lavoro fatto ma anche la necessità di proseguire su questa strada e, compatibilmente con la disponibilità dei partner, raggiungere anche altre regioni d’Italia. Ci stiamo lavorando e il risultato di Napoli è un eccellente biglietto da visita per raccogliere l’adesione di altre istituzioni”.

Il successo della manifestazione è stato reso possibile dai tanti partner intervenuti. A cominciare dalle strutture sanitarie: l’Istituto Nazionale Tumori IRCCS – Fondazione G. Pascale, la A.O.R.N. Santobono-Pausilipon e Fondazione Santobono Pausilipon, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, l’Azienda Ospedaliera Universitaria – Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, ASL Napoli 1, Clinica Ruesch Napoli, Clinica Montevergine, GVM Care & Research e Clinica MM. Nel Villaggio della Salute sono stati coinvolti i corpi sanitari della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare e della Guardia di Finanza, nonché le associazioni L.I.L.T. Napoli – Lega Italiana Lotta contro i Tumori, ICOM Napoli – International College of Osteopathic Medicine, Donatori Nati ADVPS ONLUS – Associazione Donatori Volontari Polizia di Stato e Croce Rossa Italiana.

La rilevanza sociale dell’evento, che si è svolto nella settimana della Giornata Mondiale della Salute, è stata sottolineata dalla presenza dei tanti partners istituzionali: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Marina Militare, Aeronautica Militare, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Arma dei Carabinieri, Regione Campania, Comune di Napoli, CONI, Croce Rossa Italiana, Corpo dei Vigili del Fuoco, Fondazione Ania e Protezione Civile – Emergenza e post emergenza della Regione Campania.

Il weekend di Tennis & Friends è stato anticipato venerdì 12 Aprile, dalle 9.30 alle 13.30, da un evento riservato alle scuole, che ha coinvolto 1.500 studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune di Napoli.

Il Villaggio dello Sport, realizzato in collaborazione con il CONI e le Forze dell’Ordine patrocinanti ha visto la partecipazione di: Federazione Italiana Tennis, che dalla prima edizione di Roma è al fianco dell’evento, la Federazione Italiana Sport Equestri, la Federazione Italiana Rugby, la Federazione Italiana Pallacanestro, la Federazione Italiana Pallavolo, la Federazione Italiana Ciclismo, la Federazione Italiana Canoa e Kayak, la Federazione Italiana Tiro con l’Arco e l’Unione Italiana Tiro a Segno. Eventi dimostrativi e di intrattenimento sono stati offerti anche dai gruppi sportivi di Forze armate e Corpi di Polizia (Fiamme Gialle e Fiamme Oro).

Significativa anche la rappresentanza dell’Universiade Napoli – in programma dal 3 al 14 luglio 2019 – che ha partecipato con un desk posizionato all’interno del Tennis Club Napoli e con personale e materiale promozionale nel Villaggio dello Sport.

Nella giornata di sabato si è svolto anche il torneo di doppio maschile di tennis organizzato dall’USSI Campania e riservato a giornalisti professionisti e pubblicisti. Sedici i giornalisti in tabellone, a contendersi il trofeo di Tennis & Friends, vinto dai fratelli Alessandro Milone de il Roma e Andrea Milone de il Denaro.

Tennis & Friends – Salute e Sport … Sport è Salute tornerà il 18 Maggio agli Internazionali BNL d’Italia; a seguire la 9^ edizione sempre al Foro Italico di Roma, dall’11 al 13 ottobre.

Tennis & Friends ringrazia della loro partecipazione:

il cardinale Crescenzio Sepe arcivescovo metropolita di Napoli, il presidente della regione Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il questore Antonio De Iesu, il presidente del Tennis Club Napoli Riccardo Villari, l’assessore allo sport Ciro Borriello, l’assessore alla Scuola e all’Istruzione Anna Maria Palmieri, Paolo Bonolis, Peppino Di Capri, Max Giusti, Albano Carrisi, Stefania Barca, Flaminia Bolzan, Maria Grazia Cucinotta, Maurizio De Giovanni, Jimmy Ghione, Beppe Convertini, Myriam Fecchi, Gigi Finizio, Andrea Lucchetta, Angelo Mangiante, Veronica Maya, Andrea Perroni, Andrea Sannino, Sebastiano Somma, Adriana Volpe, Massimiliano Ossini, Diego Nargiso, Patrizio Oliva, Anna Capasso, Giuseppe Cambi, Maria Mazza, Eleonora Sergio, Gianluca Meck e Francesco Testi, Maurizio Aiello.

 

TENNIS & FRIENDS IN ANTEPRIMA AGLI STUDENTI DI NAPOLI

Al Tennis Club Napoli – Lungomare Caracciolo Una mattinata dedicata agli studenti in collaborazione con MIUR, Assessorato all’Istruzione e Assessorato allo Sport del Comune di Napoli

Napoli, 12 Aprile 2019. Tennis & Friends – Salute e Sport … Sport è Salute abbraccia i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Questa mattina dalle 9.30 alle 13.30 l’evento dedicato esclusivamente agli studenti invitati direttamente dagli Assessorati all’Istruzione e allo Sport del Comune di Napoli, in collaborazione con il MIUR. I temi portanti sono stati la salute, lo sport e la solidarietà. Nel corso della giornata presenti anche Andrea Lucchetta, Sebastiano Somma e Patrizio Oliva, tre ambassador che hanno contribuito a promuovere e animare la manifestazione.

Oggi ha visitato il Villaggio della salute anche Maria Grazia Cucinotta, ospite al villaggio di Tennis & Friends al Tennis Club Napoli e sul Lungo Mare Caracciolo

Nel corso della mattinata c’è stato un confronto tra i 1.500 studenti presenti e gli specialisti delle aziende ospedaliere che partecipano all’evento, oltre a momenti di dibattito, che sono serviti a fare cultura della prevenzione tra i più giovani.

In Tennis & Friends la salute è indissolubilmente legata allo sport. Per questo motivo, concluso il percorso sanitario, la mattinata per gli studenti è proseguita con l’incontro dei partner sportivi della manifestazione. Questa parte del programma è finalizzata a illustrare ai ragazzi i corretti stili di vita, introdurre le diverse discipline sportive e i loro punti di forza, mostrare esibizioni dimostrative e iniziare ogni singolo studente alla pratica sportiva.

L’incontro con le scuole anticipa la seconda edizione di Tennis & Friends – Salute e Sport … Sport è Salute, l’unico evento di prevenzione in Italia che unisce Salute, Sport, Solidarietà, Spettacolo e Sostenibilità. Sabato 13 e domenica 14 aprile, dalle 10 alle 18, ingresso libero al Villaggio della Salute e al Villaggio dello Sport allestiti sul Lungomare Caracciolo, con la possibilità per i tutti i visitatori di effettuare controlli gratuiti in 28 aree specialistiche (dotate di più di 50 postazioni), praticare sport, e assistere agli incontri del Torneo Tennis Celebrity che vedrà impegnati famosi personaggi del mondo dello sport, spettacolo e della cultura.

Partner istituzionali: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Marina Militare, Aeronautica Militare, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Arma dei Carabinieri, Regione Campania, Comune di Napoli, CONI, CRI, Corpo dei Vigili del Fuoco e Fondazione Ania.

Strutture sanitarie presenti: Istituto Nazionale Tumori IRCCS – Fondazione G. Pascale, A.O.R.N. Santobono-Pausilipon e Fondazione Santobono Pausilipon, Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, Azienda Ospedaliera Universitaria – Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, ASL Napoli 1, Clinica Ruesch Napoli, Clinica Montevergine, GVM Care & Research e Clinica MM. Nel Villaggio della Salute sono coinvolti i corpi sanitari della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare e della Guardia di Finanza, e le associazioni L.I.L.T. Napoli – Lega Italiana Lotta contro i Tumori, ICOM Napoli – International College of Osteopathic Medicine, Donatori Nati ADVPS ONLUS – Associazione Donatori Volontari Polizia di Stato e Croce Rossa Italiana.

Partner sportivi presenti: Federazione Italiana Tennis, Federazione Italiana Sport Equestri, Federazione Italiana Rugby, Federazione Italiana Pallacanestro, Federazione Italiana Pallavolo, Federazione Italiana Canoa e Kayak, Federazione Italiana Tiro con l’Arco, Federazione Italiana Ciclismo e Unione Italiana Tiro a Segno. Eventi dimostrativi e di intrattenimento offerti anche dai gruppi sportivi delle Forze armate come Marina militare, Aeronautica militare e Arma dei Carabinieri e dei Corpi di Polizia Fiamme Gialle della Guardia di Finanza, Fiamme Oro della Polizia di Stato.

 “LE HO PROVATE TUTTE! STORIE DI DIETE E DI INSUCCESSI” DI PATRIZIA CALDONAZZO

 “LE HO PROVATE TUTTE! STORIE DI DIETE E DI INSUCCESSI” DI PATRIZIA CALDONAZZO

con la prefazione di Catena Fiorello

6 APRILE | ORE 18

Iocisto

Sarà presentato il 6 aprile alle 18.00 alla libreria Iocisto, in via Domenico Cimarosa 20, “Le ho provate tutte – storie di diete e di insuccessi” il libro di esordio di Patrizia Caldonazzo con la prefazione di Catena Fiorello, edito da Undici Edizioni. Il romanzo della Caldonazzo è una sorta di diario in cui le diete sono il pretesto per un racconto di crescita e maturazione personale. Su e giù dalla bilancia, alla ricerca della linea perfetta. Ma perfetta per chi?  La vera “dieta” è in realtà la conquista della consapevolezza di sé. Imparare ad amarsi, accettarsi, valorizzarsi. Questo il messaggio che si scopre tra le pagine. Un percorso raccontato con ironia e leggerezza, per sdoganare un tema che è fin troppo spesso causa di disagi e dolore. Interverrà Marco De Marco. Mentre l’intermezzo musicale sarà affidato a Gabriella Rinaldi.

PATRIZIA CALDONAZZO è nata e vissuta a Roma. Figlia di un costruttore e di una ballerina-coreografa olandese. Sin da bambina ha evidenziato un carattere estroverso e comunicativo, spesso teatrale, nel manifestare i propri sentimenti e gli stati d’animo. Eccessiva in tutto, non conosce mezze misure. Ossessionata da tutta la vita dall’immagine e dalle diete. Dopo la laurea in Sociologia, inizia a lavorare per il cinema – affiancando registi come Dino Risi e Giuseppe Patroni Griffi. La carriera nel mondo della televisione parte da Rai Tre, per il programma “On the road” – condotto da Pascal Vicedomini, dove si occupa di tutta la parte organizzativa e redazionale; successivamente si occupa dell’ufficio stampa della soap opera “Un posto al sole”. A seguire, sempre per Raitre, cura il casting del programma “Cominciamo bene “. Passata a Raiuno, segue il casting del programma “Mezzanotte e dintorni” di Gigi Marzullo. Per Raidue collabora al programma “In famiglia” – per la regia di Giuseppe Guardì. Diventa curatrice de “Il tempo e la storia” in onda su Raitre. Torna nella redazione dei programmi di Gigi Marzullo, per Raiuno cultura, seguendo in particolare ormai da 12 anni il programma “Mille e un libro”.

PATRIZIA CALDONAZZO, “LE HO PROVATE TUTTE! STORIE DI DIETE E DI INSUCCESSI”, UNDICI EDIZIONI, 10 EURO

 

PATRIZIO OLIVA TESTIMONIAL PER LA CAMPAGNA VOLONTARI DELL’UNIVERSIADE

Alla Mostra d’Oltremare, nel quartier generale di Napoli 2019, è stata presentata la campagna di reclutamento dei volontari per i Giochi universitari, che si svolgeranno dal 3 al 14 luglio. Testimonial d’oro, Patrizio Oliva, una delle leggende dello sport campano e italiano, olimpionico ai Giochi di Mosca 1980, che si è rivolto alla platea dei potenziali volontari, con l’orgoglio di chi sente di rappresentare un’intera regione: “È un’occasione unica per i giovani, un evento in cui poter mettere in pratica le proprie conoscenze in svariati settori, dal marketing all’accoglienza. Nella vita, come nello sport, non vince sempre chi ha più tecnica, ma chi sa metterla meglio in pratica”.

“Fare il volontario alle Universiadi – assicura il coordinatore generale di Napoli 2019, Adam Sotiaridis – è un’esperienza che arricchisce il proprio curriculum e i cui benefici si dispiegano nel tempo”.

È il Commissario Gianluca Basile a entrare nel merito delle attività dei volontari: “Saranno impegnati in più settori, molti di loro lavoreranno a stretto contatto con l’organizzazione. Quelli forniti dalla Protezione Civile, circa 1500, saranno invece di supporto alle forze di polizia. A loro si aggiungeranno un migliaio di volontari dalle singole federazioni. Per tutti loro sarà una grande esperienza”. Per inviare la propria candidatura occorre compilare il form sul sito ufficiale dell’Universiade, www.universiade2019.napoli.it.

“Anche mia figlia – conclude Patrizio Oliva – ha fatto domanda per partecipare come volontaria”.

PIANO CITY NAPOLI 2019  

La grande kermesse che celebra il pianoforte torna in città con tante novità e nuovi luoghi che si aggiungono a quelli storici.

 “APERTURA” Venerdì 5 aprile // Ore 21  

21 Pianoforti in concerto – Ouverture:

Performance pianistica lungo il colonnato di Piazza del Plebiscito

“PROLOGO”

Da lunedì 1 aprile // Ore 16

Conservatorio San Pietro a Majella

Piano City, nato da un’idea del pianista tedesco Andreas Kern, torna a Napoli per la sesta edizione, organizzato e promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli in collaborazione con l’associazione NapoliPiano. Un intero week end dedicato alla celebrazione del pianoforte con concerti, eventi e appuntamenti che coinvolgono i luoghi pubblici e i salotti belli della città. Una tre giorni esplosiva: 5, 6 e 7 aprile. Il pianoforte protagonista si lascia suonare con ogni genere musicale negli House, Main, City e Guest Concert. E questa edizione esplode con numeri ancora più importanti di quelle precedenti: 250 eventi gratuiti, 700 pianisti coinvolti, 60 house concert, 55 location sparse per la città, 160 ore di musica, per i 3 giorni del festival visitato nelle precedenti edizioni da oltre 50.000 persone.

Il programma di Piano City Napoli 2019 è stato illustrato in conferenza stampa a Palazzo San Giacomo, in Sala Giunta, da Nino Daniele, assessore comunale alla Cultura e al Turismo; Marco Napolitano, presidente dell’associazione NapoliPiano; Dario Candela, direttore artistico Piano City Napoli sezione classica; Francesco D’Errico, direttore artistico Piano City Napoli sezione jazz contemporanea; Cristiano Bernardi, coordinamento artistico Piano City Napoli.

Come da tradizione, Piano City Napoli 2019 apre il suo straordinario week end di appuntamenti pianistici, venerdì 5 aprile, alle 21, in Piazza Plebiscito con 21 pianoforti in concerto, dedicato, in questa edizione, alle Ouverture delle più note opere, a cura di Patrizio Marrone. Ma in questa edizione c’è una novità: la partecipazione dell’Orchestra Regionale di Pianoforti dei Licei Musicali della Campania, composto da 21 studenti, selezionati attraverso un bando regionale, che precederanno l’inaugurazione eseguendo musiche di Satie  e Mozart, a testimonianza dell’attenzione che da sempre Piano City Napoli ha nei confronti dei giovanissimi musicisti. Il concerto sarà accompagnato dalla proiezione in Piazza del Plebiscito dell’opera “SOL” dell’artista Davide Cantoni, a cura di Blindarte.

Quest’anno Piano City Napoli trova il suo prestigioso prologo in “Forum Scarlatti: Integrale delle Sonate di Domenico Scarlatti”, un evento-progetto mai portato a termine fino ad ora in Italia: 92 pianisti di 12 conservatori italiani saranno impegnati, da lunedì 1 aprile a sabato 6 aprile, dalle 16 alle 19, al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, nell’esecuzione dell’inestimabile corpus delle oltre 550 sonate di Domenico Scarlatti, omaggiando un compositore partenopeo di nascita e formazione e una produzione entrata di diritto nel repertorio per pianoforte.

Accanto al Maschio Angioino, Piano Center della kermesse pianistica, che, nella Sala Vesevi, ospiterà la mostra fotografica “La musica e la città”, a cura di Nando Calabrese, compaiono nuovi luoghi che rendono Piano City Napoli ancora più capillare e diffuso: la Chiesa dei Santi Severino e Sossio in collaborazione con il Touring Club Italiano, Terme di Agnano, Palazzo Fondi, Casa Lavazza – Palazzo Marigliano, ilCartastorie – Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, Associazione ’A Mbasciata – Palazzo Venezia, Ceinge- Biotecnolgie Avanzate, Scuola di danza Crown Ballet, Mappatella Beach, Scalone del Complesso di Sant’Antoniello a Port’Alba in piazza Bellini, Complesso Monumentale Vincenziano, Palestra dell’ex scuola Nosengo.

Il calendario dei Main concert si apre al Maschio Angioino, dove, sabato 6 aprile, si esibiranno Francesco Libetta (Sala dei Baroni – ore 19.00) e Stefano Battaglia (Sala dei Baroni – ore 21.30). Particolarmente atteso, il recital di Valentina Lisitsa, importante pianista classica internazionale per la prima volta a Napoli, che si esibirà nella Chiesa dei Santi Severino e Sossio, sabato 6 aprile, alle 21.30. Domenica 7 aprile, in programma i Main Concert di Bruno Canino (Sala dei Baroni – ore 21.30) e Antonio Faraò (Chiesa dei Santi Severino e Sossio – ore 21.30)

Tra i tantissimi appuntamenti proposti, da non perdere i concerti di Franco Piccino (Maschio Angioino Antisala dei Baroni – sabato 6 aprile, ore 19.30), Stefania Tallini (Chiesa dei Santi Severino e Sossio – sabato 6 aprile, ore 19), Andrea Manzoni (Cimitero delle Fontanelle – sabato 6 aprile, ore 12), Francesco Caramiello (Cappella Sansevero – sabato 6 aprile, ore 21), Alberto Conde (Maschio Angioino Antisala dei Baroni – sabato 7 aprile, ore 20), Gianluca Luisi (Maschio Angioino Sala della Loggia – domenica 7 aprile, ore 18.30), Enrico Fagnoni (Maschio Angioino Sala della Loggia – domenica 7 aprile, ore 19.30).

La Sala dei Baroni del Maschio Angioino ospiterà, sabato e domenica, numerosi concerti a due pianoforti, tra cui i Concerti per pianoforte e orchestra della Masterclass di Alexander Hintchev (riduzioni per due pianoforti) domenica 7 aprile dalle 11.00 alle 13.30. Oltre ai concerti, il Maschio Angioino ospiterà presentazioni di libri e cd e la presentazione dei Pianoforti Speciali Steinway: Spirio, il nuovo sistema autosuonante della famosa casa tedesca; e il K132 Dolce Pedal, un nuovo brevetto per pianoforti verticali.

Uno dei capisaldi di Piano City Napoli sono gli House Concert, ovvero i concerti nelle abitazioni dei pianisti o di chiunque abbia in casa un pianoforte. L’House Concert nasce per creare un incontro personale tra pubblico e pianista, ricco di emozioni e momenti di intensa partecipazione e condivisione, favoriti dalla passione per il pianoforte e dall’assenza di un palcoscenico divisorio. Per partecipare, è necessario prenotarsi scegliendo tra gli oltre 60 pianisti dal sito www.pianocitynapoli.it fino al 02/04 alle 16.

L’edizione 2019 di Piano City Napoli propone anche interessanti e accattivanti novità. Sabato 6 aprile, alle 19, sullo scalone del Complesso di Sant’Antoniello a Portalba, sede della Biblioteca Brau dell’Università Federico II di Napoli a piazza Bellini, si esibirà il pianista Luca Filastro in un divertente concerto di musica swing, in collaborazione con Spazio NEA. Domenica 7 aprile, sveglia puntata sulle ore notturne, per assistere al Concerto all’alba del pianista Mario Nappi, che si esibirà alle 5.30 al Museo Nitsch. Domenica 7 aprile, alle 12, a Mappatella Beach, il  Concerto sulla spiaggia di Antimo Magnotta, “Inner Landscape (Paesaggio Interiore)”, ispirato al naufragio della Costa Concordia del 13 gennaio 2012, a cui il pianista è miracolosamente sopravvissuto.

Anche quest’anno torna l’importante partnership con l’Aeroporto Internazionale di Napoli, venerdì 5 e sabato 6 aprile: “Free piano open space”. Un programma che, nel Salone check in (1° piano), alterna jazz e classica. L’ouverture in Aeroporto è affidata alla guest Valentina Lisitsa, che atterra a Napoli alle 11.00 di venerdì. Venerdì, al piano: Marcantonio Abbate (alle 12), Dario De Feudis (alle 17), Luigi Lombardi (alle 18); sabato: Davide Cecora  (alle 12), Gennaro Truglio (alle 17) e Giuseppe Perretta (alle 18). I pianoforti saranno a disposizione del pubblico per essere suonati al di fuori degli eventi in programma nei giorni precedenti e successivi al festival.

Con Piano City Napoli 2019, la musica del pianoforte entra anche in ospedale. Sabato 6 aprile, alle 10.30, in programma, al Secondo Policlinico Federico II – reparto Pediatria, Ludoteca 3° piano, in programma, “Pulcinella, Petruška e l’eredità dello zio Zar”, con il pianista Oderigi Lusi e la voce recitante di Lino Vairetti. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione ABIO sezione Napoli.

Nel programma, come sempre, trovano spazio anche i piccoli pianisti con un evento clou: sabato 6 aprile, alle 11, in Villa Comunale – Cassa Armonica si esibiranno nella performance “5 Pianoforti in Villa – I bambini sui piano…FORTI!!!” a cura di Assunta Tutino dell’I.C. Foscolo Oberdan e di Silvia Giorgianni.  Il Maschio Angioino ospiterà due laboratori musicali per avvicinare i più piccini alla musica: sabato, alle 11,  PianOrff – Laboratorio per pianoforte “mani allegre e corpi attivi”(età 6/10 anni) a cura di Diana Mucci e Fiorella Orazzo. Domenica, alle 11, i Laboratori Creativo-Musicali per Bambini da 0 a 6 anni accreditati dal Programma nazionale Nati per la Musica  a cura di Margherita Ianuario, Marzouk Mejri e Daniele Barone.

Piano City Napoli dà il benvenuto in città ai turisti, coinvolgendo i più importanti hotel cittadini nell’organizzazione di concerti per il festival. Al Grand Hotel Parker’s, si esibiranno Rosamarina Fedele (sabato, alle 18.30) e Enrico Sforza (domenica, alle 18.30). Decumani Hotel De Charme propone, sabato e domenica, concerti ininterrotti dalle 18 alle 20: Elena Sever e Jelena Minic (sabato, alle 18), Guido Lanzotti (sabato, alle 19), Massimo Parisi (sabato, alle 20), Lorenzo Campese (domenica, alle 18), Biagio Russo (domenica, alle 19), Gabriele Taranto e Maria Tsulimova (domenica, alle 20).

A Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel ci saranno domenica alle 11.30 e due concerti dalle 18 alle 20, 11.30 Sara Cianciullo (domenica, alle 11.30), Guido Foi (domenica, alle 18) e Raffaele Alessandro De Rosa (domenica, alle 19). Al Royal Continental Hotel si esibiranno Francesco Luise (domenica, alle 18) e Armando Colucci (domenica, alle 20).

Anche la stazione Metropolitana Municipio accoglierà un pianoforte, che sarà a disposizione di chiunque, ad eccezione degli eventi in programma.

Il grande successo del Festival è legato anche alle numerose sinergie che arricchiscono il calendario con sedi e collaborazioni, tra cui il Touring Club Italiano, FAI – Sezione Campania, Siae, le Istituzioni e Associazioni musicali, i Musei, l’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Institut Français, la Comunità Ebraica di Napoli.