Sport: si pensa al taglio degli stipendi per i calciatori

La Lega fa i conti e pensa al taglio degli stipendi. Interessante analisi del Corriere della Sera sui risvolti economici che lo stop forzato dovuto all’emergenza CoronaVirus potrebbe avere sul campionato di calcio e sui club di serie A: “Con il campionato sospeso e una stima delle perdite che si attesta sui 720 milioni di euro se non si riuscirà a tornare in campo, la Lega di A chiede l’intervento del Governo” scrive il quotidiano.

L’idea dei presidenti è quella di presentare, nell’incontro previsto oggi con il ministro dello Sport Spadafora, una bozza di richieste da avanzare al Governo. “Oltre alla modifica della Legge Melandri che regola i diritti tv e della 91/1981 sui rapporti fra società e sportivi professionisti, i club, sulla falsariga di quanto sta avvenendo in Francia, sono determinati a invocare un intervento legislativo per poter condividere con i calciatori i danni. In pratica, il pallone chiede al Governo un aiuto per poter tagliare forzosamente gli ingaggi dei giocatori, considerando che il monte stipendi della A tocca quota 1,3 miliardi”.

La posizione dei calciatori, in questo momento resta d’attesa. L’Aic nell’incontro di oggi sarà in conference call con i presidenti per capire le posizioni dei club e conoscere numeri e proiezioni dello studio della Deloitte sulle perdite dei club.

Fonte: Tuttonapoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *