Archivio Categoria: calcio

Crisi SSCNapoli: De Laurentiis vende il club ?

Arriva direttamente dalle colonne del quotidiano inglese Daily Mail, la notizia che il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, avrebbe ricevuto un’offerta di 560 milioni di euro per vendere il club partenopeo alla famiglia qatariota Al-Thani e starebbe decidendo se porre fine alla sua presidenza di 15 anni tra proteste dei tifosi e scioperi dei giocatori.

Il clima nell’ultimo mese è da incubo e molti tesserati, tra cui Mertens e Callejon, già avrebbero espresso il desiderio di lasciare Napoli a giugno.

Sta per finire l’era De Laurentiis ?

Crisi SSCNapoli: la lettera di una bambina è commovente

Ha solo 13 anni Aurora e da sempre è un’accanita tifosa della squadra azzurra.

Questo amore l’ha aiutata, finora, a superare i momenti difficili causati da una tremenda malattia, il medulloblastoma, che la affligge da cinque anni.

La crisi che sta attraversando la formazione di Ancelotti l’ha scossa al punto da spingerla a scrivere una lettera al presidente de Laurentiis, al mister e a tutta la squadra azzurra.

LA LETTERA – “Il Napoli non è una squadra di calcio ma lo stato d’animo di un intero popolo. Non so cosa sia successo, Forse sono troppo piccola per capire. Ma vorrei far capire a voi quello che accade dentro di noi. Le vostre maglie non hanno tanti scudetti ma in quel colore azzurro c’è tutto il nostro amore per la nostra terra tanto martoriata. Voi siete la nostra forza. A noi che vi amiamo basta vedervi giocare per stare bene. Questa vostra crisi la state trasmettendo a tutti noi e non è giusto. Vi prego, ritornate a vincere. Vi amo”.

 

 

Fonte: Sportmagazinenews

Grande puntata stasera ad Extra Time Zona Napoli su Julie Italia

Stasera, puntata scoppiettante  ad Extra Time Zona Napoli su Julie Italia ore 22,00 (Canale 19 digitale terrestre).

Tutta la verità su ciò che sta accadendo in casa Napoli.

Conduce il giornalista Dario Santoro.

Ospiti in studio: Saverio Passaretti, Gianluca Agata, Enzo D’Anna, il nostro direttore Massimiliano Alvino.

Collegamento telefonico con l’avvocato Franco Campana, segretario nazionale avvocati Calcio.

Redazione sportiva affidata a Mario Passaretti.

 

 

 

 

 

Fonte: Sportmagazinenews

SSCNapoli: il comunicato della società azzurra

La Società Sportiva Calcio Napoli, comunica che, con riferimento ai comportamenti posti in essere dai calciatori della propria prima squadra nella serata di ieri, martedì 5 novembre 2019,  procederà a tutelare i propri diritti economici, patrimoniali, di immagine e disciplinari in ogni competente sede.

Si precisa  inoltre di aver affidato la responsabilità decisionale in ordine alla effettuazione di giornate di ritiro da parte della prima squadra all’allenatore della stessa Carlo Ancelotti.

Infine comunica di aver determinato il silenzio stampa fino a data da definire.

 

 

 

Fonte: SSCNapoli

SSCNapoli: dopo la Champions cosa succederà ?

Dopo il pareggio di 1-1 contro il Salisburgo in Champions League, il Napoli scende in seconda posizione nel girone E.

Gli 8 punti degli azzurri, un punto in meno del Liverpool capolista, proietta la squadra di Ancelotti verso gli ottavi di finale della massima competizione europea.

Il post partita, però, non è stato molto positivo: gli azzurri, già in ritiro da 24 ore, hanno deciso di non ritornare a Castel Volturno.

Lo staff tecnico e medico, invece, è tornato nel centro tecnico.

Una decisione inaspettata e storica.

Ora, cosa succederà ?

 

 

 

 

 

Fonte: Sportmagazinenews

Napoli fuori dalla Zona Champions: sconfitta amara a Roma per 2-1

E’ un periodo no per il Napoli di Ancelotti. 

Due pareggi ed una sconfitta nelle ultime tre partite di campionato, hanno fatto sprofondare gli azzurri al sesto posto in campionato.

E domani, dopo tutte le partite della giornata, il Napoli, potrebbe addirittura trovarsi al settimo posto.

Una posizione in classifica  che i colori azzurri non conoscevano da circa 6 anni.

Il match con la Roma è stato a fasi alterne: i primi 20 minuti  di targa giallorossa culminati col gol di Zaniolo.

Meret, poi, para rigore a Kolarov.

Poi solo Napoli ed ancora pali e traverse a fermare gli azzurri: Milik e Zielinski nella stessa azione davvero sfortunati.

Il secondo tempo comincia ancora con la Roma protagonista e Mario Rui, colpendo la palla col braccio largo, regala altro rigore alla squadra di Fonseca.

Questa volta Veretout non sbaglia.


Cominciano le sostituzioni: escono Mertens e Callejon per Lozano e Llorente.

Accorcia le distanze il Napoli con Milik, poi le squadre si allungano ed entrambe possono segnare ancora ma non succede più niente ed il match termina 2-1 per la Roma.

Da segnalare la sospensione di 4 minuti da parte dell’arbitro Rocchi per cori di discriminazione territoriale nei confronti di Napoli e della squadra azzurra.

 

 

 

 

 

Fonte Sportmagazinenews

Roma-Napoli senza Ancelotti, confermata la giornata di squalifica per l’allenatore azzurro

È terminata dopo venti minuti l’audizione di Carlo Ancelotti davanti alla I sezione della corte sportiva di Appello, presieduta da Lorenzo Attolico. L’allenatore del Napoli ha spiegato la sua versione nel tentativo di cancellare la squalifica di una giornata inflitta dal giudice sportivo dopo l’espulsione nel convulso finale di Napoli-Atalanta.

È stato tutto inutile, però. La corte sportiva di Appello ha infatti respinto il ricorso del Napoli: all’Olimpico, contro la Roma, nello stadio dove il giovane Carletto ha mosso i suoi primi passi, Ancelotti non ci sarà. Al suo posto, sulla panchina azzurra, siederà il figlio Davide, allenatore in seconda del Napoli.

 

 

 

 

 

Fonte: IlMattino

Napoli-Atalanta 2-2, l’arbitro ed il VAR fermano gli azzurri

Un 2-2 amaro per il  Napoli contro l’Atalanta. Nel finale, rigore netto negato a Llorente, giocatori infuriato contro Giacomelli che espelle per proteste mister Ancelotti.

L’allenatore azzurro, in conferenza stampa, ha cosi detto la sua sul pareggio contro gli orobici.

IL RIGORE – “E’ un episodio molto semplice, c’è stato un abbaglio. Una decisione presa dal VAR e non dall’arbitro. Doveva almeno mettere il dubbio all’arbitro, ha arbitrato Banti e non Giacomelli. Questo è il problema. Nicchi dirà che non è rigore, è una decisione giusta, prenderà le parti dell’arbitro, come ha sempre fatto, ma è stato un errore clamoroso, non dell’arbitro secondo me. Qui ce la prendiamo con un mezzo meccanico che non è un mezzo perché c’è un altro arbitro dietro”.

SUL MATCH – “Al di là di questo, la gara l’abbiamo giocata benissimo, soprattutto nella ripresa. Avremmo meritato di vincere, la prova è stata ottima. Ce la prendiamo con noi stessi spesso, stavolta non possiamo rimproverarci niente. Resta il rammarico, due punti persi che meritavamo”.

 

Fonte: Sportmagazinenews

Calcio, serie A: alle 15,00 Spal-Napoli

Dopo la splendida vittoria in Champions League a Salisburgo, il Napoli si rituffa nel campionato.

Per ora, la squadra di Ancelotti, è quarta in classifica, preceduta da Juventus, Inter ed Atalanta.

Serve non perdere terreno da queste squadre e per farlo, quindi, serve una vittoria contro la Spal in quel di Ferrara.

La partita non è semplice, ma gli azzurri hanno le carte in regola per portare a casa i 3 punti.

In attacco ancora la coppia Mertens-Milik ?

Calcio d’inizio alle ore 15,00, match visibile su piattaforma DAZN